Mariani: «Milik, il secondo recupero potrebbe essere più breve, non c’è più la paura»

Il professor Pierpaolo Mariani intervistato a Radio Crc: «Prendiamo questo secondo infortunio come un incidente di percorso».

Mariani: «Milik, il secondo recupero potrebbe essere più breve, non c’è più la paura»

L’intervista a Radio Crc

Il professor Pierpaolo Mariani intervistato a Radio Crc. Al centro del suo intervento, il recupero di Arek Milik dalla seconda lesione ai legamenti crociati: «Di solito, i calciatori spiegano che dopo un’operazione sentono che il ginocchio è più forte di prima. Milik sconfortato? È tipico per chi subisce un secondo trauma a una distanza così breve dal primo. Al momento è sotto la cura del dottor De Nicola, che penserà a farlo stare sereno. Prendiamo questo secondo infortunio come un incidente di percorso».

Sull’infortunio e il recupero: «La percentuale di un trauma all’altro ginocchio è nell’ordine del 20% a prescindere dall’intervento precedente e da come è andato il processo di recupero. Premesso questo, il secondo trauma è più veloce da smaltire. Chiunque è chiamato ad affrontare lo stesso intervento ha meno paura. Avendo già conoscenza della situazione, Arek recupererà più in fretta. Mi auguro che possa tornare in campo già per Natale, come ha detto il presidente De Laurentiis. D’altronde è riuscito a rientrare in tempi brevi già l’anno scorso».

La tabella di marcia secondo Mariani: «Di solito rivedo i calciatori operati dopo un mese. Quindi, credo sia realistico immaginare che la prossima visita sia a fine ottobre».

ilnapolista © riproduzione riservata