Napoli-Nizza è quando le cose potevano andare peggio, ma anche molto meglio

Un primo commento al sorteggio, non fortunatissimo ma sicuramente alla portata del Napoli. A patto di rimanere concentrati, fin dall’andata del San Paolo.

Napoli-Nizza è quando le cose potevano andare peggio, ma anche molto meglio

Sensazioni

Presenteremo, studieremo e analizzeremo il Nizza. Con calma, con attenzione, senza l’ansia del sorteggio appena finito. Parleremo di tattica, di mercato, di Balotelli (perché di che altro vuoi parlare?), di tutti i temi che ci verranno in mente. Però, ora, commentiamo la cerimonia di Nyon. Che è stata giudicata subito “negativa”, ma lo è solo a livello di probabilità. In redazione abbiamo definito così l’accoppiamento con i francesi: «Il Napoli non doveva pescare una squadra e mezza. Ha pescato la mezza».

Sì, il Nizza ci faceva meno paura dell’Hoffenheim. Per tutta una serie di motivi tecnici, tattici, logistici. Per la condizione, innanzitutto: la Bundes non comincia che una settimana prima rispetto alla Serie A, i campionati sono ormai tutti allineati, ma ha una lunga pausa invernale e quindi le squadre hanno la possibilità di partire subito forte per poi “riprendersi”, fisicamente, con un secondo ritiro durante la sosta. Poi c’è un discorso riferito alla qualità generale: l’Hoffenheim gioca un calcio dinamico, offensivamente equilibrato, sta in campo per cercare di non far ragionare l’avversario. Il Nizza, invece, concede di più, proprio a livello concettuale: squadra più frivola, più puramente d’attacco, sposta tanti giocatori nell’area avversaria e non ha le qualità tecniche e soprattutto tattiche e mentali di resistere a un pressing organizzato bene. Anche per questo, l’anno scorso, Favre ha deciso di spostare il baricentro verso l’attacco. Più che un modo di essere, la vocazione offensiva del Nizza è una necessità per coprire i problemi di una difesa non all’altezza della qualità media della rosa.

Quindi, come dire: avessimo potuto scegliere tra le cinque, avremmo indicato a occhi chiusi una tra Young Boys e Steaua Bucarest. Senza pensarci. Avessimo dovuto scegliere tra le due peggiori, avremmo scelto proprio il Nizza.

Giocare a calcio

Il discorso, ovviamente, non si esaurisce sul “loro fanno giocare, quindi buono per noi”. Questa è una parte importante del discorso, ma non è l’unica. Si va oltre, si leggono i nomi degli avversari e si capisce che al di là di un paio di individualità importanti (Sarr, Seri, Plea, ovviamente Balotelli) la qualità è decisamente inferiore a quella del Napoli. Superiore alla media dell’urna numero due, questo sì, lo ripetiamo. Ma non siamo ai livelli tecnici e narrativi dell’Athletic 2014, non così. Anche perché il mercato in uscita dei rossoneri potrebbe non essere finito.

Il discorso psicologico sulla forza discreta degli avversari, però, può essere d’aiuto: rompere il ghiaccio con una partita seria, contro una squadra così, dovrebbe essere un beneficio per il Napoli. Per un collettivo che ha bisogno di essere in fiducia per esprimere al meglio le proprie doti tecniche e mentali. Soprattutto quelle mentali. Tutto passerà per la concentrazione nel match di andata, da un risultato positivo al San Paolo. Dalla gestione immediata di una superiorità che è netta, a patto di essere lucidi e con la giusta pressione emotiva. Altrimenti il Nizza può fare male. Per questo poteva andare molto meglio, ma anche peggio.

ilnapolista © riproduzione riservata
  • Il Boemo

    Secondo me erano tutte per un motivo o l’altro tutte temibili, tranne lo YG che era il più adatto al nostro gioco.

    • Nemmeno tanto, visto che hanno un campo in sintetico che tre anni fa soffrimmo maledettamente.

      • Il Boemo

        Mah li era una squadra che doveva rifiatare. E la qualità era più scarsa.

