«La rivoluzione bolscevico-sarrita entra nel vivo. Il controllo preventivo dell’informazione è l’unica strada d’accesso alla Verità»

«La rivoluzione bolscevico-sarrita entra nel vivo. Il controllo preventivo dell’informazione è l’unica strada d’accesso alla Verità»

W l’Urss / L’Unione delle repubbliche socialiste sarrite (ispirato dalle cronache vere dei quotidiani di questi giorni)

1) Sala della Purezza e della Napoletanità (ex bagno e antibagno del Chiattone a Castel Volturno). Verbale della riunione del Politburo da diffondere ai valorosi condottieri della penna rossa: la Pravda del Mattino Radioso, la Repubblica Rossa e il Corriere dello Sport Proletario. Il Politburo dopo la rituale invocazione orante d’introduzione alla nuova fulgida era sarrita (“Mai più Champions League, mai più Europa League, viva l’ottavo posto”) ha dato la parola al Compagno Presidente: “Compagni, la rivoluzione bolscevico-sarrita entra nella sua prima suprema fase di attuazione sul terreno devastato del San Paolo. Una sana, genuina selezione a difesa degli interessi miei e del proletariato sarà operata nel mondo dei giornalisti incaricati di raccontare al pianeta intero (compresa la capitale della Spagna, Madrid) questi giorni di gloria rivoluzionaria. Il controllo preventivo dell’informazione è l’unica strada d’accesso alla Verità (Pravda in russo, ndr)”.

2) Il Compagno presidente ha diffuso lo schema di articolo che sarà consegnato in occasione del ritiro montanaro: “Migliaia e migliaia di compagni tifosi, forse milioni, hanno celebrato la prima apparizione ufficiale della squadra del condottiero della rivoluzione Compagno Maurizio Sarri. Quando ha alzato il suo sopracciglio sinistro, è esploso un tripudio festoso e migliaia e migliaia di donne hanno pianto per la commozione causata dall’acuto e affettuoso gesto, gesto di amore sconfinato per la massa e d’intelligenza irraggiungibile per il trionfo della rivoluzione. Successivamente il Compagno Sarri si è acceso una sigaretta e migliaia e migliaia di compagni tifosi, forse milioni, hanno fumato anche loro per la prima volta. Ultimi, clamorosi studi scientifici hanno dimostrato che le malattie polmonari sono meno gravi del colesterolo provocato da una schifosa e capitalista obesità”.

3) In previsione delle fasi più difficili della rivoluzione bolscevico-sarrita, il Compagno Presidente ha diffuso lo schema di articolo in caso di momentanea sconfitta: «Ieri a Milano, la gloriosa squadra del Compagno Sarri ha celebrato la sua seconda e radiosa sconfitta per quattro a zero contro l’Inter di Mancini, dopo quella per tre a zero contro il Milan dell’ex Cavaliere Condannato e dell’Allenatore serbo e fascista. Al di là del risultato (formula fondamentale per il racconto della rivoluzione), il rombo del Compagno Sarri ha funzionato a meraviglia e ogni palla toccata dal Compagno Saponara ha colpito i tifosi avversari per la decisione dell’impatto rivoluzionario. In panchina, per la gioia, il Compagno Insigne, pur non avendo mai giocato, ha lanciato in aria venticinque bottigliette di Acqua Lete, l’acqua della rivoluzione. Al centro dell’attacco, il Compagno Immobile ha generato un fondamentale immobilismo che ha fatto dimenticare per sempre gli scellerati movimenti di Higuain, Callejon e Mertens, quinte colonne della reazione sempre in agguato. Alla fine della gara il Compagno Sarri ha pronunciato con calma rivoluzionaria le seguenti parole: “Sono molto contento perché il rombo è sempre più il cuore del provincialismo proletario. Valdifiori mi ha ricordato la sinistra dei cento fiori di Mao e sono ottimista: abbiamo un punto di distacco dall’ottavo posto, vera meta della radiosa gloria operaia nel campionato dell’imperialismo”».
Zdanov (6/continua)
(immagine del compagno Domenico Catapano)

Morire per Danzica, morire per Saponara 

ilnapolista © riproduzione riservata