Il Napoli si raduna, dopodomani il via al ritiro: le sensazioni (positive) del primo giorno

Milik e Zielinski sorridono in foto, il Napoli comincia la nuova stagione: la squadra di Sarri dà l’impressione di essere pronta e serena, così come l’ambiente.

Il Napoli si raduna, dopodomani il via al ritiro: le sensazioni (positive) del primo giorno

Scene da un raduno

L’ultimo raduno del Napoli, 361 giorni fa, non era iniziato sotto i migliori auspici. Era viva, sotto la cenere di un second posto facilmente dimenticato, la polemica per un calciomercato lento e senza colpi. Non avevamo visto ancora niente, doveva ancora scoppiare la bomba-Higuain.

In realtà, la polemica sui soli undici tifosi al ritrovo della squadra fu esclusivamente giornalistica. Sì, perché quest’anno il mercato non ha ancora partorito operazioni ufficiali (l’anno scorso c’era almeno Tonelli, che però disertò il raduno con il permesso della società) eppure non sembra esserci polemica strisciante. Oggi il Napoli si raduna, Milik e Zielinski appaiono sorridenti in una foto pubblicata dal sito ufficiale e Ounas fa le visite mediche a Villa Stuart.

La volubilità del tifoso

Se ci pensi, è una storia strana. O forse razionale, ci viene da dire “magari” o “speriamo”: il Napoli non ha ancora messo a segno acquisti, Ounas è in realtà un colpo laterale rispetto al valore dell’organico, ma il pubblico sembra tranquillo. Soddisfatto sarebbe un termine eccessivo, ma forse l’aver rinnovato e blindato certi contratti (Insigne e Mertens su tutti, in ultimo) ha avuto un effetto preventivo sulla (classica, storica, immarcescibile) rabbia preventiva di certi tifosi per il calciomercato.

Il Napoli è una squadra completa, che va solo puntellata in certi subreparti. Ounas sarà il primo intervento in questo senso, Mario Rui e Berenguer faranno tutto il resto o comunque una buonissima parte. Ci saranno da piazzare gli esuberi, tantissimi in realtà. Un numero elevato, tanto che la Gazzetta anticipa stamattina la lista dei convocati per Dimaro e non include Grassi, De Guzman, Zuniga. Tutti e tre, seppure con modalità diverse (prestito, cessione, rescissione) sembrano destinati a lasciare Napoli. Non ci sono comunicazioni ufficiali da parte del club, si saprà qualcosa di più nelle prossime ore. I rumors delle ultime settimane parlavano di un Sarri deciso a dare una chance all’ex atalantino.

Ma la sostanza cambia poco: il Napoli sembra pronto, forse lo è di più, realmente, rispetto al passato. Secondo le cronache da Castel Volturno, Sarri e Hamsik sono stati i primi ad arrivare. La retorica dei condottieri che si verifica nella realtà. È un (altro) segnale che si sta iniziando nel modo giusto, tutti insieme.

ilnapolista © riproduzione riservata