Allegri: «Non c’è vergogna a giocare così. La forza di una squadra è quella di adattarsi alla partita»

La conferenza stampa dell’allenatore della Juventus: «Gli scudetti si vincono anche così. Faccio i complimenti al Napoli per come gioca».

Allegri: «Non c’è vergogna a giocare così. La forza di una squadra è quella di adattarsi alla partita»

La conferenza stampa di Massimiliano Allegri dopo Napoli-Juventus 1-1

«Bisogna fare i complimenti al Napoli che ha giocato una buona partita. Siamo partiti bene, poi ci siamo abbassati troppo. Dopo l’1-1, la partita si è congelata. Il Napolli poi non si è reso più pericoloso. Dybala non si allenava da 12 giorni. Cuadrado è arrivato all’ultimo momento. Abbiamo il Barcellona, la Coppa Italia. Non potevo pensare solo a quella di stasera. I ragazzi si sono adattati alla partita, non è vergogna fare queste partite quando gli altri ti costringono a fare queste partite»

Higuain

«Higuain è un ragazzo di 30 anni, è stato tre anni a Napoli, ama Napoli, per lui è una partita particolare. Gli scudetti si vincono anche così. Quando si consultano gli almanacchi, poi resta il nome della squadra».

Il calcio non è una scienza esatta

Il calcio non è una scienza esatta. Avevo la sensazione che il Napoli avesse speso molto e ho inserito Cuadrado e Dybala. Abbiamo portato a casa un punto importante

La forza di una squadra

La forza di un squadra è adattarsi alla partita. Se ci sta da attaccare, si attacca. Se c’è da difendersi ci si difende. E stasera l’abbiamo fatto.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. ps . in Europa a preparare le partite cosi caro Max Allegri fai la fine del psg con il barcellona, ovvero contare i minuti che mancano alla fine salvo prenderne sei.

  2. se guardiamo al concreto hanno vinto loro nel senso che hanno ottenuto cio che volevano, minimo sforzo, la domanda poi é : se giochi sempre col minimo sforzo ottieni sempre quello che vuoi? vai a giocare cosi col barcellona caro allegri e vediamo.. con un attacco con higuain dybala manzukic (azz fa il terzino ma sul serio) cuadrado sei venuto col pullmann davanti all area. ripeto la juve cosi vince gli scudetti e ha ragione chi vince, pero , senza far polemica, all estero non accetterebbero senza critica (leggi giornali odierni e vedi opinionisti) che la squadra prima in classifica venga a fare una partita del genere a campionato acquisito quando invece poteva dimostrare di essere la piu forte, cosi facendo rimane sempre il dubbio sulle sue vittorie, ottenute per lo piu contro le piccole filiali che si scansano, nonostante una rosa pazzesca. oggi i giornali parlano di una “juve solida”

    • Hai ragione: se la Juve si presenta così a Barcellona si prende le mazzate.

      Però considera anche che c’erano 2-3 giocatori a mezzo servizio (Asamoah, Marchisio, Lemina), Pjanic fuori posizione e Dybala out…
      E considera che il Napoli ha fatto una grande partita! Esistono anche gli avversari 😉
      Tutto ciò considerato, è più un punto guadagnato per la Juve che due punti persi.

      • Se si presenta così a Barcellona prende le mazzate, sono d’accordo anch’io… ma Allegri è troppo furbo per presentarsi così a Barcellona. In più credo che abbia imparato qualcosa dalla partita dell’anno scorso a Monaco, dove sul 2-0 fece catenaccio e le prese di santa ragione.
        Qui gli bastava il pareggio, e nonostante tutte le difficoltà che gli abbiamo creato lo ha portato a casa.

        • Sono pienamente d’accordo.
          Oh, poi magari il Barca si accende e fa 5 gol, possibilissimo.
          Però sarà senz’altro una Juve diversa.
          Anzi, secondo me è difficile anche che mercoledì si veda il bis della partita di ieri sera.

      • per caritá squadra cinica ma ripeto brutta a vedersi e il distacco di soli sei punti dalla roma é veramente poco in relazione alle rispettive rose.