      • Antonio Baiano

        Beh, Callejon ha detto che avrebbe preferito evitare lo YB per via del sintetico, vuol dire che lo soffrono.

        • giancarlo percuoco

          Calle voleva evitare il Nizza, voleva evitare lo YB.
          puntava alla Sibilla Bacoli.

  • Il Boemo

    Secondo me il Napoli non sarà in grado di fare la differenza il 15 e dovrà giocare accorto per non prendere i gol in casa che possono essere decisivi. Ci si gioca tutto al ritorno all’Isis Stadium…

    • Snafuz!

      Cioè il loro stadio si chiama Isis Stadium? Inizio ad essere preoccupato per l’accoglienza…

      • robberto

        … no no, si chiama proprio Al-Quaeda-je-t’aime Stadium. lo chiamano Isis perché è più corto

        • Snafuz!

          Vedrò di trovare due biglietti per la Tribuna Bin Laden…

          • Il Boemo

            XD

      • Il Boemo

        No ma è pieno di banlieue…

      • don Quijote

        Tranquillo, si chiama Allianz Riviera.

    • quqquacha

      Credo che questo lo potremo capire un po’ meglio soltanto nell’amichevole con l’Espanyol giovedì prossimo, in questa fase di preparazione una settimana rappresenta un’era geologica per la condizione fisica della squadra.

    • Jacopo Carrucci

      Penso anch’io. Il 16 agosto puoi correre giusto il Palio di Siena, non giocare a pallone

  • Massimiliano Pontrelli

    Non scherziamo. Una valeva l’altra nella nettissima inferiorità rispetto al Napoli. Nettissima. Se non passeremo il turno, indipendentemente da chi fosse stato l’avversario, la colpa sarà al 1000% nostra. Il sorteggio non era nemmeno da seguire. Siamo la n.13 nel ranking uefa. Le preoccupazioni (e le scuse) stanno a zero.

    • Lluixhi

      Concordo in pieno

    • Luigi Ricciardi

      Vero, ma prendere una piu’ scarsa sarebbe stato sempre meglio! 🙂

      • Jacopo Carrucci

        Giusto anche perchè poi è un preliminare, chissenefrega come lo passi, l’importante è passarlo. Quindi con una più facile non era meglio era necessario.

        • Luigi Ricciardi

          Io ritengo sia comunque necessario…

    • Gianni Staiano

      D’accordissimo !

  • Luigi Ricciardi

    Salve amici,
    e’ normale che la componente emotiva sbilanci la valutazione delle possibilita’ di vittoria quando un pronostico appare gia’ segnato, ancor di piu’ in misura di quanto piu’ prevedibile appaia il pronostico stesso.
    Per dirla piu’ facilmente: quando affrontammo il Real sapevamo di avere forse il 20% di passare il turno, ma il sogno dell’impresa ci faceva toccare picchi di adrenalinica euforia fuori dal normale, cosi’ come il pronostico a noi favorevole di questo preliminare ci fara’ toccare abissi di paura mano a mano che ci avvicineremo alla partita, al di la’ della reale forze delle squadre.
    Ed e’ qui che dovra’ intervenire la nostra razionalita’: partiamo dal presupposto che siamo piu’ forti, e che se faremo tutto nella normalita’ (qui non servira’ nessuna impresa eccezionale) passeremo il turno.
    Sempre forza Napoli.

