Allegri: «Non accetto che un 2-2 in Champions deprima l’ambiente Juventus»

Il tecnico della Juventus: «Nel primo tempo ci siamo abbassati troppo, Matuidi e Dybala ci saranno a Wembley»

Allegri: «Non accetto che un 2-2 in Champions deprima l’ambiente Juventus»

Allegri in conferenza stampa (Juve-Tottenham 2-2)

«L’idea che si vinca 3-0 in un ottavo di Champions è sbagliata, perché non si ha idea del valore degli avversari. Non accetto che il 2-2 in Champions deprima l’ambiente. La Juventus non è mai stata favorita in questo ottavo, avevamo il 50% di possibilità di qualificarci, lo avevamo prima e lo abbiamo dopo il 2-2. Se qualcuno critica questa squadra, c’è bisogno di dottori non bravi ma mooolto bravi

«La squadra sta disputando una annata straordinaria, questa squadra ha vinto sei scudetti, disputato due finali di Champions, ha vinto tre finali di Coppa Italia consecutive, non so quante Supercoppe. Tra vincere e non vincere c’è sempre una differenza minima. Bisogna pensare al campionato con entusiasmo e con voglia. Questa partita va accantonata.

«Nel calcio è impossibile fare paragoni tra un campionato e un altro, in una o due partite può succedere di tutto. Le due squadre si equivalgono. Sono due squadre che possono ambire ad andare avanti, dietro a Real Madrid, Barcellona, Bayern, Psg, Manchester City.

«L’anno prossimo la Champions sarà ancora più difficile. Non ci sarà più un quarto di finale debole né una semifinale debole.

A Mediaset Premium

«Bella partita, abbiamo sofferto il ritorno del Tottenham, abbiamo perso qualche palla in uscita dove loro sono molto bravi. Nel secondo tempo, abbiamo concesso poco e niente. Sapevamo delle difficoltà della partita.

«Ci siamo abbassati un pochino troppo, un po’ abbiamo smesso di giocare, loro sono il Tottenham. Abbiamo le carte in regola per andare a Londra e cercare di passare il turno.

«Ci siamo abbassati molto nei primi 45 minuti, nel secondo tempo ci siamo riorganizzati, abbiamo sofferto meno e siamo ripartiti. Sarà difficile andare a vincere a Londra. Il calcio ti dà e ti toglie.

«Sorpreso no, il Tottenham è una squadra molto fisica e molto tecnica. Grandi occasioni da parte loro non ne ho viste tranne quella nel primo tempo di Harry Kane.

«Non pensavo che si potesse uccidere stasera e comunque sapevo il passaggio ce lo saremmo giocato a Londra. Si giocherà tra un mese (tre settimane, ndr), adesso dobbiamo pensare al campionato.

«Matuidi e Dybala ci saranno.

 

«Douglas Costa ha conquistato il rigore. Il ritorno è una partita secca, dove bisogna vincere. Come a Monaco contro il Bayern, uguale.

ilnapolista © riproduzione riservata