Povero Bigon, sei vittima di un complotto

Ora però sono preoccupato, perchè anche se i ragazzi vogliono vincere tutte le partite è evidente che a questo punto della stagione giocando una volta ogni tre giorni, si è accumulata tanta fatica“.

Lo ha detto Mazzarri. E se è preoccupato lui, possiamo esserlo anche noi. Ieri Walter ha sbagliato a far giocare Maggio in precarie condizioni. Contro le riserve del Siena non c’era bisogno di mettere in campo uno coi cerotti. Questo infortunio peserà un po’ anche sulla coscienza dell’allenatore.

Però – so di ripetermi – il discorso è sempre lo stesso: si era detto che il Napoli avrebbe dovuto avere “i doppi ruoli”. Ma dove sono? Vi prego, se avete indiscrezioni non nascondetemele: dov’è il quarto esterno di fascia? Dov’è la rosa “ampia e omogenea” che avremmo dovuto avere per tenere botta in tre competizioni? Scusatemi, so che questi discorsi a molti non piacciono, ma a me certi errori di mercato sembrano così evidenti, così lampanti, da non lasciare dubbi. E pur sforzandomi continuo a non capire come si possa difendere l’operato della società. L’ultimo esempio è il mercato di gennaio. Prima della pausa di Natale il quadro era già chiarissimo: Britos in precarie condizioni, Grava quasi fuori rosa, Fernandez e Fideleff sempre in panchina. Il vostro amico Bigon ha preso un difensore? Noo. Poi, quando è arrivata la mazzata di Londra, tutti hanno criticato i nostri difensori. Ma che cosa pensavate? Abbiamo tre gregari ultratrentenni lì dietro, quanti miracoli avrebbero potuto ancora fare?

A centrocampo: il povero Donadel si è fatto male subito, un infortunio gravissimo. Il vostro amicone Bigon ha preso un quarto centrocampista? Nooo. Ma tanto ci voleva a riprendere Pazienza, o a trovare un ciuccio di fatica? Ogni volta che vedo Biondini macinare chilometri e palloni nel Genoa vado in freva. Uno così era proprio inutile? Ah già, noi con Cellino non andiamo d’accordo, ci sta tanto tanto antipatico e quindi non facciamo affari con lui. Boh.

In attacco: Se De Laurentiis, Bigon e lo stesso Mazzarri fossero meno arroganti, a Natale avrebbero dovuto fare un’ammissione di colpa. Non ci voleva molto a dire: “Sì, confermare Lucarelli è stata una cazzata. Sì, quel Chavez non è un giocatore di calcio. E’ vero, Mascara è buono giusto per il Novara, e Santana stava bene dove stava. Però Pandev è una riserva di lusso per il Pocho, ora pensiamo anche a una vera alternativa per Cavani”. Niente di tutto questo. Noi abbiamo preso Vargas, accolto come il nuovo Maradona. E lo abbiamo pagato 11-12 milioni. Con quei soldi si potevano prendere un paio di giocatori pronti per l’uso, utili a migliorare la rosa. Sia chiaro, penso che Vargas sia davvero bravo, ma era l’ultima cosa di cui avevamo bisogno. Infatti dopo tre mesi marcisce in panchina. A fare esperienza…

Ora però siamo tanto tanto stanchi. E per forza, giochiamo ogni tre giorni. E nessuno ce lo aveva detto, porca miseria. Ci potevano avvisare che avremmo dovuto giocare una stagione da cinquanta partite, che diamine! Tutti pensavamo fossero solo una trentina. Bigon, fatti sentire, sei vittima di un complotto.

Giulio Spadetta

ilnapolista © riproduzione riservata