    • Marazola

      Bravo Lucio

  • quqquacha

    Incollo qui quanto scritto sotto l’altro articolo sul sorteggio…

    Qualunque fosse stata l’avversaria sorteggiata avremmo trovato (giustamente) motivi di recriminazione, delusione e timore, è naturale che sia così. Io personalmente temevo tantissimo i turchi, con quel genere di formazioni che provengono da determinate aree geografiche l’imprevedibile è sempre di casa. L’hoffenheim che te lo dico a fa’. Fossero usciti gli Young Boys saremmo stati tesi e pessimisti perché avremmo temuto un approccio sufficiente e una sottovalutazione dell’avversario. Quindi va bene così. E come dice giustamente qualcuno, se non superiamo il Nizza (o chi per loro) evidentemente non siamo all’altezza dei gironi. Un elemento positivo è che affrontiamo una squadra non abituata a pargheggiare i bus davanti alla porta, vagamente ballerina dietro, che gioca a viso aperto (caratteristica che di solito ci invita a nozze). Poi si possono fare tanti retropensieri sull’andata in casa, sulla preparazione più o meno avanzata, sulle congiunzioni astrali e la posizione di saturno la sera di ferragosto. La verità è che senza superbia o arroganza è una partita alla nostra portata. Non facile, non scontata, aperta a risultati sgraditi, ma alla nostra portata. E questo deve bastare per togliere ogni eccessiva paranoia. Ed ogni alibi.

  • Eduardo

    L unico aspetto veramente critico e che loro sono piu avanti con la preparazione si presenteranno al spaolo con 4 gare ufficiali nelle gambe.

  • Enzo Esposito

    Tutte le squadre meritano rispetto ed ogni partita va affrontata con la giusta concentrazione ma se ci dobbiamo preoccupare del Nizza o di una delle altre 4…ma anche delle altre 9, a parte il Liverpool ovviamente, chiudiamo tutto ed andiamo a casa! Se passiamo il preliminare saremo in terza fascia probabilmente…che facciamo? Piangiamo?

    • Luigi Ricciardi

      Io comunque darei due alternative al Nizza: plomo o plata? 🙂

      • Enzo Esposito

        Dale Plomo ahahahah ?

        • Luigi Ricciardi

          🙂

  • Luigi

    Ribadisco il mio concetto espresso in un altro commento… Magnammancill!!!
    Siamo il Napoli, non sono queste le squadre che dobbiamo temere..rispettare si ovvio, mai perdere l’umiltà, ma adesso è arrivato il momento di crescere di personalità e mentalità, entrare in campo e comandare la partita per tutti i 90° minuti, ipotecandola già al San Paolo

    • robberto

      l’ultima volta che ho letto “magnammancill” fu nella partita col Dnipro. non ha portato bene. tra l’altro anche lo striscione era oribbbbile

      • Jacopo Carrucci

        Concordo

  • giancarlo percuoco

    l’ultima considerazione è un concetto interessante.

  • robberto

    qualcuno saprebbe spiegarmi perché noi, teste di serie, giochiamo il ritorno fuori casa?

    • Ciccio Bomba

      le teste di serie in questa fase valgono solo per gli accoppiamenti ma non garantiscono di giocare in casa il ritorno. L’ordine viene infatti sorteggiato. Il napoli è stata l’unica testa di serie che ha beccato il ritorno in trasferta.

      • robberto

        nono, ce n’è un’altra sicuro

  • Luigi Ricciardi

    In realta’ il Napoli ha fatto la Audi Cup solo per abituarsi a giocare in uno stadio dell’ Allianz, contando che oltre all’impianto di Nizza anche quello della Juventus ora si chiama cosi’…

  • Francesco Porciello

    Notevole come siamo passati in pochi minuti dal leggere nei commenti che il nostro undici titolare è talmente forte da essere di difficile miglioramento a temere il Nizza…. credo che una squadra che ha confermato tutti i titolari e che è uscita agli ottavi con il Real possa tranquillamente camminare sul Nizza, andata e ritorno…

  • Venio Vanni

    Un prelimare da superare in ciabatte dopo i proclami estivi da parte di giocatori e tifosi…

  • Gin Phreak

    Passata l’euforia/paura post sorteggio? Signori è una squadra alla portata. Non dobbiamo di certo temerla. Come ogni partita che giocheremo dal 16 in poi la dovremo affrontare con concentrazione ma la stessa che ci metteremmo per un chievo o bologna qualsiasi. Il livello è quello.

    • Brigante

      Bravo pauva per nessuno vispetto per tutti.