        • Sono d’accordo. Dal punto di vista offensivo ieri la Juve non ha prodotto quasi niente. Ma, ripeto, è anche merito del Napoli (aldilà del fatto che fosse una Juve a mezzo servizio).
          Se guardiamo al fatturato c’è molta differenza, certo. Ma se dai un occhio alle formazioni di ieri sera, visto anche lo stato di forma dei giocatori, non è che ci fosse tutto questo gap e il campo lo ha dimostrato 😉

          La Juve non ha l’organizzazione di gioco del Napoli, poco ma sicuro.
          Sarri punta innanzitutto a far giocare bene le sue squadre.
          Allegri invece punta a mettere i giocatori nelle condizioni di rendere al meglio aldilà del gioco. Sono due filosofie diverse che possono entrambe portare risultati ed entrambe hanno pregi e difetti.
          Però quando i vari Pjanic, Dybala, Khedira e Cuadrado si accendono è oggettivamente bello vederli giocare 😉

          E poi chi l’ha detto che “giocare bene” vuol dire solo “attaccare bene”?
          Giocare bene vuole anche dire difendersi bene.
          E’ vero che il Napoli non ha rischiato niente e dopo l’1-1 avrebbe meritato di segnare anche il 2-1 (sfortunato sul palo).
          Però è anche vero che se Bonucci non si fosse perso Hamsik, con ogni probabilità sarebbe finita 0-1, nonostante il Napoli abbia giocato benissimo e la Juve abbia fatto un gioco offensivo insufficiente e sterile 😉

    • Infatti, anche su Zidane dopo Napoli-Real sono piovute critiche per l’atteggiamento della squadra. Purtroppo in questo calcio dove conta solo vincere, il fine giustifica i mezzi, e squadre come il Real (che sa che nei momenti di difficoltà la partita te la risolve un cross per Ramos) e la Juve sono super attrezzate per vincere col minimo sforzo, anche a discapito dell’estetica.

  3. Si può vedere in due modi.
    1) Il Napoli ha giocato molto meglio (verissimo) imponendo il proprio gioco alla Juve che ha segnato con l’unico tiro in porta.
    2) Una Juve al 50% (piena di acciaccati, con giocatori fuori condizione e la testa già a Barcellona) ha portato a casa un pareggio al S. Paolo contro un Napoli al 100% e in gran forma.

    In altre parole: E’ vero che il Napoli ha quasi sempre avuto in mano il pallino del gioco e sarebbe stato legittimo se avesse vinto 2-1 (palo di Mertens).
    Tuttavia è difficile negare che, se Bonucci non si fosse perso Hamsik, sarebbe finita 0-1.

    Probabilmente la verità sta nel mezzo e Allegri ha ben riassunto: complimenti al Napoli per il bel gioco, ma è più un punto guadagnato che due punti persi.

  4. allegri dice :”I ragazzi si sono adattati alla partita, non è vergogna fare queste partite quando gli altri ti costringono a fare queste partite”. non ha torto. però penso che la differenza tra la squadra scolorata ed i grandi club europei è che queste ultime cercano “sempre” di imporre il proprio gioco. anche a costo di rischiare qualcosa. non credo che il tifoso scornacchiato medio sia molto contento della prestazione di ieri sera. col barcellona ne avrebbero presi 6 psg style….

    • Fabio Milone 3 aprile 2017, 10:24

      Diamo un altro anno di tempo a Sarri oltre a qualche piccolo innesto sulle fasce e sono sicuro che in Italia il gap con quelli la (ad armi pari arbitri permettendo) lo si annulla.
      Sono convinto che col gioco spettacolare, l’esperienza e il gruppo in Italia non avremo rivali il prossimo anno.

      • sottoscrivo e ne sono convinto.

        • Fa piacere non sentirmi solo, illuso e troppo ottimista su questo punto. Speriamo in una seria continuità nel progetto, a partire da DS e allenatore fino ai calciatori. Si acquisti poco, giusto quello che serve come il pane (TERZINI SERI) e si venda ancora meno.

          • non siamo una squadra da rifondare. pochi innesti seri sulle fasce.
            ovviamente non dimentico le spine legate ai contratti in scadenza o da rinnovare che potrebbero fare andare tutto a carte quarantotto.

