Pecchia: «Sarri ha lavorato benissimo ma aveva una buona base. Il Napoli deve stare attento al Villarreal»

Pecchia: «Sarri ha lavorato benissimo ma aveva una buona base. Il Napoli deve stare attento al Villarreal»

Domani sera si gioca Roma-Real Madrid, andata degli ottavi di finale di Champions League, e la Gazzetta dello Sport intervista Fabio Pecchia che ha fatto il secondo dei blanco con Benitez così come a Napoli per due anni. Ecco le domande relative alla nostra squadra. 

Villarreal-Napoli?
«Molto più aperta (rispetto a Roma-Real, ndr). Dipenderà dalla capacità di ripresa psicologica del Napoli dopo Torino. I segnali sono positivi: il Napoli vive in simbiosi con la città e il fatto che ci fosse tanta gente ad attendere la squadra sabato notte fa ben sperare. Il Napoli a livello di singoli è superiore, però dovrà fare attenzione perché il Villarreal gioca con grande intensità, ha un ottimo collettivo, un tecnico che lavora molto bene, discreta esperienza europea e zero pressioni».

Il Napoli è molto migliorato rispetto a un anno fa.
«Perché Sarri ha lavorato benissimo. Però partiva da una buona base, questa è una squadra che aveva vinto 2 titoli e si era abituata a competere in un certo modo. E gli innesti di Reina e Allan sono importanti».

Higuain sembra trasformato.
«Ha imparato a prendersi responsabilità. Come il Napoli ha completato il processo di crescita iniziato con noi».

Rimpianti azzurri?
«Sicuramente abbiamo commesso degli errori. Nell’ultimo mese abbiamo perso tutto, l’Europa col Dnipro, la semifinale di Coppa Italia, il terzo posto. Siamo scivolati su una grossa buccia di banana».

ilnapolista © riproduzione riservata