Ci si mette anche Sacchi: «Donnarumma mi ha deluso, farà la fine di Kakà e Sheva»

Parole pesanti, per noi eccessive, dell’Arrigo: «Ho dubbi sulla sua integrità umana e sulla sua carriera. Chi ha preferito i soldi, poi se n’è pentito amaramente”

Ci si mette anche Sacchi: «Donnarumma mi ha deluso, farà la fine di Kakà e Sheva»
Arrigo Sacchi

“Dubbi sulla sua integrità umana”

Dopo il cappellano del suo Milan, padre Massimo Camisasca oggi vescovo di Reggio Emilia, anche Arrigo Sacchi scende prepotentemente e in modo insolito in campo contro la decisione di Donnarumma di non rinnovare con il Milan. L’Arrigo dedica al tema un paragrafo della sua rubrica sulla Gazzetta. Scrive di mancanza di riconoscenza, coniunga il verbo stimare all’imperfetto, addirittura dice: “Questa sua decisione mi fa sorgere dubbi non soltanto sulla sua integrità umana, ma anche sulla sua futura carriera”.  Molto sopra le righe

“Eccolo:

Ho sempre pensato che il valore della persona fosse fondamentale per ingigantire il proprio talento. A proposito di persone, stimavo Donnarumma come ragazzo e come giocatore, ma sono rimasto stupito dalla mancanza di riconoscenza verso il Milan. Questa sua decisione mi fa sorgere dubbi non soltanto sulla sua integrità umana, ma anche sulla sua futura carriera. Gli ricordo che tutti quelli che hanno privilegiato i soldi, come fecero ad esempio Kakà e Shevchenko che lasciarono il Milan per il Real Madrid e per il Chelsea, poi se ne sono pentiti amaramente.

 

ilnapolista © riproduzione riservata