Mazzarri: «Napoli abituato a stupire»

La decisione in extremis del Tas gli consentirà di essere domani in panchina. Il congelamento della squalifica consentirà a Mazzarri di guidare il suo Napoli dal campo nella sfida di ritorno degli ottavi di Champions con il Chelsea. Il tecnico, alla vigilia, non può che essere soddisfatto: «Sinceramente speravo nel poter essere in panchina domani con il Chelsea. Con Grassani mi sentivo spesso, abbiamo puntato sul congelamento della squalifica. Per me è importante essere in campo insieme e accanto alla squadra. Era la soluzione più giusta e più fattibile, è andata bene sperando di toglierla definitivamente, per noi è la cosa migliore.
CHELSEA – il Chelsea ha cambiato allenatore e con Di Matteo sono arrivate due vittorie di fila: «Qualcosa è sicuramente diverso. I Blues hanno vinto due partite consecutive e il morale è tornato alto. Tra l’altro sono grandi campioni. La sfida sarà affascinante e aperta a qualsiasi risultato».
RIVELAZIONE – Mazzarri si fida dei suoi giocatori: «Hanno avuto una crescita esponenziale in poco tempo, adesso hanno acquisito esperienza internazionale. In questo momento siamo anche una rivelazione a livello europeo, dopo che lo siamo stati anche nel campionato italiano. In Champions abbiamo eguagliato il Napoli di Maradona, è un successo essere qui, quindi dobbiamo essere sciolti e tranquilli».
EVENTO – Il Napoli coniuga risultati positivi ad un gioco effervescente: «Questo è un aspetto fondamentale per superare i momenti delicati ed esaltare i nostri campioni. L’organizzazione ci ha aiutato molto. Quando noi stiamo bene, siamo capaci di schiacciare gli avversari, ormai siamo abituati a stupire. Facciamo cose straordinarie che sembrano diventate normali, domani sera dovremmo dare tutto. Saremo attenti, concentrati ma allo stesso tempo sciolti per giocare come sappiano. Non dobbiamo sentire troppo l’importanza dell’impegno».
TIFOSI – I tifosi sono davvero tanti: «Non so se potranno entrare tutti allo stadio, mi auguro che ci diano comunque una mano. Abbiamo bisogno del loro sostegno. Il nostro pubblico è encomiabile».
OBIETTIVO – Mazzarri non si sbilancia sul risultato finale: «Mi basta quello che ci consentirà di passare il turno. Scherzi a parte, sarebbe importante segnare un gol. Tra me e il gruppo c’è un feeling particolare. Nessuno sottovaluterà l’impegno. Non pensiamo al vantaggio del San Paolo, facciamo la nostra partita a prescindere, come abbiamo già a fatto a Manchester con il City e al Madrigal contro il Villarreal. Voglio 11 leoni in fase passiva, poi in attacco dobbiamo giocare come sappiamo. Quando siamo in possesso palla, possiamo mettere in difficoltà chiunque. