«Non si parla di banche in campagna elettorale». A Cavriago il sindaco dice no al libro di Imperatore

Il sindaco della cittadina nega una sala del Comune: «Il libro tratta senza contraddittorio un tema molto delicato e fortemente politico»

«Non si parla di banche in campagna elettorale». A Cavriago il sindaco dice no al libro di Imperatore
Vincenzo Imperatore

Democristiano più che democrat

“The economy, stupid”. Paolo Burani, sindaco di Cavriago paesino di diecimila anime in provincia di Reggio Emilia – piena Pianura Padana – dev’essere un fan di Bill Clinton e soprattutto di James Carville lo stratega della campagna elettorale che nel 1992 condusse l’ex governatore dell’Arkansas alla Casa Bianca. Più che un democrat, Burani è un ex democristiano. Tra le sue pubblicazioni, spiccano “L’Oratorio di San Giovanni Battista in Pratonera”, “Don Angelo Cocconcelli Parroco di San Pellegrino. Pagine di fede e libertà”.

La par condicio a modo suo

E a proposito di libertà, al sindaco Burani non è piaciuta l’idea di presentare in una sala comunale il libro di Vincenzo Imperatore “Sacco bancario”. In nome di Carville, e quindi della centralità dell’economia in politica, Burani ha negato la sala all’associazione Carmen Zanti. Ha applicato in maniera decisamente ampia la par condicio. «I temi e i fatti affrontati nella pubblicazione in oggetto attengono persone coinvolte nella campagna elettorale in corso» e quindi «si ritiene di non concedere la sala comunale per la manifestazione in oggetto per la giornata del 3 febbraio».

Il suo tour per l’Italia

Vincenzo Imperatore, napoletano e napolista, non voleva crederci. Da mesi gira l’Italia per raccontare il sistema bancario e le sue malefatte, lui che ha vissuto per una vita il sistema dal di dentro (è stato manager di Unicredit). Incontra studenti, viene invitato a trasmissioni televisive, chiamato per consulenze, consigli, suggerimenti. Al suo libro si è ispirato Giovanni Meola per uno spettacolo a teatro. Uno dei pochi – forse è più corretto dire l’unico – che ha svelato trucchi e inganni del sistema creditizio. Il suo primo libro fu “Io so e ho le prove”, seguito da “Io vi accuso”. Al sindaco di Cavriago replica: «Nel libro non c’è alcun riferimento a esponenti locali».

San Basilio

Evidentemente Burani sarà uno studioso di San Basilio. Ha fatto suo il precetto “il denaro è lo sterco del diavolo”. E ha tirato dritto. «Il libro “Sacco bancario” – ha scritto – tratta senza contraddittorio un tema molto delicato e fortemente politico: Vincenzo Imperatore è un EX (è maiuscolo proprio nello scritto del sindaco) manager bancario che accusa a spada tratta tutto il sistema bancario e il “servilismo della politica” (cit. dalla prefazione di Marco Travaglio al libro stesso”». Insomma, non si parla di banche nei locali del Comune, almeno non in campagna elettorale.

E così il libro è stato presentato in osteria.   

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Alfonso De Vito 11 febbraio 2018, 9:55

    mi pare giusto… in campagna elettorale si deve parlare solo di “immigrati che squartano le donne, rifugiati negli alberghi a 5 stelle.. zingari che rubano… neri che imbastardiscono la razza…” o no!?
    siamo un paese sempre più grottesco e cupo

Comments are closed.