De Magistris non nega la realtà: «Mi aspettavo più gente in piazza per Maradona»

Il sindaco a Canale 21 dimostra di essere più intelligente dei suoi sostenitori. È stato salvato dal suo istinto, altrimenti sarebbe andato incontro ai suoi primi fischi.

De Magistris non nega la realtà: «Mi aspettavo più gente in piazza per Maradona»

Un estratto dell’intervista al VG21

Luigi de Magistris difende la sua idea, la sua iniziativa. Il primo cittadino di Napoli, intervistato dal VG21, telegiornale di Canale 21, dice la sua sul Maradona Day di ieri. Come sempre accade, i leader si dimostrano decisamente più intelligenti dei propri ciechi sostenitori. E il sindaco è costretto ad ammettere che Piazza Plebiscito fosse ben lontana dall’essere piena. La colpa, secondo de Magistris, sarebbe da attribuire al clima avvelenato, alle troppe polemiche. Sotto, un estratto dell’intervento del sindaco diffuso in anteprima da Canale21 tramite comunicato stampa. L’intervista integrale andrà in onda questa sera, nell’edizione delle 19.50.

«Un evento bello per Diego Armando Maradona, nonostante le voci avvelenate. Abbiamo sempre voluto tenere distinti i due momenti celebrativi: quello istituzionale per il conferimento della cittadinanza onoraria al Comune di Napoli e la festa in piazza del Plebiscito che era tutta per Diego. Sulla cittadinanza onoraria è opportuno chiarire: si conferisce al Comune di Napoli oppure al Maschio Angioino, ed era giusto che si rispettasse il forte momento istituzionale. Maradona ha baciato la pergamena della cittadinanza e questo è il più bel segno, nonostante l’eccesso di polemiche dei giorni scorsi. Mi aspettavo più gente in piazza, forse per il clima un po’ avvelenato».

Il sindaco è stato salvato dal suo fiuto

Ne approfittiamo per qualche osservazione. Quella sul differenziale di intelligenza tra un uomo politico e i suoi fan l’abbiamo già fatta. De Magistris, piaccia o meno, ha istinto politico, si accorge di quel che gli sta accadendo attorno. È stato quest’intuito a salvarlo anche in questa occasione. Ed è riuscito a evitare che una mossa palesemente propagandistica, quale il conferimento della cittadinanza onoraria a Maradona, si rivelasse un boomerang con tanto di fischi in piazza. Lo aveva capito e infatti già il giorno primo si era accordato con Maradona e il suo entourage per la cerimonia a Palazzo San Giacomo. Ovviamente non era questo il programma iniziale. Adesso de Magistris prova – giustamente, dal suo punto di vista – a dividere i due momenti (quello istituzionale e quello della festa) ma l’evento era stato pensato in maniera diversa. Proprio con l’obiettivo di speculare sul consenso per Maradona.

E qui veniamo all’altro punto che peraltro abbiamo già più volte sottolineato. Napoli non ha dimenticato Maradona. Ciascuno custodisce nel proprio cuore il ricordo di Diego. Ma non si presta ad eventi palesemente propagandistici. Il sindaco è stato bravo a evitare il primo bagno di fischi. Non ha negato la realtà evidente a tutti, e cioè piazza del Plebiscito semivuota. Probabilmente de Magistris ha capito anche che non può sfruttare all’infinito il disco rotto della napoletanità. A un certo punto, anche qualche suo elettore potrebbe stufarsi. In passato, ha dimostrato di saper risalire la china. Come fece dopo la legge Severino inventandosi il sindaco di strada. Adesso non sappiamo cosa farà. Riuscire a fotografare la realtà e a capire cosa sta accadendo è sempre, per un politico, una buona base.

Napolista ilnapolista © riproduzione riservata
  • FiMarciano

    Insomma secondo il Napponista Napoli deve dimenticare Maradona perché oggi grazie al loro incommensurabile Adl abbiamo superato di gran lunga le sue vittorie.
    Nel frattempo però Maradona nel corso del tempo critica la politica del loro SANTO dicendo che così NON È VINCENTE e CHE SAREBBE CAPACE DI VENDERE PURE SUA MOGLIE.
    Allora il Napolista che fa?Ovviamente prende le distanze dal grande Diego e lo smevda a più non posso ogni volta che si presenta l’occasione.
    In più unito a questo ne fa pure un discorso politico contro De Magistris e abbiamo chiuso il quadro.
    ??

    • Carlo Beccaria

      La cittadinanza onoraria la dobbiamo dare ad Aurelio e per i seguenti motivi:
      1) è residente a Roma e quindi per far sì che diventi anche Napoletano la cittadinanza onoraria è un ottimo escamotage
      2) ci ha portato dalla serie C agli ottavi di Champion (e se avesse giocato Pavoletti, chissà, anche oltre)
      3) è il più grande innovatore culturale a Napoli (in effetti vendere i biglietti di ritorno di Napoli real 40 giorni prima e sopratutto prima della partita di andata, è una grandissima innovazione culturale, prima ed unica volta nella storia di Napoli e del Napoli)
      4) farà lo stadio da 40.000 posti più 15 campi sportivi, la cittadella del Napoli, il centro congressi a Bagnoli, senza fare un solo euro di debiti,
      5) e sopratutto non è un populista che sfrutta i vecchi clichè
      Ecco di seguit un esempio di come per il Napolista, Aurelio guarda al futuro e non si fa legare dai lacci del passato.
      https://www.ilnapolista.it/2015/10/napoli-t-shirt-borbonica-de-laurentiis/

      • FiMarciano

        6) é il più grande imbonitore della storia del calcio.
        Con il Napoli si è arricchito e quest’anno con un fatturato da record lo sarà ancora di più alla faccia nostra.

