O siamo tutti matti. O il problema esiste. La sintesi del Sor Tuta

Gli errori arbitrali, le compensazioni, gli spogliatoi sfasciati, il finto stile, l’Atalanta che si dissolve e la massima di Sarri.

O siamo tutti matti. O il problema esiste. La sintesi del Sor Tuta

FALLI DA DIETRO – COMMENTO AL CAMPIONATO 2016-17
28A GIORNATA

O siamo tutti matti. O il problema esiste.
La sintesi del Sor Tuta mi sembra il commento più efficace al fatto del giorno.
Perdere così non piace a nessuno.
Ma non giustifica la reazione degli ex patonzi negli spogliatoi.
Anche perché divellere scudetti dai muri mi pare poco utile.
Tanto poi li ricomprano.
Nel parapiglia generale il più equilibrato appare l’Aeroplanino.
Si quello che prendeva a calci bottigliette quando Capello lo teneva fuori.
Lui con mitezza serafica trova le parole e la forza per scusarsi degli eccessi.

Questione di stile.

Quello che manca al Pomata, per esempio.
Da un po’ di tempo gira spot. Quello sui capelli, quello sulle patatine.
Ma lo spot che gli piace di più è quello dell’eroe. Del cavaliere senza macchia.
Proprio lui che di macchie ne ha tante.
Almeno quattordici.
Come quei quattordici assegni per un importo complessivo di 1 milione e 580 mila euro che portavano la sua firma e che arrivarono a una tabaccheria di Parma qualche annetto fa.
Aveva cominciato lui a fare la morale e ad accendere la miccia in settimana contro le proteste interiste.

[videoInread]

O siamo tutti matti. O il problema esiste.

È un dato di fatto che Eurovita sia la società che sponsorizza gli arbitri italiani.
Ed è un dato di fatto che Eurovita abbia legami con la famiglia Agnelli.
Così diventa difficile anche per Santa Maria Teresa di Calcutta interpretare gli episodi a favore come una coincidenza.
Se poi gli episodi sono tanti e tanti, tutti a favore, tutti dubbi, allora diventano un caso gigantesco e del tutto indifendibile.

Rassegniamoci, siamo un Paese cosí.

Beccano i politici corrotti e la gente se la prende con i giudici.
“Se il politico è indagato non si deve sapere”. Urla il Bomba dal Lingotto.
Più che interessante, sembra una proposta interessata.
Il Babbo intanto parte per Medjugorje. Avrei detto per la tangente.
Mentre il figlio senza macchia rincara: “Il pugno chiuso è un’immagine da macchietta”.

Siamo un Paese così.

Poi loro sono i più forti. E questo occorre anche riconoscerlo.
E occorre ammettere che qualche volta gli arbitri prendano abbagli anche lontano dallo Stadium.
Anche al Nou Camp, ad esempio.
Dove un paio di decisioni così così, potrebbero attenuare la sfavillante impresa del Barca.
Anche alla Favorita. Per ritornare dalle nostre parti.
Dove il gol di Nestorovski era regolare. E avrebbe potuto inguaiare vieppiù il Parapet.

Addirittura persino al San Paolo.

Due rigori ai beneamati fujenti è tutto grasso che cola.
Roba da matti.
Almeno uno, assai generoso. Come generoso il perdono all’arrembante Rog.
Compensazione, in vista della doppia visita ergastolana?
Vedete?
Tutti invidiano la mia incontaminata purezza, pregio di cui mi vanto, perché notoriamente simile a una casta ninfea di Claude Monet.
Eppure – pur non volendo – vedete come si insinua e si alimenta nella mia mente aliena la cultura del sospetto?

Sospetto.

Mattanza cinesinda a San Siro.
“Gasp!” Bofonchia il mister dei miracoli, come farebbe un cartoon di Disney.
E confessa ingenuo che la difesa non è stata concentrata come a Napoli.
Ce ne siamo accorti.
Càpita, dai. Non c’entra niente l’affare Gagliardini che comprendeva anche la gita scolastica a Milano.

Genova è blucerchiata.