          • In tutta onestà l’unico rinnovo che mi preoccupa è quello di Insigne. Al momento davvero insostituibile innanzitutto come personalità, piglio, decisività (con le prestazioni o coi gol, o con entrambe le cose) nelle partite che contano. Ha voglia, personalità, amore per la maglia. Non sottovaluto l’importanza di Mertens (decisivo anche ieri con l’assist) ma è una perdita che si può ammortizzare tornando a coinvolgere un Milik finalmente in forma. Certo, se si facesse cassa con Mertens non sarebbe male cercare un esterno sinistro che abbia una simile abilità di giocare anche da falso nove, per avere un tema tattico alternativo alla punta centrale vera e propria. Ghoulam per quel che mi riguarda può andare via con tanti saluti e ringraziamenti, basta che ci garantisca di fare cassa sufficiente a comprare un rimpiazzo degno.

  5. Aureliovattene 3 aprile 2017, 8:26

    Caro Allegri ritieniti super fortunato se ci hanno tolto il Pipita, perché se lo avessimo avuto ancora noi la partita sarebbe finita 4-1.

    Hai un attacco da brividi e vieni a Napoli per fare catenaccio?
    Ridicolo.

    • Fabio Milone 3 aprile 2017, 10:28

      Ovviamente ora dicono che erano al 50%, con la testa al barcellona, bla bla…..

  6. Mah, lui per caricare la squadra vuol far credere che abbiano scelto di giocare in questo modo; io ho il sospetto invece che siano stati costretti a giocare così, ma serebbe un’ammissione di debolezza, quindi capisco il suo discorso da quel punto di vista. E il fatto che citi la bacheca è un altro indizio, così parlano i loro tifosi quando non sanno cos’altro argomentare

    • Io invece credo che orientativamente l’abbiano proprio preparata così… infatti nel difendersi, soprattutto nel primo tempo, sono stati molto ordinati, e sono andati in confusione vera solo dal gol in poi. A loro stava benissimo il pareggio, e dopo 6 minuti la partita aveva preso addirittura una piega migliore delle loro più rosee previsioni…

      • Concordo. Senza nulla togliere alla prestazione del Napoli purtroppo temo che le intenzioni degli scolorati fossero proprio queste. E lo testimoniano Dybala (ma chi ci crede all’infortunio?! suvvia) e Cuadrado in panca senza un vero motivo, e un Mandzukic in campo che palesava evidenti problemi fisici. Lui era disposto anche a correre il rischio di perdere ieri pur di conservare le energie e i giocatori per mercoledì. Quella sì che è una partita che giocheranno veramente e noi ieri purtroppo ci siamo sfiancati parecchio. Quindi io metto in freezer le buone impressioni e i complimenti fino a giovedì mattina, perché ho la terribile sensazione che Mercoledì sera vedremo tutt’altra partita. Puoi piacerci o non piacerci ma alla fine questi vincono così, sapendo amministrare uomini energie e punti, non perdendo neanche un punticino con le piccole e dando meno peso agli scontri diretti (che per noi invece ogni volta sembrano la pasqua di gesucristo) che alla fine riescono quasi sempre a vincere comunque (vuoi per merito loro, vuoi per il loro dodicesimo in campo col fischietto in bocca). Quindi in sintesi ahimé, aspettiamo mercoledì prima di spernacchiare i calabresi del nord perché temo che quella di ieri era davvero la partita che avevano in animo di fare e che non sia stato (solo) merito nostro

        • mercoledi sará la stessa partita perche loro sanno esattamente che il napoli se ti chiudi non combina nulla, mercoledi deve essere bravo sarri a mettere mertens insigne e milik dall inizio spendendo in soffitta la copertura tattica di callejon che sta combinando ben poco (e lo doveva fare ieri come primo cambio, callejon per milik) insomma se c é uno di testa in mezzo si puo vincere, se giochiamo coi nani vedremo lo stesso match

          • Restando nel “fantcalcio” che ci è dato giocare, io sarei per un all-in un po’ folle, viste anche le condizioni fisiche di Marek che non sembrano essere eccelse. Coppia di mediani, Diawara Jorginho, esterni un po’ più bassi del solito per dare un po’ di copertura a centrocampo (callejon – insigne o mertens) davanti milik e mertens (o insigne) a ballare tra le linee e fare da raccordo.