  • Federico Villani

    Premetto che non sono un fan di De Magistris! Mi lego alle idee e non agli uomini o le donne che se ne fanno portatori, dato che questi/e ultimi/e possono rinnegarle in qualsiasi momento.

    Ma inizia ad essere stucchevole la patomima messa su da il Napolista… Ogni volta che si Parla di Maradona, si inneggia al mito, al grandissimo fuoriclasse etc. etc. ma non si azzardi a rompere le uova nel paniere con la Napoletanità(che per il napolista è un virus) e rimanga a Dubai nella teca, nell’assenza e nel silenzio che accrescono il mito(altra cavolata, il Mito necessita di cantori, romanzieri e una periodica presenza per esseere alimentato). Ogni volta che si parla di De Magistris si fa rifrimento alla Severino ed al sindaco di strada(come se fosse una cosa abominevole…).

    Mi domando e vi domando, avete anche altri elementi? riuscite a strutturare in modo colplesso ed articolato la critica? ormai avete due cavalli di battaglia e scrivete, iin diverse salse, le stesse cose, mancanza d’ispirazione?

    • Marco Napoletano Russo

      Il punto, caro Federico, è proprio questo: al Napolista non piace la storia della napoletanità e quella di avere Maradona “tra le scatole” proprio per questo, in quanto sia la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria che la festa conseguente è stata “moralmente” sponsorizzata ( a 0 €) dal Comune di Napoli, rappresentato da questa classe dirigente che nulla vuole avere a che fare con i radical chic e quella sinistra “morbida” che ha governato nei 15 anni precedenti (escludo volutamente il primo incarico di Bassolino, quello del Rinascimento Partenopeo, momento più alto della città insieme alla sindacatura di Maurizio Valenzi).

      Per quanto riguarda Maradona, credo che la città in parte non si sia prestata a questo gioco al colpevole, ed in parte la causa sia da individuare in altro. Infatti questo Napoli oramai è talmente forte e coinvolgente al punto che i tifosi ed i napoletani tutti iniziano a vedere Diego con una certa “normalità” (pur consapevoli del fatto che sia il più grande calciatore di tutti i tempi per distacco). Questo è un punto fondamentale: una volta risolte le sue pendenze con il fisco, potrebbe essere un ottimo elemento per far conoscere il Napoli in tutto il mondo e cercare di aumentare il fatturato strutturale, cosa che mi preme di più in questo momento.

      • Federico Villani

        La tua è una risposta ben ssrutturata, me ne compiaccio.
        però sei a conoscenza che il napolista ha avuto anche la fase delle t-shirt borboniche? dove si nneggiava aallo spirito imprenditoriale di DeLa? dove si facea riferimento ad un presidente fortemente legato al territorio ed alla sua storia?
        La cosa che mi lascia perplessoe mi fa dubitare dell’onestà intelletuale(perchè è lecito cambiare idea, lungi da me chiamare ipocrita una persona che cambia idea con cognizione di causa) e che appena De Laurentiis si è voluto discostare da quell’immagine, dove rientrà anche la Napoletanità(che non è un vrus), cè stato un cambio repentino di rotta anche del Napolista… tutto qua.

        Per quanto riguarda Maradona(che tengo separato dalll’evento, organizzato e con tempi e modi assolutamente criticabili ma non da costruirci attorno una pantomima) non è assolutamente una figura “Normale” nemmeno tutt’oggi anche se nelle generazioni più giovani fa sempre più presa l’attualità(cosa normalissima) circoscritta, però, agli ultimi due anni. Sarri è quello he ha portato alla ribalta il Napoli nei cuori e nelle menti non solo dei napoletani.
        Per quanto riguarda illfatturato, sfondi un portone aperto. ma senza infrastrutture (lo stadio iin primis) e senza investimenti(con la partnership di aaziende multinazionali) nel marketing le prospettive di crescita sono pochè(questo è il massimo che DeLa può fare, e non è poco, attualmete)

  • Venio Vanni

    Le parole di Giggino e l’equilibrio di Gallo danno l’esatto spessore delle truppe cammellate della rivoluzione civile…

    • giancarlo percuoco

      Gallo sindaco.

      • Carlo Beccaria

        Sindaco no, perchè poi revoca la cittadinanza onoraria a Maradona e poi riorganizza il tutto per fargliela dare da Aurelio in persona….ma a castelvolturno

        • giancarlo percuoco

          Il sindaco di Castel Volturno è del pd. La tua non è una ipotesi strampalata.

  • Me

    Tra aspettarsi più persone ed inventarsene solo 5000 c’è gran bella differenza. E complimenti per la capacità di vedere attraverso le realtà alternative, in quella nella quale è andato in piazza è stato sicuramente fischiato, vi crediamo visto che vi state dimostrando degni di fiducia.

    Siete un disco rotto, rendetevi conto, parlate di calcio che fate (quasi sempre) più bella figura.

  • Gennaro Russo

    Penso che il Sindaco di Napoli non abbia bisogno di “mosse propagandistiche”. Il suo secondo mandato, attualmente in corso, non potra’ essere triplicato: lo vieta la legge.

    • White Shark

      Gallo ti dirà che punta al parlamento. Che poi di persone oneste e trasparenti ne avremmo un bel po di necessità nei palazzi romani ma evidentemente Gallo non la vede così.