I ciclisti si è aggiudicano il “Derby della Lanterna” grazie al divino Luis Muriel in attesa di palcoscenici più prestigiosi.
Il Viperetta ne approfitta per lanciare l’asta immediata in diretta.
Tanto a lui i talenti non mancano.
Guardate cosa combina Patrick Schick ventenne ceco che dribbla tutti e delizia il pubblico nell’ultimo quarto d’ora di gara.
Il Derby dei Di Francesco lo vince Federico, figlio dell’allenatore del Sassuolo. Ma a regalare la vittoria a Donadoni è una zampata del redivivo Mattia Destro.
ll lavoro dell’amato ZZ si fa notare. Ne prende altri tre dai friulani.
Ma lui dichiara serafico: “La salvezza è possibile”. Adorabile.
Siamo un Paese così.
‪Il ponte che ha ceduto sulla A14 era una struttura provvisoria.
Come tutte le cose costruite in Italia.‬

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Possibile che in questo sito siano piu’ i commenti da utenti(gobbi) bloccati che da altri?

  2. Complimenti per l’articolo…

  3. ragazzi bloccate tutti gli utenti STRISCIATI CHE VENGONO SOLO A ROMPERE; IO L HO FATTO li ho bloccati e a me compare solo la scritta QUESTO UTENTE É BLOCCATO ignorare e non rispondere e nemmeno leggere, fará bene a voi e al sito.

  4. Ragazzi, troppi gobbi in questo sito….

    Secondo me é chiaro che il Napolista ci marcia e che i click che ne derivano gli fanno comodo. Peró sta rischiando che alla fine rimangano solo quelli.
    Senza citare Akerlof e il suo mercato dei limoni, se continua cosí si troverá a spremere solo agrumi dal sapore acido, incapaci di dare corpo a una sana discussione, proni esclusivamente alla ricerca della provocazione a tutti i costi.

    Allora, caro Direttore: li vogliamo bannare questi soggetti o Le sta bene perdere un po’ alla volta tutti gli utenti che rendono questo sito una piacevole pausa quotidiana? Guardi che, una volta realizzato il loro scopo, anche i lemons la abbandoneranno…. ci pensi

    • non mi sembra non ne vedo nemmeno uno vedo solo “Questo utente é bloccato” se lo facessero tutti…

      • Non so, bloccare un utente mi lascia sempre una sensazione amara in bocca, mi sa di sconfitta… e talvolta non riesci a seguire compiutamente le discussioni.
        Piú in generale, visto che si stanno moltiplicando come i ratti (o le zoc…, fai tu) mi chiedevo se fosse una scelta lungimirante da parte dei gestori di questo sito.

        Spero soltanto che si torni a parlare piú spesso di calcio, Napoli e calcio + societá a Napoli.

        • non sono utenti sono stalker semplici stalker troll che vengono a rovinare l atmosfera. bloccali lo devi anche agli altri utenti fidati

          • un mesetto fa ho interagito con uno che mi sembrava ragionevole…. infatti non si vede piú..
            Si, se non ci pensa il Napolista li banno e via

          • “Juventino” e “ragionevole” non vanno d’accordo. È come dire che una bionda è bruna.

    • Chiedere di bannare un troll rubentino di 15 anni e con evidenti problemi psicologici (non a caso è rubentino) lo fa solo credere più intelligente di quanto non sia (non a caso è rubentino).
      Personalmente mi sono divertito per un paio di giorni a dargli l’attenzione di cui avevano bisogno, e loro dopo aver subìto un paio di prese in giro sono scappati a dire cacca-pupù (quindi Juventus) sotto altre notizie, ma adesso li ho bloccati, così i loro dispetti in stile citofonata e fuga se li godono nell’indifferenza.
      Forza Napoli, Rube m&rd@.

    • Marchese di Carabàs 14 Marzo 2017, 18:17

      Ma perché bannare un utente solo perché tifa una squadra differente? Se si cerca di discutere in modo costruttivo (anche acceso magari) i confronti sono spesso interessanti.

