Coutinho dal Liverpool al Barcellona per 160 milioni

Cinque anni fa l’Inter lo vendette al Liverpool per 10 milioni. È il secondo acquisto più caro della storia del calcio (dopo Neymar)

Coutinho dal Liverpool al Barcellona per 160 milioni

Dopo Neymar, il Barça ha speso oltre trecento milioni

E ufficiale: Philippe Coutinho è un giocatore del Barcellona. Il club catalano lo ha acquistato dal Liverpool per la cifra monstre di 160 milioni di euro. Il secondo acquisto più costoso della storia del calcio: il record è relativo ai 222 milioni sborsati dal Psg per strappare Neymar proprio al Barça: il club francese quest’estate ha pagato la clausola rescissoria. Clausola che per Coutinho ammonta a 400 milioni di euro. In estate il Barcellona aveva già acquistato Dembélé dal Dortmund per 145 milioni. Il Barça ha quindi speso oltre trecento milioni.

Arrivò nell’Inter del dopo Mourinho

Coutinho, 25 anni, ha un contratto fino al 2023. Non potrà giocare in Champions con la squadra di Messi. Coutinho ha giocato in Italia con la maglia dell’Inter. Arrivò dopo Mourinho, con Benitez. Ha giocato 47 partite in Serie A e ha segnato 5 reti. Fu spedito anche in prestito all’Espanyol, nella speranza di farlo ambientare nel calcio europeo. A gennaio 2013, giusto cinque anni fa, l’Inter vendette Coutinho al Liverpool per la miseria di dieci milioni. Cinque anni dopo, i Reds hanno moltiplicato per sedici la posta.

Klopp, allenatore del Liverpool, ha commentato così: «Il club ha fatto di tutto per trattenere Coutinho ma il giocare voleva disperatamente al Barcellona, non era un segreto per nessuno. Era il suo sogno giocare col Barcellona. Ciononostante, si è impegnato al massimo anche in questi mesi, ha segnato 12 gol in stagione con il Liverpool»

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Ah se non vado errato, la spesa sponda nerazzurra osteggiava Benitez anche perché preferiva Coutinho a Pandev…

    • Dici bene ; lo lanciò lui all’Inter. Mi ha sempre fatto una grande impressione. E pensare che su di un blog di Repubblica c’era chi diceva che si trattava di un “giocatorino” ( nel senso di mediocrità; perchè lui in effetti è piccolino ..come Iniesta che andrà a sostituire tra poco..) Non c’è niente da fare : mi bastsa vederli un paio di volte e senza falsa modestia gli dò la sentenza !

Comments are closed.