      • Carlo Beccaria

        A Gallo ciabbrucia o mazz perchè ha dovuto lasciare sotto i tavoli del Gambrinus 4.000 fischietti ancora sigillati. Quando ha saputo che Giggino non si muoveva da Palazzo San Giacomo, ha chiesto al cameriere se avevano il wi-fi.
        Mi spiace siamo un bar storico
        Allora, per cortesia mi porti il conto…
        Va bene signore e i fischietti che ne facciamo? Qui non può lasciarli

        • White Shark

          ?.

    • Il Boemo

      punta alla politica nazionale o regionale.

  • Enrico Pessina

    Ancora con questi deliri?
    E come fate ad essere certi che sarebbe stato fischiato? Avevate preparato voi una squadra e ci siete rimasti male?

    • Jacopo Carrucci

      Il sindaco, anche questo sindaco, è fischiabile. Cari arancioni, fatevene una ragione.

      • Enrico Pessina

        Se leggi, la questione e la domanda erano altre.
        E non hai risposto.

        • Jacopo Carrucci

          Guarda, su de Magistris è inutile rispondere. Nel senso: il Napolista ha una linea – almeno ne ha una – a volte condivisibile altre volte meno. Discutere fa anche bene ma non se ne esce, proprio no.
          Sarebbe meglio discutere del sindaco di un’altra città (dico per paradosso) almeno ne uscirebbe una discussione oggettiva e non viziata!

          • Me

            Guarda che finora non si è discusso di niente, ci sono persone che dicono “De Magistris fa schi*o!”, gli chiedi perché e ti rispondono che è inutile parlarne. Bella discussione.

          • Enrico Pessina

            Bloccalo. È un provocatore.
            Io l’ho appena fatto.

          • Me

            Poi il Napolista parla di truppe cammellate, qui siamo alle truppe coglionate.

          • Enrico Pessina

            🙂

          • Il sedicente educato.

          • Me

            Sono educato con chi se lo merita. A te posso dire che sei un coglio**e e ti sto trattando. Inutile che mi rispondi, tanto ora ti blocco, parlate tra di voi minorati, io continuerò a discutere con le persone serie. Adios.

          • Minorato lo dici a tuo padre, il presidente della cooperativa che aveva preso in gestione il corpo di tua madre.
            Arancioni, gratti un po’ e spunta il nero.

          • polytropos

            ROTFL

          • Jacopo Carrucci

            Facile la dialettica tra simili, bello sforzo. Chi scrive – argomentando mi pare, senza spernacchiare e dire maleparole – cose diverse è troll. Povera Italia

          • Me

            Fatto. In ritardo ma fatto.

          • Enrico Pessina

            😉

          • Enrico Pessina

            La domanda non era su de Magistris e lo sai.
            Ora fuori dalle scatole, sollazzo da quattro soldi.
            Mi chiedo perché non ti ho bloccato prima.

          • Jacopo Carrucci

            Un trollazzo che scrive bene in italiano a quanto pare ahahah

          • Carlo Beccaria

            Ma se la discussione politica parte dal gossip e dalla fuffa (come può essere un fatto politico la cittadianza a Maradona????? e come può essere critica politica speculare sul gossip – doveva andare in piazza, non è andato, ha paura dei fischi, ha cambiato idea, il programma prevedeva).
            Non ti piace Giggino? Ok, sei un giornalista o ti atteggi a tale….fai un bel pezzo sulle corse degli autobus ridotte del 70% in periodo estivo, oppure vai a fare tu un intervista all’assessore sulla questione del basket a Napoli o ancora sulla spinosa questione dei lavori della metropolitana o su Bagnoli (ma non per lo stadio, ma per la bonifica che è la cosa che viene prima di qualsiasi progetto hai per Bagnoli). Fare analisi politica sulla paura dei fischi è come fare analisi politica su ADL che non parla quando il Napoli perde
            e per favore, parliamo di altro

          • Jacopo Carrucci

            Beh esistono eccome gli articoli di politica pura – sui giornali ci sono le pagine di politica-politica -, esempio: su Bassolino che non venne chiamato sul palco da Veltroni nel 2008 si scrissero una valanga di ‘ipotesi politiche’. Dibattiti a non finire per giorni. Ci sta. Lo smacco di DeMa assente in piazza con Maradona è argomento, appunto, squisitamente politico, e tale resta. Le inchieste e le interviste sono cronaca, che magari ricomprende la politica, ma restano articoli di cronaca.

          • Carlo Beccaria

            Vedo che hai un senso della politica di tipo post-moderno…..avevano ragione sul fatto che Silvio avrebbe fatto parecchi danni di tipo antropologico

        • Jacopo Carrucci

          Posso anche rispondere: non ho prove che avrebbero fischiato come non ne hai tu che non l’avrebbero fatto. E andiamo ai supplementari

  • Enrico Pessina

    Se gli oppositori politici del Sindaco sono al vostro stesso livello (ma voglio sperare di no) 100.000 volte meglio Giggino a bandana.

    • Me

      Lo dichiarassero apertamente chi appoggiano, invece fanno tutto aumm aumm, mi sembrano quelli sempre contro De Laurentis che preferirebbero andare in serie C che tenerselo.

      • Enrico Pessina

        Non so. Forse è solo un pretesto.
        Poiché stanno insistendo ossessivamente con le stesse affermazioni troppo illogiche e troppo ridicole per essere vere, comincio a pensare che si tratti di provocazioni allo scopo di animare la discussione (in tempi di magra, visto che il calcio è fermo) ed abbuscarsi la pagnotta quotidiana di click.

