Le pagelle / Pandev e Dzemaili i più bravi

Pagelle Pescara-Napoli. Ilaria vs. Mimmo DE SANCTIS 6,5 – Attento sulle conclusioni di Di Francesco e Sculli. Si infortuna a un gomito nel prepartita, ma gioca senza problemi. Il Pescara l’ha fatto un tiro in porta? – 6 CAMPAGNARO 6 – Libero da pressanti impegni difensivi, si spinge in avanti sostenendo la squadra sul versante di Maggio e Insigne. Sempre pronto nelle rimesse laterali di lunga gittata. Diciamo che aveva poco da fare (perché te ne vai, perché?? Ah sì, lo so, perché la Società è miope) – 6 CANNAVARO 6,5 – Si impone su Sforzini che ha stazza fisica e discreta tecnica. Esce su Sculli quando Sforzini svaria sulle fasce. Qualche buon lancio. Partita tranquilla. Addirittura in anticipo un paio di volte. Eccheccos’è.. – 6,5 BRITOS 6,5 – Gli tocca spesso Sforzini e non gli concede nulla. Va a concludere di testa (fuori). Sculli se l’è perso, però, eh – 6,5 MAGGIO 5,5 – Non ha la verve e la velocità di un tempo, ma corre e corre sulla fascia destra, però i cross sono imprecisi, o troppo bassi o alti, sempre facili prede dei difensori pescaresi. Alla fine indovina il pallone per Pandev che segna il raddoppio. Esce al 73’. Finalmente un assist, ma, come la scorsa settimana: “adda ‘i in panchin’!”. Il tentativo di Mazzarri di spremerlo come un limone sperando esca il succo che al momento non c’è mi innervosisce – 5,5 MESTO s.v. – Sostituisce Maggio e si fa vedere poco. Figuriamoci.. – s.v. DZEMAILI 7 – Gran lavoro a cucire il gioco. Due conclusioni fuori bersaglio. Pelizzoli gli para una insidiosa punizione dal limite. Mette a segno il terzo gol con un gran destro. E sono sei i centri in questo campionato. Con l’assenza di Behrami si è dovuto sacrificare un po’ in più. Un gol bellissimo – 7 INLER 6 – Non ha mai una marcatura fissa, gioca spesso in libertà, non ha mordente. Era al rientro dopo cinque panchine (fuori Behrami per squalifica). Mette a segno il primo gol della partita che è anche la sua prima rete in trasferta quest’anno (6 gol in totale). La deviazione di Capuano è decisiva per spiazzare Pelizzoli. Ma quanto sono contenta per Inler non puoi capire, si è proposto, ha fatto ripartire il gioco, sembrava tornato ‘o lion – 6 ZUNIGA 5 – Rallenta troppo, non è mai incisivo. Recupera qualche volta in difesa. Un errore clamoroso a metà campo nella ripresa innesca il contropiede pescarese senza esito. Esce al 63’. Serata grigia. A volte, secondo me, prima di entrare in campo beve – 5 ARMERO 6 – Entra al posto di Zuniga e, come s’è visto in precedenti occasioni, ha un altro passo rispetto al connazionale. Ha un gioco più semplice e svelto. Perin gli devia in angolo una buona conclusione. Decisivo il “velo” che libera al tiro Dzemaili per la terza rete. Possente. E il velo è stato da fuoriclasse – 6,5 HAMSIK 6 – Gioca più di quantità che di qualità. Sfiora il gol con un pallonetto che Pelizzoli devia oltre la traversa. Batte fuori un tiro in corsa che doveva finire in fondo alla rete. Intelligente e altruista come pochi – 6 PANDEV 7 – Continua a segnare, è in ottime condizioni. Quarto gol nelle ultime sei partite e sesta realizzazione in totale. La rete del raddoppio è un capolavoro di tecnica. Controllo di destro, sull’assist di Maggio, difensore aggirato e battuta di sinistro in gol. Arretra per impostare l’azione, si batte anche con buona tenuta fisica, cerca sempre l’uno-due per andare al tiro (tre conclusioni non forti, parate). Esce al 79’. Che giocatore.. un altro anno così e andiamo bene noi – 7 CALAIO’ s.v. – Ancora una manciata di minuti finali al posto di Pandev. Non ha fortuna nelle conclusioni. Batte ancora fuori bersaglio come contro il Milan e il Cagliari. E vabbè – s.v. INSIGNE 6,5 – Manca il gol d’un soffio, palla a fil di palo (80’). Impegna Pelizzoli con un gran colpo di testa (22’). Gioca prevalentemente a destra. Segna in fuorigioco, gol annullato. Molto impegno. Con un colpo di tacco libera Pandev al tiro (parato). Gran lavoro a sostegno della squadra. Sgancia da sinistra il cross basso per la rete di Dzemaili. Naturalmente, l’assenza di Cavani (squalificato) che lo promuove titolare si è fatta sentire. Più reattivo di tante altre volte. L’assenza di Cavani gli fa bene. E sai che c’è? Vincere 3-0 senza Edinson fa bene anche a noi – 6,5 MAZZARRI 6,5 – In sofferenza nel primo tempo perché vede la squadra dominare ma senza andare in gol (5 tiri a lato, 4 nello specchio della porta, bravo Pelizzoli in tre occasioni). Esce fuori dall’area tecnica e l’arbitro lo riprende senza però ammonirlo (40’). Il Napoli è poco efficace sugli esterni e infatti sostituisce Zuniga (63’ con Armero) e Maggio (73’ con Mesto). Il contributo migliore gli viene da Armero. L’assenza di Cavani si fa sentire, non ha veri attaccanti. Ripresenta Inler per la squalifica di Behrami e non ha una risposta convincente. Ma schiera un Napoli in ottima salute che ha saputo aspettare il momento per colpire. “Non mi fanno rilassare un attimo. Sono peggio dei bambini dell’asilo, altro che Champions!”. L’ha detto Mazzarri dalla panchina e l’ha riportato Mediaset Premium. Ci vedo un sacco di amore in questa frase, è tutto ciò cui ci ha abituati Walter. È bello affrontare una domenica sapendo che la Juve dovrà aspettare ancora un po’ prima di festeggiare e con il pensiero che anche senza Cavani si può vincere. Certo, era il Pescara, ma va bene così. Non riesco a trovare Balotelli, però. Era dietro di noi, ma è sparito dallo specchietto retrovisore. Qualcuno l’ha visto? MIMMO CARRATELLI e ILARIA PUGLIA

ilnapolista © riproduzione riservata