        • mr. Catenaccio 3 aprile 2017, 10:12

          Concordo. che doveva fare Allegri? sfiancare la squadra, rischiare infortuni per una partita di un campionato già vinto? Come al solito è molto lucido e pensa al Barça. Mercoledì già c’è qualcosina in gioco (per quanto può contare la coppitalia) e sicuramente la musica cambierà. non so se noi avremo recuperato.

        • Fabio Milone 3 aprile 2017, 10:32

          Magari se la giocassero mercoledi’!!!
          Invece che parcheggiare il bus davanti la loro area come un Palermo qualunque.
          Io la penso all’opposto; ieri si potevano anche permettere di perderla quindi non penso che si siano impostati per pareggiare – siamo stati noi a costringerli a rintanarsi.
          Mercoledi’ hanno un enorme vantaggio di partenza per cui temo che aspetteranno chiusi proprio come ieri.

      • Magari hai ragione e Mercoledì per loro sarà una passeggiata, ma i loro volti dei giocatori della Juve non mi sembravano quelli di chi si sta agevolmente difendendo. E poi un tifoso ha il dovere di essere ottimista :-).

        • Ottimista lo sono anch’io, e sono d’accordo sul fatto che il Napoli abbia giocato una grande partita. 🙂
          Mercoledì credo che la partita sarà diversa, molto più simile a quella col Real per l’atteggiamento che il Napoli dovrà assumere fin dall’inizio. Del resto partiamo anche dallo stesso risultato dell’andata. Speriamo di avere un po’di fortuna in più… quelli lì sui rimpalli sembrano avere calamite sui piedi, e soprattutto il palo di mertens grida vendetta. 🙂

  7. Fabio Milone 3 aprile 2017, 6:50

    Disgusto totale – fossi tifoso di quelli la mi vergognerei, ma per loro conta solo vincere, non importa come.
    Mamma’ grazie di avermi fatto Napoletano e di avermi immunizzato ancora prima della nascita a scanso di eventuali contagi….

    • ormai è andata. siamo troppo vecchi per cambiare. meglio così.
      napoli a vita.

    • 34-35-36 le giornate decisive, la giubbe pareggia con l atalanta e il derby e perde a roma. …

    • Viva i napoletani che tifano liberamente per la squadra che gli pare e un velo pietoso sui meloni sfatti d’invidia

  8. Oscar Rafone 3 aprile 2017, 1:30

    Neppure il Palermo aveva osato tanto a Napoli quest’anno.

  9. Si gli scudetti si vincono così. E con l’aiuto degli arbitri

  10. Questa è la mentalità che ha portato la nazionale di calcio italiana a perdere vergognosamente mondiali ed europei per oltre dieci anni, pur potendo contare su fior di campioni in rosa (per un periodo, a fine anni novanta, giocavano contemporaneamente Baggio, Zola, Del Piero, Totti, Mancini, Vieri, Inzaghi, Maldini, Albertini, Nesta, Bergomi, Cannavaro). Magari averli oggi giocatori così. Chi ha memoria ricorda che quelle nazionali si rifiutavano di attaccare, aspettavano gli avversari in difesa. In Corea ci siamo fatti mettere sotto anche dal Messico. Non si gioca così a calcio. Le grandi squadre della storia, a cominciare da quelle italiane, i Milan di Sacchi e di Capello in primis, non avrebbero mai fatto una partita simile.

    • Questa è la mentalità che ha fatto vincere all’Italia ben 4 mondiali(col contributo determinante degli Juventini)

      • No, mi dispiace, ma Lippi non giocava così. Anche con la Francia ha fatto vedere il suo gioco, finché le gambe hanno retto. Stasera la Juve somigliava all’Italia di Trapattoni che pareggiò con la Danimarca senza tirare in porta, o a quella di Zoff, che vinse con l’Olanda ai rigori, ma ci fece vergognare tutti. Non è così che si gioca a calcio.

        • Onestamente la semifinale con l’olanda è una delle partite più epiche dell’italia. Anzi probabilmente è la partita simbolo. Una nazionali senza blocchi particolari composta da giocatori di quasi tutta l’italia che si difese, soffrì e vinse. Mo questo snobismo da 4 soldi sul gioco sparagnino, quando a Napoli sono due tre anni che si gioca bene, non lo capisco proprio.