        • Me

          È starebbero facendo una tale figuremmè megagalattica solo per qualche click? L’avevo pensato anch’io all’inizio ma l’avevo escluso poiché alcuni articoli mi erano sembrati troppo astiosi e perché attacchi simili ma più contenuti ne avevano fatti in passato, ma se davvero fosse così sarebbe ancora più disonorevole di quanto pensassi.

          • Enrico Pessina

            Già, molto più disonorevole.

        • Jacopo Carrucci

          ‘abbuscarsi la pagnotta quotidiana di click’. Appunto, come tutti i giornali da che mondo è mondo (un tempo erano le copie). Anche se voi credete di trovare su queste umili pagine la Fenomenologia dello Spirito

          • Me

            C’è modo e modo, ce ne sono di dignitosi e meno dignitosi. Fare ammuina non è dignitoso.

          • Enrico Pessina

            C’è modo è modo.
            Poi c’è una cosa strana che si chiama dignità.

          • Jacopo Carrucci

            Eppure mi garberebbe un monte (uso il toscano) leggere un vostro editoriale, un’opinione, un fondo. Giusto per capire – in forma meno sfilacciata di un commento – il vostro pensiero, più strutturato e argomentato. A quel punto si capirebbe se ‘quel modo e modo’ vale per tutti o solo per chi scrive cose che non ci vanno a genio.

          • polytropos

            Infatti, Guido Ruotolo è in pensione, scrive tra una peroni e una piada con la porchetta col tablet appoggiato sulla panza a sbluso . Gli autori delle rubriche più amate sono in ferie. È rimasto solo Gallo, r bisogna capirlo: magari non può andare a mare perché ha il figlio o la suocera con la febbre, non sopporta il caldo, gli si è rotto pure internet a casa e cerca invano di scroccarlo dal Gambrinus, per vedersi il video nostalgico di D’Alema e Rutelli che sfottono Berlusconi dopo le regionali del 2005… Non vi fa pena il pover’uomo?

          • A me fai pena tu che prendi 10 centesimi a post.

          • polytropos

            Non ne ho bisogno. Ho preso 10 e 87, l’ambo di Maradona, per la faccia di Gallo e tua.

          • Venio Vanni

            Sei proprio un clichè… il napoletano che gioca al lotto l’ambo di Maradona… tu una sola forma tieni….

      • giancarlo percuoco

        Stanno alla finestra. Potrebbero ritrovarsi o con baffino, oppure col bandana, quello originale.

        • Me

          Chiaro, quel che capita basta che li faccia partecipare alla festa.

      • Jacopo Carrucci

        ma chi devono appoggiare ahahaha, ma che pretestuosi che siete. Uno è ‘contro’ un politico e dev’essere per forza a favore di un altro? Ma che equazione da terza media, gesù

        • Me

          Ti manca il concetto di essere contro, che comprende l’entrare nel merito delle motivazioni e proporre alternative. Altrimenti sei solo un papponista, categoria vituperata dal sito, che se gli chiedi perché odia De Laurentis ti risponde: “Perché si mangia i soldi, è romano, preferisco la serie C!!1!”. A quello siamo a livello di discussione da parte del Napolista e di numerosi commentatori contro De Magistris.

          • Jacopo Carrucci

            mah, a me pare che qui i commentatori pro de Magistris siano la stragrande maggioranza, ma proprio il 90%. Certo, è una maggioranza che stranamente si sente in minoranza

          • Me

            Hai una capacità di svicolare dagli argomenti della discussione invidiabile. Quindi non entri nel merito perché sei in minoranza? Povero, ora chiamo il WWF.

          • Jacopo Carrucci

            Ma quale sarebbe il merito della discussione? Per me – lo ripeto da stamattina – de Magistris ha fatto un errore politico (spettacolarizzare la cittadinanza a Diego) e ha subito un inciampo politico (non andare in piazza lo è stato), più merito di questo, scusa. Cos’altro sarebbe ‘nel merito’?

          • Me

            Certo. Verità: sindaco decide di dare la cittadinanza onoraria ad un uomo. Comico organizza festa in piazza per festeggiare. Sindaco non si presenta perché non fa parte del suo ruolo istituzionale, ma trattasi di festa privata.

            La vostra verità: Sindaco decide di dare la cittadinanza ad un uomo per spettacolarizzare. Comico organizza una festa. Il sindaco non ci va perché abbiamo cambiato idea e non voleva più spettacolarizzare. Questo è un grave inciampo politico per il sindaco anche se la festa era privata.

            Siete RIDICOLI. Se fosse andato stareste ad urlare al populismo. Se non va fa un errore politico. Ridicoli. Spero per voi che non crediate davvero a ciò che dite ma sia solo trolling/lecchinaggio al Napolista/opportunismo politico. Perché va bene tutto, ma mistificare così la realtà è vergognoso. Evita di rispondermi, tanto vi blocco tutti, inutile discutere con gente come voi.

          • Jacopo Carrucci

            Lecchinaggio al Napolista? E che ci guadagno, l’abbonamento ai contenuti premium…Guarda che la tua lettura ‘oggettiva’ dei fatti pecca di ingenuità, semplifica ció che semplice non è (in politica non lo è mai, chiedere ai 5 Stelle). La festa doveva essere in piazza con Maradona e De Magistris. Verità apodittica. Infatti – credo ti sia noto – Diego ha fatto i capricci per 3 ore d’orologio prima di cedere – i patti erano diversi! – e andare al Comune dove improvvisamente, guarda un po’, il sindaco ha deciso di tenere la cerimonia. Non tutto è bianco o nero, amico mio.