  • Mario Cutolo

    Calmiamoci per favore con questo ottimismo. Il Nizza ha gia` nelle gambe e nella testa il passaggio del turno con le due partite contro l’Ajax, che era favorita e che e` stata la finalista dell’ultima Europa League ed in piu` avra` gia` una partita del campionato francese nelle gambe. Io faccio come Sarri e a parte il toccarmi terrei sulla corda tutta la squadra. Il Napoli e` piu` forte del Nizza, questo non si discute, ma i nizzaroli sanno esaltarsi e per i motivi elencati sopra sono “lanciati”. Il Napoli deve essere concentratissimo, non commettere errori, cazzimoso ma sciolto allo stesso tempo.

  • Eduardo

    Comunque non ci dovrebbe essere partita……….dai……domani il Nizza gioca in campionato ed ha una partita tosta fuori casa contro il Saint etienne ore 17 premium???

  • Stefano Valanzuolo

    Travel Agency – Consiglio volo su Torino, molto economico, con noleggio auto successivo: 250 km, ma con un po’ di fortuna si trova pure Bla Bla Car… Tutto questo implica, chiaramente, 6 ore di rissa sotto il sole africano di agosto per acquisto biglietti partita al botteghino San Paolo, con coltellate e ginocchiate come se piovesse…

  • luxlu

    Li faremo a pezzi. Prendendo uno o due gol stupidi per partita. La solita roba insomma.

  • Brigante

    Sinceramente anch’io non capisco tutto questo immotivato pessimismo, soprattutto se considerimo l’ottimo mercato che stiamo facendo, ma soprattutto dopo la grande vittoria con il Bayern.
    Se non avessimo sfortunatamente perso col Valencia avremmo portato a casa il primo trofeo della stagione!

    • Rosario

      Valencia? Gli ironici devono essere precisi, altrimenti l’ironia si perde…

      • Brigante

        Ah vero era l’Atletico!
        Scusa e che sono un po’ emozionato nel partecipare in questo grande blog fatto di passione e di pura fede verso il nostro presidente, colui che 12 anni fa ci raccolse in una fredda e gelida aula di tribunale.

        • Attimo Fuggente

          Ah ah.Ci sono due inesattezze.1 era 13 anni fa. 2 quello si spacciava per presidente ma era un prestanome e i 32 assegni che aveva in borsa erano dei suoi creditori Capitalia – Unicredit

          • Brigante

            Basta torno a fare cinema. Siete delle medde

          • Attimo Fuggente

            Ah ah.Il cinema lo faceva pateto,tu hai fatto solo cinepanettoni e debiti completando l ‘opera con cinecitta’world.stai in mano alle banche e il Napoli ,comprato con i loro soldi, serve per garanzia.

          • Brigante

            Ecco un’altro che non si fa mai i fatti suoi deve sempre rompermi le uova nel paniere.
            Ma lo capisci che non ci sono soldi o no?
            Prendi coscenza della nostra miserabbbbile realtà!

  • Carlo Beccaria

    Tranquilli…dovessimo non passare, non sarà una tragedia, come giustamente detto da Sarri

    • Brigante

      Concordo in tal caso nessuna tragedia, l’importante e aver lottato e sudato la maglia.
      Nello sport non conta per forza vincere ma il rispetto dell’avversario, e mettere pauva.
      Chi vuole per forza vincere vada a tifare per la Juve.

      • giancarlo percuoco

        però il 16 agosto ci vuole poco a sudare la maglia.

        • Brigante

          Ricordati che 13 anni fa non avevamo neppure quella cavo mio.
          Ne maglie e ne palloni.

          • Carlo Beccaria

            Oggi invece abbiamo maglie fantastiche – sopratutto quella gialla – molto aderenti, migliaiai di palloni e un grandissimo acquisto che ci fa stare sereni: Mario Rui

          • Brigante

            Ringrazia il signore che 13 anni fa ci raccolse dalla medda.
            Mario Rui non ti deluderà vedrai sarà il nostro Maicon ne sono strasicuro.
            In ogni caso chi vuole per forza vincere si deve rivolgere altrove.
            A noi basta il rispetto e una pacca sulla palla dell’avversario

          • Carlo Beccaria

            sarà il nostro Maicon………
            qui mi sono fermato e non sono andato oltre

          • Brigante

            De Laurentiis:
            Platini mi dice che devo rispettare il fair play finanziario, io posso non condividere, ma mi adeguo. Se poi questo fair play salta, allora io faccio uscire 200, 300 milioni di euro e faccio saltare il banco.

