Maradona, per ora, va da Putin. L’agente: «Ancore nessun invito dal Comune per il 5 a Napoli»

Non c’è ancora l’ufficialità per l’evento organizzato per il 5 luglio in piazza Plebiscito. Lo conferma l’agente di Diego che intanto domani andrà in Russia

Maradona, per ora, va da Putin. L’agente: «Ancore nessun invito dal Comune per il 5 a Napoli»

Cittadinanza ancora in bilico

Al momento, l’unica certezza è che Diego Armando Maradona andrà da Putin. Lo ha annunciato a Radio Crc il suo agente Stefano Ceci. Il passaggio dalla difesa dei Sud del mondo a Putin è spiegato da Ceci con la nuova Fifa che ora ha aperto le porte a Maradona che ambisce ad essere testimonial dei prossimi Mondiali organizzati in Russia. Ceci ha detto che al momento Maradona non ha ricevuto alcun invito ufficiale per il conferimento della cittadinanza onoraria che dovrebbe avvenire mercoledì 5 luglio in piazza Plebiscito. Ci sono alcune grane burocratiche da superare, soprattutto alla luce degli incidenti di Torino in occasione della finale di Champions e del conseguente avviso di garanzia che sarebbe stato inviato – il condizionale è d’obbligo, visto che lei non conferma – il sindaco Appendino.

La risposta a De Laurentiis

Ceci dichiara che Maradona vorrebbe venire il 4 o il 5, di ritorno dalla Russia, ma che al momento non c’è nulla di scritto. «Credo che restino da sciogliere solo questi nodi legati alla sicurezza», ha aggiunto. A De Laurentiis che ha parlato di celebrazione fittizia, ha risposto così: «Sarebbe in piazza Plebiscito l’occasione per abbracciare la città di Napoli, questo è l’evento principale. Poi l’eventuale l’amichevole tra i due Napoli per celebrare il primo scudetto, è un altro discorso».

ilnapolista © riproduzione riservata