          • Venio Vanni

            Il classico complesso della sinistra… Essere minoranza nell’anima.

        • Ho provato a spiegarglielo ma niente, non ci arrivano.

          • Jacopo Carrucci

            Il fatto bello è che noialtri che proviamo, diciamo così, a seminare dubbi siamo tacciati di parteggiare (per chi? Boh), mentre quelli infoiati nella difesa di de Magistris – e perchè poi, affascinati dal potere forse – chiedono, pretendono ‘equilibrio’. Na casa di matti.

  • giancarlo percuoco

    Allora contrordine compagni.

  • Neapolitan Joe

    Sindachello allo sbando, dimettiti e liberaci.

  • Enrico Pessina

    Ad esempio, tornando all’ipotesi della provocazione acchiappa-click, il commento appena postato dall’utente Neapolitan Joe (mai sentito prima) non sembra genuino. E’ troppo gratuitamente provocatorio. Secondo me si tratta di un addetto all’animazione che entra in azione quando una discussione non decolla.

    • Me

      Considerato che si tratta del suo quarto commento in totale su disqus direi che è di sicuro un fake, dato il clima e ciò che scrive è molto probabile sia della redazione.

      • Neapolitan Joe

        No persone malpensanti.
        Mi sono appena iscritto.
        Sono tifoso del Napoli dal 1983/84. Considerate che sono nato nel 1978.
        Caro Enrico Pessina (nome giuridicamente altisonante) e Me (nome vagamente egocentrico), non sono un fake. Non mi avete sentito prima perchè mi sono iscritto oggi.
        Sono schifatissimo, questo è vero, da come questo sindaco amministra la nostra martoriata città e da come, eccomi al Napolista, sia stata strascicata la questione stadio. Andasse a parlare dello stadio dell’Inter. Ci ha usati ogni domenica che è andato allo stadio San Paolo.

        • Enrico Pessina

          Confermo. Non puoi essere vero.

          • Neapolitan Joe

            Rassegnatevi amici del Flop.
            Ho scoperto questo bel sito una settimana fa e mi sono iscritto.
            E non è vero che qui si fa propraganda anti sindaco perchè un mio posto molto lungo e dai toni accesi perchè scritto “a caldo” ancora non è stato pubblicato.
            Ripeto, domettiti sindaco DEMAgogo!

        • Me

          Ah, quindi ti sei iscritto apposta per scrivere frasi pregne di significato come:

          Sindachello allo sbando, dimettiti e liberaci.

          DEMAgogo politicamente è finita!
          Bellill’!

          Sindaco DEMAgogo dimettiti!

          Di sicuro porterai giovamento alla discussione civile del sito vista la classe con la quale argomenti le tue opinioni.

          Bellill’!

          • Tu ti erii iscritto per seguire Fasano e guardati…

          • Me

            Quindi è un tuo fake questo poeta della contestazione al potere? Puoi fare di peggio.

        • nerofumo3

          Sono schifatissimo… la nostra martoriata città… ci ha usati ogni domenica…
          Hai quasi commosso il web…

      • Tu parli di fake??????

        • Me

          Oh, è tornato quello per il quale la libertà di espressione ed il diritto al voto non spettano a tutti. Già finite le cure? Non hai altri a cui rompere? Sciò.

      • Federico Villani

        In risposta a Pessina, al post originario ho posto un quesito per lui e per te, credo lo troverai interessante…
        xD

    • Federico Villani

      Ho appena letto del caro biglietti applicato dalla S.P.A.L. è mi sorto subito un quesito dato che si parla dei prezzi “stracciati” che applicca il Napoli(tra l’altro della S.P.A.L. ,si fa in fondo all’articolo, un conteggio sul singolo biglietto e si raffronta con il prezzo “tessera” dello scorso anno del Napoli, a proposito di strumentalizzazione meditica) di seguito il quesito perte (Pessina) e Me:
      Se io sono il propritario si una scoietà di calcio x,, e stabilisco che
      i costi per un abbonamento in tribuna y sia di 1000 euro con
      conseguente risparmio rispetto all’acquisto del singolo biglietto delle
      gare casalinghe ma poi di fronte all’evidenza dell’elevato costo del
      biglietto e la conseguente difficoltà nella vendita sono “costretto” ad
      abbassare il costo del singolo biglietto andando ad inficiare il
      beneficio(promesso in modo vincolante) al povero abbonato che di fatto
      paga di più dello spettatore che acquista il singolo biglietto, vi
      chiedo: <>

      • Enrico Pessina

        A mio parere, violazione dei doveri di correttezza e buona fede nell’esecuzione del contratto ex art. 1375 c.c.
        Ne conseguono responsabilità contrattuale ed obbligo risarcitorio.

        • Me

          Se è stato promesso in modo vincolante il prezzo più basso allora si. L’ultimo abbonamento l’ho fatto quando eravamo in serie C quindi non saprei come funziona, se esista un vero e proprio contratto o venga solo garantito il posto per n partite. Di certo un comportamento serio sarebbe restituire il di più pagato. Tieni conto che in realtà più civili della nostra ad esempio se io abbonato non posso andare allo stadio avviso la società che mi rimborsa in parte e vende il mio posto. Diciamo che qui in Italia siamo un po’ tutti polli da spennare, mica solo gli abbonati.

          • Enrico Pessina

            Ahinoi, è proprio così.