            Carlo abbi fiducia, adesso che è saltato il F.P.F. il nostro grande presidente manterrà la promessa vedrai.
            Tieniti pronto allaccia le centure che adesso ci compra il topo player

          • Carlo Beccaria

            Il topo player è una definizione prefetta….bravo

          • Carlo Beccaria

            Non voglio vincere ad ogni costo…..però non voglio neanche credere ai ciucci che volano

          • giancarlo percuoco

            era l’inizio di una fantastica avventura.

          • Brigante

            O fridd n’guoll.

    • alfonso

      Altrochè, se usciamo i giocatori li vedremo piangere…

  • Attimo Fuggente

    Che senso ha  la forzata spavalderia di alcuni,dalla quale spero che sia immune la squadra? Nizza è la terza in Francia,dopo Monaco e PSG e ha distanziato il Lione (che ha eliminato la Roma) di 9 punti.Parole come asfaltare ,calpestare ecc.sono demenziali. E noi,allo stato attuale,col portiere e i difensori che abbiamo, possiamo prendere gol da chiunque getti una palla in area,sia esso Palermo ,Sassuolo,Chievo o l’Atletico dominato per 88 minuti.E un gol subito,in una partita secca,può essere pesante,nel conteggio ,ma anche dal punto di vista psicologico.Dunque niente arrembaggi ,equilibrio,pazienza e grande applicazione difensiva.Anche perchè loro mi sembrano incapaci di arroccarsi e fanno giocare.

    • giancarlo percuoco

      sono d’accordo.

  • Riccardo62

    Secondo me giocare il ritorno fuori è un vantaggio, se arrivi per caso ai supplementari e segni è fatta.Se l’Ajax è ancora quello visto l’anno scorso fino alle semifinali averlo eliminato non è impresa da poco, tanto scarsi questi del Nizza non devono essere e se ricordo bene l’anno scorso per un po’ erano pure avanti al PSG. Siamo certamente favoriti ma con le ns disattenzioni croniche noi possiamo rimettere in corsa chiunque, non dimenticate il Besiktas l’anno scorso… Comunque passa pure il il Siviglia passa rischiamo l’ennesimo giorne di ferro (avete dato un”occhiata alla seconda fascia?) ma quasi quasi sarei contento, quest’anno tra passare come seconda ed essere buttati fuori agli ottavi da una delle prime di altro girone (o possiamo vincere la CL? Siamo quotati a 30) o piombare in EL come favorita (a meno di clamorose cadute ai gironi di una big) io scelgo la seconda, è uno dei pochi trofei che Sarri può già portare a casa.

    • giancarlo percuoco

      se ci qualifichiamo e becchiamo il Siviglia ai gironi vuol dire che ci siamo scansati il Barcellona il Real e l’Atletico.
      così scarsi non sono comunque. in un campionato molto simile al nostro sono arrivati terzi. come noi.

    • alfonso

      Concordo sul fatto che la seconda fuori sia un vantaggio. E preferirei anch’io un girone di ferro, perchè in fondo a noi interessa vedere il grande calcio delle grandi squadre. Di catenacci con le piccole ne vediamo già abbastanza in campionato.

  • Paco2020

    Nizza squadra d’attacco. E il Napoli ha una difesa adeguata per opporsi a una squadra d’attacco ??? Chissà,

  • robertoLEONEda tastiera

    Ma in francese come si scrive il Papponista?
    L’ papponist?

    • Brigante

      Ecco un altro che osa criticare questo splendido sito fatto di persone serie obiettive che lasciano la parola a tutti senza portate avanti nessuna croce.
      W Le Pappo’