      • Marchese, qui nessuno pensa di bannare solo perché si tifa per una squadra diversa.
        Semplicemente i troll non aggiungono nulla alla discussione e rubano il tempo (cioé un pezzo di vita…) a tutti coloro che vogliono confrontarsi civilmente…

        • Gia bannato sto tizio io banno anche xche tifano un altra squadra in fin dei conti il aito è il napolista nn la calzetta dello sport

        • Marchese di Carabàs 14 Marzo 2017, 19:10

          Come vedi qui sotto il buon Marazola non la pensa allo stesso modo 🙂
          Io frequentando l’Ultimouomo, ma anche Juventibus, e personalmente apprezzo i confronti civili tra tifosi. Poi certo non risparmio le frecciatine, ma solo quando mi sembra che venga insultata l’intelligenza del lettore.
          Leggendo i commenti filojuventini qui sotto credo che i troll siano meno di quanti pensiate. Se tutti rispondessero nel merito senza buttare tutto in caciara il tempo reciprocamente rubato sarebbe molto meno 🙂

          Buona serata!

  5. Jean Paul Sartre 14 Marzo 2017, 10:24

    Ma gli arbitri lo sanno che devono favorire la Juve? A giudicare dai rigori negati a Dybala solo nelle ultime partite (contro Napoli, Udinese, Milan) e i gol in fuorigioco concessi agli avversari dei bianconeri (Callejon, Bacca), non mi pare che abbiano capito bene il loro compito. Se aggiungiamo i rigori farlocchi concessi a Napoli e Roma, qualcosa non torna. Arbitri, è la Juve che vi paga! Sveglia! Dovete fischiare in favore della Juve!

  6. Carmelo Bauman 14 Marzo 2017, 9:35

    Questo è uno strano paese: dove Alemao, colpito da una monetina, reagisce come se fosse stato colpito da un fulmine e dove i milanisti non sanno perdere, per non parlare degli interisti. Questo è uno strano paese dove Napoli un tempo fu grande: stadio San Paolo 1988, i tifosi applaudono i rossoneri che hanno appena sconfitto Maradona e Careca, strappando loro lo scudetto cucito sulle maglie; circa trenta anni dopo, alcuni idioti e criminali mettono a ferro e fuoco la città per impedire che un demagogo tenga a Napoli il suo comizio. Come passa il tempo. L’ironia salverà il mondo e una risata lo seppellirà.

  7. Carmelo Bauman 14 Marzo 2017, 9:24

    Questo è uno strano paese: il milan retrocesso in B per aver truccato delle partite, la Juve retrocessa in B per aver addomesticato gli arbitri e l’Inter che non è mai retrocessa in B e ha vinto uno scudetto arrivando terza.

  8. Carmelo Bauman 14 Marzo 2017, 9:21

    Questo è uno strano paese: sotto il balcone ad osannare il Duce e poi a Piazzale Loreto a prendere a calci il Duce. Questo è uno strano paese: se fai il tifo per il Napoli ma non pensi che esista un complotto contro il Napoli, allora sei un tifoso della Juve. Questo è uno strano paese: la borghesia più ignorante d’Europa, le organizzazioni criminali più criminali del mondo, gli evasori più furbi, i pubblici dipendenti più fannulloni e la classe politica più corrotta ma il problema sono gli immigrati. Questo è uno strano paese: vinci all’andata con la Juve grazie a un gol annullato alla Juve e va tutto bene, perdi al ritorno con la Juve per un rigore dubbio e succede un pandemonio. Questo è uno strano paese. Ciascuno ha il paese che si merita ma qui si esagera.

    • Fabio Milone 14 Marzo 2017, 9:35

      Questo e’ uno strano paese dove uno strisciato gobbo bassotto fa presenza costante in un blog di tifosi napoletani che se ne stra sbattono di quello che scrive.
      Proprio masochista eh?