          • Federico Villani

            Bè, lo scopo dell’abbonamento è proprio quello, garantire all’abbonato un trattamento economico di favore, rispetto ll’acquirente del singolo tagliando, in cambio della vendita di un posto per tutte le gare.
            Credo proprio che l’accordo sia vincolante..

          • Me

            Ti sbagli, dipende dalle condizioni contrattuali. Purtroppo non ho trovato quelle del Napoli (che sito di m che abbiamo) ma solo quelle degli scoloriti (tranquillo, ho pulito il cellulare e le dita dopo averle consultate) e ho trovato delle cose interessanti. Ti confermo che non c’è rimborso per le diminuzioni di prezzo, né per gli spostamenti delle partite; inoltre si può vendere i propri singoli posti sul loro sito (non pensavo) ma non recedere del tutto dall’abbonamento (a quanto pare non è possibile in generale per gli abbonamenti fatti per “divertimento”, tipo anche le palestre, ma solo per servizi). Suppongo i termini dell’abbonamento al Napoli non siano molto diversi, al netto della vendita per la quale dubito si sia informaticamente attrezzati. Spero di esserti stato utile!

          • Federico Villani

            Capisco, quindi l’abbonato è un coglione….(scusa il termine)
            Cioè la politica aziendale è unilaterale(un po’ come fanno le banche … ti comunicano che sono cambiati i termini de contratto e sono tutelati).
            Okquindi non arà uua pratica illegale, ma è quanto meno disonesta…
            io faccio l’abbonamento anche perchhè ho un effetivo risparmio sul singolo biglietto…(come mi faccio il telepass anche per risparmiare sul singolo pedaggio…).
            Vabbèècapisco… almeno i non colorati(brrrrrrr solo a pensarli) mettono pubblicamente la politica aziendale sugli abbonamenti e comunque non credo che il singolo acquisto di un tagliando venga a costare di meno in proporzione con l’abbonamento.

          • Me

            Si ma tecnicamente l’abbonato non compra un posto, ma se ne assicura solo l’assegnazione per tutta la stagione ad un prezzo stabilito. Se per assurdo i biglietti costassero di più nessuno gli chiederebbe la differenza. Inoltre ha tutta una serie di altri vantaggi in genere, tra i quali prelazione per le coppe e sconti sul merchandising che chi compra un biglietto non ha. È un contratto, può essere conveniente o meno, l’importante è che in fase di stipula le clausole siano chiare e non cambino in corso d’opera.

          • Federico Villani

            appunto, bisognerebbe leggere tutte le clausole di stipulazione…
            Io infatti parlavo di anche un vantaggio economico, non solo di quest’ultimo.
            Al momento della stipulazione,con l’abbonamento si aveva un costo inferiore per singolo biglietto rispeetto a quelli che comravano il singolo tagliando senza abbonamento.

            Una cosa che posso dirti per certo(perrchè ho un amico abboanto in tribuna nisida) è che ii Napoli aveva comunicato, alla scadenza dello scorso capionato, una soluzione per il prossimo campionato agli abbonati che hanno informato la SSC Napoli di ciò.

          • Me

            Ma guarda che va scissa l’eventuale responsabilità contrattuale dalla “giustizia”. Quando fai l’abbonamento non si sanno in anticipo i prezzi dei biglietti poiché vengono decisi di partita in partita, quindi è nei fatti impossibile promettere alcun tipo di vantaggio economico, stai prenotando un posto per tutto l’anno e basta. Poi che possa non essere giusto siamo d’accordo, ma niente è dovuto, e se il Napoli si muove in tal senso non è perché è costretta ma probabilmente per semplice opportunità, non le conviene di certo inimicarsi i già scarsi abbonati, in particolare quelli che usufruiscono di posti “d’elite” come il tuo amico.

          • Federico Villani

            Tu dici? nvece credo che i prezzi(come per la S.P.A.L.) si sappiano prima(volendosi informare), logico che chi acquista il singolo biglietto lo saprà dai media qualche giorno prima della partita, esistono le griglie top(per le partite di cartello) e standard(per ie restantei gare) ed è in base a queste griglie che si conteggia il costo dell’abbonamento, che da sempre e per tutti i club, hanno un prezzo più basso sulla singola partita!

          • Me

            Ok, ma vedi che se la Spal comincia a perdere tutte le partite e lo stadio si svuota, abbasseranno anche loro i prezzi, gli abbonati l’avranno preso in saccoccia e potranno solo lamentarsi. Uno si può fare tutti i conti che vuole, ma le griglie non sono vincolanti.

          • Federico Villani

            è una cossa plausibile ma poco onesta, una volta che si abbassano i prezzi(questo per avere maggiore affluenza) biisognerebbe rimborsare per la differenza gli abbonati. Sarebbe una cosa Etica.

          • Me

            Ti ribadisco che sono d’accordo con te, ma purtroppo l’etica e gli affari non vanno mai troppo d’accordo.

          • Federico Villani

            Ok, interrompiamo questa discussione perchè ho a sensazione che tu stia iniziando ad infastidirti ed iniziando ad avere il “roteamento sferico” tipico di chi non ne può più di un argomento… eheheheheheheh xD
            Al prossimo confronto ,)

          • Me

            No guarda, ho avuto ben altri scontri qui, finché si tratta di discutere pacatamente quando vuoi!

        • Federico Villani

          Certo, a mio parere si potrebbe anche fare una class actton per violazione dell’art 640 c.p.(anche se è un po’ “stiracchiata” la pretesa…)

          • Enrico Pessina

            Non so, bisognerebbe provare la sussistenza di “artifizi o raggiri” che caratterizzano il reato di truffa e non mi sembra il caso.

