Allegri: «Scansopoli? Qualcuno dovrebbe tacere. Alla Juventus si gioca per tutte le competizioni»

Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, presenta Juventus-Atalanta in conferenza: «Giocare contro di noi o contro il Napoli è molto difficile, il 20 maggio vincerà la squadra migliore».

Allegri: «Scansopoli? Qualcuno dovrebbe tacere. Alla Juventus si gioca per tutte le competizioni»

In conferenza stampa

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, presenta il match con l’Atalanta (semifinale di ritorno di Coppa Italia) in conferenza stampa: «Non sarà un match facile. Loro vorranno riprendersi dall’eliminazione in Europa, noi dobbiamo pensare a fare gol. Il successo per 1-0 a Bergamo non dà tante garanzie».

La Coppa Italia: «Domani sera è una partita importante. La Coppa Italia, per noi, ha lo stesso valore del campionato, anche perché nell’era moderna nessuna squadra ha vinto il secondo trofeo nazionale per quattro anni di fila. Noi, il Barça e il Psg abbiamo quest’opportunità. Per noi è un obiettivo chiaro, vogliamo arrivare in finale. Alla Juventus è così, si gioca per tutte le competizioni, alla fine quello che conta è segnare il nome della propria squadra nell’albo d’oro. Figurati se tra vent’anni ci ricorderemo di un pallone che non è entrato, di un palo, tutto viene dimenticato in breve tempo. Nella vita bisogna essere pratici, e il nostro compito è cercare di portare a casa il risultato».

Allegi e la corsa scudetto: «Abbiamo una partita in meno, sabato a Roma giochiamo la nostra sesta gara in trasferta sulle ultime otto. Dopo avremo un buon calendario. Detto questo il campionato si giocherà fino all’ultima partita. Sarà una bellissima sfida, un bellissimo campionato, tra due squadre che si stanno dando battaglia. Il nostro è l’unico torneo europeo ancora aperto, e alla fine vincerà il migliore. Chi sarà in testa il 20 maggio avrà meritato di vincere il campionato, e il nostro obiettivo è il settimo scudetto. Quindi andiamo una partita alla volta, bisogna affrontarle con calma, con grande entusiasmo e con soprattutto con grande equilibrio. Questo è un campionato diverso, l’anno scorso avevamo un grande vantaggio e ora il Napoli ci sta tenendo testa. Anzi, siamo noi che stiamo tenendo testa al Napoli».

Scansopoli

La domanda ad Allegri sulle squadre che si scansano e sulla formazione prevista dell’Atalanta: «Fa parte del mondo del calcio, tutti dicono la sua, ma qualcuno farebbe meglio a stare zitto, ogni tanto. Mi hanno sempre insegnato: ascolta tutti e poi trai le tue conclusioni. Noi dobbiamo fare dei punti e andare avanti. Credo che giocare contro il Napoli, ora, sia molto difficile per chiunque. Anche giocare contro la Juventus è molto difficile, poi ci sono delle partite che vanno in modo e delle partite che vanno diversamente. Le polemiche recenti sono andate nel cestino perché domenica non abbiamo giocato, in questo modo abbiamo risolto i problemi».

Gli infortunati: «Higuain è l’unico recuperabile per la panchina. Tutti gli altri sono disponibili, Buffon giocherà in porta. Khedira verrà a disposizione, fuori rimangono Cuadrado, De Sciglio e Bernardeschi».

 

 

 

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Allegriuccio, pensa alla tua squadra che a Cagliari ha stentato un miserevole 1 a 0, SOLO UN RIGORE NEGATO VI HA SALVATO DAL PROBABILE PAREGGIO mentre il Napoli con clima dichiaratamente ostile, gli ha chiavato 5 palloni dentro se non 8 mettendo il Rigore negato e i gol mancati per non aver centrato la porta per pochi centimetri. Parli che qualcuno dovrebbe tacere? solo questo basti per farti tacere. La Lazio, il Napoli gli ha dato 4 palloni, la tua squadra invece le ha prese in casa oltre la Supercoppa. Dirai abbiamo vinto a Napoli? certo non tutte le ciambelle riescono col buco oltre al pulman schierato in difesa vostra. Guarda il Napoli e impara, cerca d’imparare cerca, cerca dal tuo collega corregionale che risponde al nome di Sarri. Il Napoli, sta toccando il vostro nervo scoperto. Auguri per il Tottenham, ho pure preso la bolletta col 2-2 risultato esatto, mi sembra anche dopo i titolarissimi, potreste uscire agli ottavi anzitempo con la dichiarata vittoria Champions. Vero, Allegri, tra 20 anni tutto dimenticato come lo scandalo PECHINO. Questa è la vita della Juventus che molti schifano. Dalle tue bacheche sembri contare come sempre sugli arbitri ma ora c’è il VAR, rilassati cambia molto e si vede Napoli e Juve testa a testa come non mai dagli ultimi 6, non più i Rizzoli nei Derby che furono.

  2. Lo spezzone d’intervista in questione l’ho sentito: Allegri praticamente non ha saputo (o voluto) rispondere sulla questione.
    L’ha girata un po’ affermando che sia il Napoli che la sua squadra sono “difficili da affrontare”, ma non ha saputo essere credibile su una questione che e’ sotto gli occhi di tutti ed innegabile.
    Una perla la conclusione: “le polemiche sono state eliminate perche’ poi non si e’ giocato” – eliminate ‘sta cippa!

Comments are closed.