      • Fabio Milone 14 Marzo 2017, 10:05

        Vedi, uno dovrebbe normalmente sentirsi offeso da un commento terra terra da un cafonazzo gobbo come il tuo, eppure non mi tange, non mi sfiora, neanche il solletico mi fa questa tua cretinata.
        Ma un forum gobbo dove puoi pippare coi tuoi simili non lo trovi?
        Che succede, sei terrone e neanche i tuoi complici ti accettano e vorrebbero vederti lavato col fuoco?

        • Carmelo Bauman 14 Marzo 2017, 11:20

          Sono stato cafone, lo ammetto… ma neppure tu mi pare che provenga da Oxford…

      • Stefano Valanzuolo 14 Marzo 2017, 11:02

        Non conosco personalmente Milone, ma sono certo che abbia avuto un’infanzia serena, che il look alla Reina sia frutto di una scelta e che qualsiasi inopinata lesione pregressa non abbia lasciato segno su di lui…

        • Carmelo Bauman 14 Marzo 2017, 11:15

          Ti sembrerà strano… ma in realtà la penso come te. Ho solo risposto in tono provocatorio ad una provocazione, tutto qua. Come diceva qualcuno (forse Flaiano forse Pino Caruso): a volte ho dei pensieri che non condivido.

        • Fabio Milone 14 Marzo 2017, 12:17

          No, la calvizie non e’ voluta; ma il problema non me lo pongo proprio, al contrario del signore che (avendolo letto da altre parti) sembra ossessionato da shampo e pubblicita’ anti-forfora.
          Deve essere una fissa dei gobbi quella per il capello: Marchisio Fructis e Ilario Head & Shoulders docent…

      • Fabio perché non blocchi?

        • Fabio Milone 14 Marzo 2017, 12:12

          E perche’ mai dovrei bloccarlo?
          Al circo si paga per vedere i clowns, qui invece il divertimento nel vedere ‘sti poracci venire qui a scaricare la loro evidente frustrazione e’ totalmente gratuito.

          • Fidati Fabio, lo devi anche agli altri utenti, bloccali non dare loro da mangiare sono stalker sono troll, bloccali e se ne andranno e potremo discutere di nuovo con calma tra di noi

          • Fabio Milone 14 Marzo 2017, 15:04

            Franco non me ne intendo, ma se blocchi un nick, quello se ne fa un altro e torna, puoi bloccarli quanto vuoi ma tanto poi tornano.
            Sono come piattole, difficile sbarazzarsene.
            L’unica potrebbe essere la redazione che potrebbe risalire all’IP e bannarli definitivamente.
            Ma credo che ance cosi’ sia difficile, se non impossibile specie se si usano VPN oppure con IP mobile… ripeto non me ne intendo e magari sto scrivendo un mucchio di cavolate.
            Forse l’unico modo per neutralizzarli sarebbe non rispondere proprio.
            Alla fine (forse) si stancheranno…

          • Basta che riblocchi il nuovo lo riconosci subito dal commento è un click e via non li vedi e nn rispondi oppure se nn blocchi nn rispondere se vuoi che il maiale muoia non dargli da mangiare fidati….

          • Fabio Milone 14 Marzo 2017, 16:01

            Povero maiale, quello e’ un animale simpatico e utile.
            Magari i piccioni, va… hai voglia ad esortare di non dare loro del cibo; purtroppo c’e’ sempre chi lo fa e quindi il problema non si risolve mai.
            Comunque l’ho bloccato; vediamo se “muore” 😉