          • Federico Villani

            Per questo trovavo che fosse stiracchiata, se non altro perchè il risultato c’è! la cosa difficile sarebbe provare gli “artifizi” ed i “raggiri” che manifesterebbero il dolo.

          • Enrico Pessina

            Esatto. Buonanotte a te Federico. Io vado perché domani si lavora.

          • Federico Villani

            idem, buonanotte anche a te.

  • Luky Lefric

    .

    Un fan intervistato dalla
    RAI all’evento di Maradona ha detto:

    “Maradona è stato…. ed è il riscatto dei napoletani
    (o di Napoli)..

    Beh è comunque un punto di vista…… ma a mio parere non
    condivisibile..!

    Stiamo freschi, se una città
    come Napoli aspetta il “mito” Maradona per emanciparsi …per
    carità grande giocatore e poi ?

    Vogliamo parlare dell’uomo MARADONA. ?..Meglio lasciar
    perdere !!!!.

    Per carità basta con l’emancipazione attraverso il
    “riscatto” da qualcosa con i “falsi” miti…., ormai il “riscatto” è quasi una “nevrosi
    “collettiva.

    A mio modesto avviso, con un po di sana retorica…
    l”emancipazione dl uomo avviene con la consapevolezza e l’affermazione di valori morali ed etici un po’ più “elevati
    ,”e francamente lo spettacolo di MARADONA poteva anche svolgersi all’ ARCI
    di SCAMPIA ( fondazione Cannavaro/Ferrara)…avrebbe avuto un segnale,
    senz’altro, emancipato e
    “FORTE” da parte di una faccia della città che non se la passa
    molto bene….

  • White Shark

    Ieri al pezzo di Gallo sul fiasco anticipato (poi tramutatosi in una figuraccia del direttorissimo) avevo usato l’espressione “patetico”. Stasera con questo altro pezzo non posso che dire “squallido” per il complesso di superiorità che affligge l’autore di quest’altro pezzo (lo stesso direttorissimo?). In particolare per la frase: dimostra di essere più intelligente dei suoi sostenitori. In un colpo solo ne offende un bel po di persone ed anche lo stesso Dema che è palesemente accusato di avere dei deficienti come sostenitori.

  • artemisia

    parlare di calcio no?

  • robertoLEONEda tastiera

    Ma sono sul Napolista o sul Papponista

    • Enrico Pessina

      La seconda che hai detto.

  • Carlo Beccaria

    Ancora una falsificazione della realtà.
    Leggi il titolo e pensi che Guggino abbia fiutato l’arrivo di fischi.
    Leggi la sua dichiarazione e capisci che Gallo e company ci prendono per fessi:

    Abbiamo sempre voluto tenere distinti i due momenti celebrativi: quello istituzionale per il conferimento della cittadinanza onoraria al Comune di Napoli e la festa in piazza del Plebiscito che era tutta per Diego. Sulla cittadinanza onoraria è opportuno chiarire: si conferisce al Comune di Napoli oppure al Maschio Angioino, ed era giusto che si rispettasse il forte momento istituzionale

  • La furia violenta, lo squadrismo becero, il fascismo dei sostenitori del rivoluzionario a spese nostre fa veramente paura. La mia solidarietà al direttore che combatte una battaglia di civiltà e democrazia contro il sansepolcrismo del web.

    • polytropos

      “Grazie anche a quelli che non volevano che io fossi cittadino napoletano, perché così si dimostra che abbiamo una democrazia e che tutti possiamo parlare, però vinceremo sempre noi che abbiamo fatto qualcosa per questa città.” Firmato D10S.

      • Una volta i giornali li incendiavate, vi siete imborghesiti.

        • polytropos

          A prescindere che giornalisti qua non ne vedo… tu rimani sempre uguale a te stesso, nonostante le abbondanti aspersioni col rum.

    • Carlo Beccaria

      Qui raggiungiamo vette apicali….
      uno che non darebbe il voto a certe persone e dispensa permessi su chi può parlare e chi non può, accusa qualcun altro di essere fascista e intravede nel gossip di Gallo addirittura una battaglia di civiltà….
      Suggerisco una marcia contro le leggi fasciste anti-Gallo che impediscono al fondatore del Napolista di criticare liberamente Giggino, Maradona e Palumbella.
      La marcia partirà da Piazza vanvitelli e si concluderà a Castelvolturno, dove i democratici la liberalizzazione del gossip e delle fake-news deporanno un mazzo di fiori sulla tomba del meridionalismo aureliano, venuto tristemente a mancare il giorno in cui Giggino ha dato la cittadinanza onoraria a Diego Armando Maradona.
      La Notte dei Fischietti Viventi

    • Enrico Pessina

      In verità, è la campagna denigratoria de il Napolistae ad essere degna del famigerato ventennio.

  • Il Boemo

    Dittatura Giggino sempre più ampia vedo. È vietato criticare Gigino O Masaniello, Pessina ti fa causa.

    • Enrico Pessina

      Caro Boemo, purtroppo non ho letto neppure una critica a De Magistris, né negli articoli, né nei commenti.
      Mi sorprende che tu possa elevare al rango di critica Il dileggio, l’insinuazione, la denigrazione e l’affermazione di fatti falsi.
      Dittatura di Giggino?
      A me sembra che la stragrande maggioranza degli utenti perbene, a prescindere dalle convinzioni politiche, si sia indignata per la rozza, insistita ed incomprensibile campagna denigratoria de il Napolista.
      Ti auguro una buona giornata.

