Zapata contro il Napoli: «Sarri ha dovuto emarginarmi, gliel’ha chiesto il club»

L’intervista di Duvan Zapata a Il Giornale: «Io e Strinic eravamo esclusi dal lavoro specifico con i compagni, a Genova mi hanno accolto benissimo».

Zapata contro il Napoli: «Sarri ha dovuto emarginarmi, gliel’ha chiesto il club»

L’intervista a Il Giornale

Duvan Zapata torna a parlare di Napoli e del Napoli. E non usa toni molto cortesi, soprattutto in relazione all’ultimo periodo vissuto con la squadra azzurra. Tornato alla base dopo due stagioni di prestito all’Udinese, non è mai stato realmente parte del progetto tecnico legato a Sarri.

Queste le parole dell’attaccante colombiano, intervistato da Il Giornale: «Sono arrivato a Napoli nel 2013 e ho trascorso due stagioni positive, il mio ruolo era chiaro, ero il vice-Higuain e dovevo rubare i minuti possibili. Dopo l’esperienza all’Udinese, avevo capito di non far parte del nuovo progetto. Io e Strinic ci allenavamo separatamente, facevamo il riscaldamento con gli altri e i lavori specifici da soli. Sono stati mesi molto duri».

Non sarebbe colpa di Sarri, però, secondo il centravanti colombiano: «Ma no, lui faceva quello che gli aveva chiesto il club. Volevano emarginarmi. Della squadra e dei tifosi ho un buon ricordo, ma meglio non parlare dei dirigenti. Direi qualcosa di poco educato. In ogni caso, dovrò sempre ringraziare il Napoli per avermi portato in Italia e farmi conoscere. Oggi sono il calciatore più pagato nella storia della Sampdoria, sono stato accolto bene a Genova. Poi Giampaolo è un grande, sa gestire molto bene le squadre. Ha le idee chiare e questo rende tutto più facile. È riuscito a farmi piacere anche giocare in un attacco a due. Prima pensavo che fosse meglio essere solo».

ilnapolista © riproduzione riservata
  • cave canem

    Intervista rilasciata a “Il Giornale”.
    Bene, niente di che.

  • Antonio Novi

    Mi dispiace come è andata la storia con questo ragazzo, secondo me a Napoli avrebbe meritato più occasioni. Persona inteliggente e rispettosa gli augure le migliori fortune

  • Antonio Novi

    Il ragazzo oggi ci ha fatto un discreto favore

  • Nunziocity

    Se Strinic è quello che ha fabbricato il rigore alla Juve, bene tra non molto farà la fine di Napoli. Non è un’episodio è solo che il croato è veramente scarso e goffo. Dietro a giocatori come Ghuolam che voleva pretendere. Zapata, ringrazi sempre Napoli se ha avuto la possibilità di venire a giocare prima a Napoli e poi in Italia, ma chi te cunuscev. Questi due, Zapata e Strinic, Sembrano altri Mannini a sputare nel piatto Napoli……Zapata ma ha pensato che c’èrano Mertens, Milik, Pavoletti che pure è andato ma che voleva? fatt sti cunt prima di sparare sulla Società che vi ha presi e buona Samp per voi.

  • Sergio Travi

    Una società che intende vendere un giocatore attorno ai 15-20 milioni che fa? Lo emargina? Per farlo deprezzare? E su… Semplicemente non era inserito nel progetto tecnico e probabilmente, in vista della cessione, non volevano correre il rischio si infortunasse.

  • Antonella Capaldo

    per strinic: ha dimostrato i suoi limiti, chiaramente con un goulham in questa forma, quest’anno non avrebbe proprio giocato, nella sfortuna siamo stati fortunati perché avendo in casa mario rui il passaggio è abbastanza indolore(e la differenza si vede) per zapata, anche lui, ma con un mertens in quelle condizioni, ma quando avrebbe giocato? e poi io credo che inglese vada molto meglio per il napoli è più veloce, più tecnico, zapatone è lento, ma va bene così, quindi grazie a tutti e arrivederci.