          • Federico Belli 14 Marzo 2017, 23:25

            Leggi cantarsela e suonarsela da soli

  9. Carmelo Bauman 14 Marzo 2017, 7:37

    Siamo un paese cosi: sotto il balcone ad osannare il Duce e in Piazzale Loreto a prendere a calci il Duce. Siamo un paese così: i torti arbitrali sono solo gli errori a favore della Juve. Siamo un paese così: si stava meglio quando si stava peggio e si sta peggio quando si sta meglio. Siamo un paese così: il tifo è una malattia contagiosa che annebbia il cervello e non consente analisi lucide. Siamo un paese così: se tifi per il Napoli e pensi che non esista un complotto ai danni del Napoli, allora sei un tifoso della Juve. Siamo un paese così: la borghesia più ignorante d’Europa, la classe politica più corrotta, le organizzazioni criminali più criminali del mondo ma il problema sono gli immigrati, gli evasori più evasori e gli impiegati pubblici più fannulloni, dove alla fine i truffatori sono truffati da se stessi. Siamo un paese così: Nord contro Sud, Milano contro Torino, Roma contro Lazio, il Milan retrocesso in B per aver truccato partite, la Juve retrocessa in B per aver addomesticato gli arbitri, Alemao che sembra colpito da un fulmine quando viene colpito da una monetina e i milanisti che non sanno perdere mai, per non parlare degli interisti. Siamo un paese così. Ma per fortuna nel 1988 il San Paolo applaude i rossoneri che di fatto vincono lo scudetto in quel giorno battendo Maradona e Careca. Ma per fortuna un tempo Napoli sapeva rispondere con ironia alle offese di Verona. L’ironia salverà il mondo e una risata lo seppellirà. Siamo un paese così: non crediamo in niente ma preferiamo credere a tutto e i complotti sono solo quelli degli altri.

  10. Federico Belli 14 Marzo 2017, 1:07

    Usando la logica sarriana a napoli sono tutti ladri e camorristi perché così dicono in molti.
    Ridicola l’allusione alla partita dell’Inter e al presunto scansarsi dell’Atalanta(basti pensare a quanto Garsperini sia avvelenato per l’esonero subito all’Inter)
    Ricapitolando,quando non vincete o ve l’hanno rubata o gli avversari si impegnano solo con voi.
    NON VINCERETE MAI

    • aristoteles logatto 14 Marzo 2017, 7:08

      Ahahahahahahah esatto

    • Stefano Valanzuolo 14 Marzo 2017, 8:29

      L’anno prossimo, l’incontro prenatalizio propongo di farlo a Genzano di Lucania. Sarebbe un’opera buona.

    • grande!

    • Fabio Milone 14 Marzo 2017, 10:16

      Qualcuno ha la pazienza (con comodo) di spiegarmi il nesso tra l’utente “Belli” e Genzano di Lucania? Cosi’, per curiosita’ – grazie in anticipo.

      • GiovannI Calabrese 14 Marzo 2017, 13:32

        Qualcuno in un’altra discussione ha chiesto di dove fosse un altro scrivano juventino. E non c’è stata risposta. Ho fatto un po’ di indagini e su quello lì (ex Galbusera) non ho trovato nulla. Ma il Belli invece lascia tracce… Abita a Genzano, ma è una semplice annotazione geografica, senza significato…

    • Ti sfugge la logica delle affermazioni di sarri. Non è questione di verità che poggia sul consenso della maggioranza, piuttosto la semplice constatazione di un ripetersi sempre uguale delle stesse dinamiche, con tutti i concorrenti. Battuti sul campo. Dall’arbitro.

      • ragazzi bloccate tutti gli utenti STRISCIATI CHE VENGONO SOLO A ROMPERE;
        IO L HO FATTO li ho bloccati e a me compare solo la scritta QUESTO
        UTENTE É BLOCCATO ignorare e non rispondere e nemmeno leggere, fará bene
        a voi e al sito. blocca anche tu

    • ragazzi bloccate tutti gli utenti STRISCIATI CHE VENGONO SOLO A ROMPERE;
      IO L HO FATTO li ho bloccati e a me compare solo la scritta QUESTO
      UTENTE É BLOCCATO ignorare e non rispondere e nemmeno leggere, fará bene
      a voi e al sito. mediate

  11. aristoteles logatto 14 Marzo 2017, 0:30

    Un articolo così è esattamente come quella canna di.maria buona fumata dopo 10 birre fredde al falò del 15 Agosto mentre nel preciso istante in cui in lontananza senti Marley il tuo amico (quello figo) comincia a strimpellare quel reef che richiama il licantropo che era sopito durante tutta la pubertà ed allora anche quella bona che hai inseguito tutta l’estate non può negarti l’agognata ammoccata..freedom

Comments are closed.