          • 4 mondiali vinti uno nel 34 e nel 38 con tanto di fascismo in un epoca di un calcio diverso. nell 82 c era bearzot e l italia aveva giocatori di classe come bruno conti ma non convinse all inizio e invece con lippi io ricordo che inseri iaquinta gilardino del piero e totti contro la germania per vincere ma non scherziamo la juve di ieri sembrava l italia di zoff o di trapattoni, un calcio vecchio e monotono.

          • Ma quale snobismo, a me è sempre piaciuto vedere le squadre che giocano a calcio a viso aperto, con personalità. La partita con l’Olanda ci ha coperti di ridicolo agli occhi del mondo. Siamo stati travolti da una squadra di buoni giocatori, molto ben organizzata. Ci hanno surclassati ed abbiamo evitato una caterva di gol solamente grazie a una grande fortuna e ai miracoli di Toldo.

          • Se ti è sempre piaciuto vedere squadre che giocano fino al 2013 tifavi Barça… Italia Olanda è una delle più epiche e belle sfangate del calcio italiano… Una delle vittorie con maggior gusto… eravamo in Napoli e Torino asserragliato in 25 metri…

          • E’ certo che il Barcellona l’ho sempre visto con molto piacere, ma mi piacciono anche squadre con altri stili di gioco. Purché dimostrino carattere. È una prerogativa della grandi squadre. Su Italia Olanda non saremo mai daccordo, intendiamo il calcio in modo diverso. Un catenaccio sarà sempre e solo un catenaccio, anche se ti fa vincere. Non è calcio.

          • Non essere assoluto. Se vinci alla fine te ne freghi.

          • E dove sta scritto?

          • Sull’albo d’oro.

          • Ci ricordiamo solo di poche squadre alla fine, molte meno dei trofei disputati in ottanta anni di calcio. Qualcuna, come l’Olanda del 74, non ha vinto neanche. A te basta vincere, a me no.

          • Io dico vinciamo qualcosa la coppa Italia va benissimo una ogni due anni sarebbe ottimo… L’Olanda non ha vinto ma l’Ajax si. Ed in quella nazionale erano zeppi di giocatori dell’Ajax.

          • Magari…

          • Non dico scudetti o Champions… L’Europa League di due anni fa è stata una grande occasione persa…

          • Vero, soprattutto per come siamo usciti. Delle quattro eravamo i più forti.

          • Non so se fossimo più forti del Siviglia… Paradossalmente con il Siviglia avremmo avuto più chance.

      • Jean Paul Sartre 3 aprile 2017, 9:55

        Non glielo dire, loro vivono in un mondo tutto loro ?

      • Ciccio Bomba 3 aprile 2017, 10:40

        e sticazzi?

    • Alfonso, ci sono molti modi per vincere.
      Guarda l’Inter (o anche il Porto) di Mourinho…L’Italia di Lippi, il Chelsea di Di Matteo ecc.

      Se hai in squadra Messi, Neymar, Suarez, Iniesta ecc. hai il potere-dovere di vincere imponendo il tuo gioco sempre e comunque.

      Se hai Asamoah, Marchisio e Lemina (fuori ruolo) a mezzo servizio, Pjanic fuori posizione, Dybala out e davanti hai 3 partite decisive per la stagione…contro un Napoli in grande spolvero ci sta soffrire e cercare di limitare i danni 😉

      • ma che stai a dire, mandzukic ridotto a ruolo di terzino, cuadrado in panchina, higuain mister novanta cucuzze che non ha toccato un pallone, ma stai scherzando spero? oltretutto a campionato gia acquisito secondo me doveva dare una dimostrazione di forza spazzando i dubbi , sarebbe bello perdessero con la roma e poi vorrei vedere. vinceranno per carita ma il commento di alfonso é pura veritá

        • Il campionato già acquisito con 27 punti ancora in palio?
          I campionati si vincono quando lo dice la matematica,ma voi che caxo ne volete sapere se gli unici scudetti che vincete sono quelli di agosto!

      • Che confusione che fai!

    • credo uno dei commenti piu equilibrati, é cosi..

Comments are closed.