Vittoria di una squadra matura che sa addormentare la partita

Il Napoli batte due a zero il Torino in una partita che non ha mai storia, per stessa ammissione del tecnico granata Ventura. Il Napoli vince con doppietta di Higuain. Entrambi i gol realizzati su calcio di rigore. Dal campo il primo è nettissimo, il secondo non c’è, considerato il tocco di braccio a distanza ravvicinata. Il secondo, vale la pena ricordarlo, lo ha segnalato l’arbitro di porta Mazzoleni dopo che il direttore di gara aveva lasciato proseguire. Gonzalo ha calciato con grande sicurezza: la prima volta di potenza, la seconda volta ha spiazzato il portiere.

Leggo sui social, soprattutto su Twitter, polemiche francamente eccessive. Segno che il Napoli comincia a far paura. Del resto la vittoria di oggi non può passare inosservata. Per carità, il Torino è una squadra di centro classifica, ma questa squadra oggi sa cosa vuole dire saper amministrare un incontro. Accelerare quando ce n’è bisogno per poi addormentare la partita. Nel secondo tempo il Napoli avrebbe potuto segnarne almeno altri tre. Così come nel primo tempo Insigne non ha colto un’occasione a porta vuota.

Ottima la prestazione di Mertens, così come quella dei centrali di difesa. Insigne ha avvertito il peso del gol e ha sbagliato qualcosa di troppo. Quel che resta è la vittoria e i conseguenti tre punti. Cinque giorni dopo l’impegno di Champions. Massimo risultato non proprio col minimo sforzo, ma quasi. Verranno test più impegnativi. Sin da mercoledì. All’Artemio Franchi contro la Fiorentina.
Massimiliano Gallo

ilnapolista © riproduzione riservata