Olimpico espugnato, il peggio è ormai passato

La Juve ruba contro l’Udinese,
la Roma che fa pari, e le attese
sono per la partita con la Lazio :
una vittoria, o si paga dazio !
Benitez “questo è il modulo che adotto”,
20 minuti, ecco il primo botto.
Pipita prende palla alla lontana,
“che fine ha fatto ?” si domanda Cana,
“adesso è mio !” così ringhia Ciani
ma non lo tocca neanche con le mani,
Gonzalo, ma non eri in sovrappeso ??
Nessuno dei laziali oggi ti ha preso !!
Marchetti esce alla disperata,
il tocco in rete : che grande giocata !!!
Neanche abbiamo il tempo di esultare
che ci dobbiamo già rammaricare.
Da destra c’è il cross di Candreva
(Armero mai una volta gliela leva),
la palla schizza, un flipper, un rimpallo,
l’ultimo tocco è di un uomo in giallo,
Behrami che l’infila nella porta,
quest’azione è andata tutta storta !!
La Lazio è veramente poca cosa,
i miei pensieri sono tutti rosa,
però, certo, se guardo la difesa,
un brivido mi corre alla ripresa.
Ma adesso, ecco una punizione,
Insigne si sistema sul pallone,
con le due mani lui si gratta in testa.
Forse è uno schema ? L’attenzione è desta,
il lancio è lungo e ci va Gonzalo,
controlla e crossa poi sul primo palo,
Maggio di testa che la poggia al centro,
Pandev si gira e la mette dentro !!!
Qualcuno lo voleva fare uscire . . .
Rafele, non li stare mai a sentire !!!
La Lazio non ci sta, ora ci assalta,
che l’attenzione rimanga ben alta !!
Cerchiamo di far male, all’occorrenza,
organizzando una ripartenza . . .
Pandev, il rasoterra in diagonale . . .
il difensore è piazzato male . . .
Pipita prende palla, fa due passi,
Marchetti cosa fai ? Bene, ti abbassi . . .
Gonzalo spara un destro a mezz’altezza . . .
È gooooooooolllllllll è gooooooooolllllllll è goooooooollllllll
Ma che bellezza !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Però non ci possiamo rilassare,
qualcosa ci può sempre capitare,
far fare un gol del genere a Keita,
io mi domando: ma come si fa ??????
Un paio di minuti di terrore,
questi ci fanno scoppiare il cuore,
Mertens entra in campo ed è una furia,
la palla che si ruba è una goduria,
“eccomi, sono pronto, dalla qui”
il lancio in diagonale a Calletì,
il rasoterra va nell’angolino,
a questi piccoletti ora m’inchino !!!
Così l’Olimpico viene espugnato,
lo stato influenzale mi è passato,
una alla volta, adesso, con le attese:
sabato asfaltiamo l’Udinese !!!

Roma, Stadio Olimpico 2/12/2013 by Bruno

ilnapolista © riproduzione riservata