      • Il Boemo

        È incomprensibile per te perché sei sul piano della tifoseria per l’uno o per l’altro. Probabilmente anche ilNapolista è sullo stesso piano (ma dalla parte avversa), ciò non toglie che si tratta di normale opinionismo giornalistico. Io che non tifo né giggino né i nostalgici bassoliniani e piddini ho trovato alcuni aspetti della critica del napolista eccessivi, ma la censura non mi piace.

        • Enrico Pessina

          No, Boemo, secondo me è incomprensibile per l’insistita virulenza e per la manifesta pretestuosità degli argomenti.
          Senza contare che in queste pagine vorremmo parlare del Napoli e di calcio.
          Già ci dividiamo su Sarri o Benitez, Rog o Allan, ADL bravo o cattivo, ci manca solo che ci accapigliamo anche su temi politici.
          A meno che lo scopo non sia esattamente questo.
          Neanche a me piace la censura, ma non comprendo il riferimento.
          Noi poveri utenti / lettori / cittadini abbiamo forse qualche potere censorio?
          Abbiamo forse impedito al Napolista di scrivere 20 articoli su De Magistris cattivo?
          Il Napolista ha scritto ciò che voleva e pure noi.
          Un saluto.

          • Il Boemo

            Beh i toni di alcuni commenti non mi sembrano quelli giusti, ovviamente va bene il diritto di critica, non di squadrismo virtuale.

          • Enrico Pessina

            Forse qualche commento era effettivamente sopra le righe (ma con l’attenuante della reiterazione quasi provocatoria degli articoli in questione) ma, almeno, quasi tutti erano di critica argomentata.
            Ciao Boemo.

          • Me

            Esatto, anche io con qualcuno mi sono scaldato, ma quando ti trovi davanti un muro di gomma al quale chiedi di argomentare e le sue argomentazioni sono sindaco pappò di cosa vuoi discutere? A questo punto con quelli con i quali riesco a discutere lo stesso pure con differenze di opinione proseguo, gli altri blocco perché basta, m’agg rutt, parliamo di calcio.

          • Enrico Pessina

            Assolutamente d’accordo.

          • Il Boemo

            Gli articoli in questione erano editoriali e come tali van presi, la notizia non è solo la cronaca pura. Gallo fa il direttore e Ruotolo l’opinionista/editorialista. Si può condividere o no, ma non stiamo uscendo dalla normalità del giornalismo.

          • Enrico Pessina

            Ok, ma c’è giornalismo e giornalismo.

    • Me

      Mi sembri una persona intelligente, quindi provo a spiegartelo.

      Se vuoi criticare trovi un errore della controparte e dici perché per te è un errore. Qui invece abbiamo assistito in pochi giorni a:
      Intervista a De Laurentis con parole modificate. Lui dice che il sindaco è una brava persona che governa una città con 1,7 mld di debito, loro riportano abbia detto che la città ha quel debito a causa del suo populismo. Inventare parole non è criticare.

      In piazza per Maradona si presentano tra le 10 e le 20mila persone, verosimilmente 13mila, loro dicono che sono 5mila e pubblicano una foto presa dal basso a fine serata quando molti sono andati via come prova. Modificare la realtà non è criticare.

      Entriamo nel dettaglio. Giggino ha dato la cittadinanza a Maradona. Stop. Tutto il circo è stato organizzato da terzi con sponsor privati. Giggino non si è presentato al circo perché il suo dovere istituzionale era finito. Loro hanno avuto il coraggio di dire che non si è presentato per non prendere i fischi (non c’è riprova); che si tratta di sconfitta politica la mancanza di persone alla festa (anche se non si è presentato né l’ha organizzata). Le critiche si fanno nel merito, non su cose nei quali il criticato non ha messo le mani.

      Non oso immaginare cosa avrebbero scritto si fosse presentato, immagino accuse di populismo a caratteri cubitali. Vedi Boemo, è questo che è vietato, la mistificazione della realtà, non la critica.

      • Il Boemo

        Giggino non ha una lira, ha detto a Siani: sià pigl e sponsor tuoje e fa venì a chist, dopodiché tra critiche e cavoli vari, giggino si è defilato per paura di farci una brutta figura con i fischi o con il numero degli spettatori. Per il resto stiamo parlando di critica giornalista e di un legittimo opinionismo da parte di una testata che non è dissimile da quella di tante altre, solo che questa è l’unica che parla anche di calcio napoli. Mettersi a parlare di complotti del napolista e quant’altro è da censori.

  • FiMarciano

    C’erano piu’ di 10.000 mila persone.
    No c’erano di meno.
    No ti sbagli Napoli si e’ liberata di MARADONA è stato un flop.
    De Magistris ha fallito
    Maradona si intasca i soldi.

    Ragazzi nel frattempo sto cercando ancora di capire che senso hanno tutte queste polemiche.
    Ma dico io, a prescindere da tutto, NAPOLI SI PUÒ MAI DIMENTICARE DI DIEGO ARMANDO MARADONA?
    Ma siete Juventini o cosa?
    Perché certe testate come il Napolista mette in circo certe PERLE intorno al nostro indimenticabile e indiscusso campione?
    Perché tutta questa zizzania?
    Per politica?
    Perché vogliono dare un taglio con il vecchio Napoli perché é ingombrante e da fastidio alla nuova società?
    Davvero non capisco.

  • drnice

    il sindaco sarà più intelligente dei suoi sostenitori perchè chi l’ha criticato è più idiota di chi gli è contro.