Che bisogno c’è di diffondere bugie su Lavezzi? Voi non cambiereste lavoro per un aumento di stipendio?

L’altra sera un amico di mio cugino ha visto (segue nome di calciatore) alle tre del mattino completamente ubriaco, era abbracciato a un paio di stragnocche e forse aveva pure sniffato. Guarda, è sicuro, c’è qualcuno che ha pure scattato delle foto ma non le pubblica perché si è fatto dare i soldi…”
Mazzarri ha già firmato con l’Inter, si porta Lavezzi e vorrebbe anche Hamsik. Guarda, è sicuro, ho un amico a Milano che li ha visti al ristorante con Moratti. Te lo giuro, ti posso dire pure cosa hanno mangiato: allora, il Pocho ha preso la cotoletta, Mazzarri il risottino…”

Il Pocho ha litigato con tutti i difensori dopo la sconfitta di Londra, da allora i senatori lo hanno scaricato e quindi Mazzarri lo lascia in panchina. Guarda, è sicuro, un mio collega lavora per una società che sponsorizza il Napoli…”

Cavani? E’ già del City, non lo vedi come tira indietro la gamba? L’accordo sarà siglato a Ferragosto, quando saremo tutti al mare. Verrà sostituito da Higuain che ha una zia che vive a Pozzuoli. Guarda, è sicuro, la mia ragazza è di Pozzuoli, quindi…”.

Maggio? Ma veramente credi all’infortunio? Ma quando mai, quello non vuole giocare per non arrivare stanco agli Europei. Guarda, è sicuro, una mia ex compagna di scuola fa l’infermiera nel centro diagnostico dove gli hanno fatto la risonanza magnetica e ha visto i risultati, non c’è nulla…”

De Laurentiis ha litigato di brutto con Mazzarri, vuole che giochino i giovani e quello mette in campo sempre i vecchi. Guarda, è sicuro, un amico di mio cognato fa il giardiniere al San Paolo…”

De Laurentiis è solo un prestanome, il vero presidente del Napoli vive in Giamaica e non vuole apparire perché ha avuto noie col fisco. Guarda, è sicuro, perché quando sono andato in Giamaica…”

Lo spogliatoio è spaccato, si è diviso in clan: italiani contro sudamericani, i due svizzeri restano neutrali. Guarda, è sicuro, ho preso un taxi e il tassista aveva appena lasciato a casa Fideleff…”

Mazzarri? Lo spogliatoio lo ha scaricato, non sopporta quel divieto di bere acqua minerale durante gli allenamenti. Guarda, è sicuro, la nostra baby sitter ha un’amica che lavora a casa di Britos…”

Potrei continuare per dieci pagine, ma vi risparmio perché in fondo sono buono. Però non ho mai capito chi mette in giro certe voci e perché lo fa.

Gallo accennava alla macchina del fango che si mette in moto in questi periodi. Ha ragione. L’unica cosa che vi chiedo è questa: ma la vogliamo smettere di credere a tutto quello che si dice? Perché non coltiviamo di più il vizio della memoria? Vi cito una notizia di dieci mesi fa? “Hamsik è già del Milan, guarda, è sicuro…”.

Insomma, ogni volta che le cose vanno male, scatta un percorso mediatico che tocca sempre le stesse corde: spogliatoio spaccato, litigio presidente-allenatore, giocatori sul piede di partenza o dediti alla dolce vita tra alcol e donne. Se le cose vanno bene, come adesso, comincia il balletto su chi va e chi viene, e soprattutto sul perché vanno e vengono… E’ così da trent’anni. E quasi mai è vero. Ora, può anche darsi che il Pocho vada via. Nulla di strano, in fondo. Chiunque lavori, accetta volentieri di cambiare azienda per guadagnare il doppio e fare un’esperienza diversa. Personalmente, se mi raddoppiassero lo stipendio lascerei la mia scrivania con uno scatto che El Paposcito Fernandez se lo sogna… Ma per i calciatori tutto questo non vale, devono amare la maglia… Boh.

Non capisco perché bisogna dire per forza che il Pocho ha litigato con tutti, che non ha più voglia di giocare, che Mazzarri lo tiene fuori apposta, che l’infortunio è finto… Cari Napolisti, qua si tratta di non farsi prendere per il culo. E allora, se il Pocho resta, tanto di guadagnato. Se va via, facciamogli l’ultimo applauso e poi cerchiamo di capire com’è davvero questo Vargas. Anche se io devo fare un coming out: mi sono innamorato di Insigne.

Giulio Spadetta

ilnapolista © riproduzione riservata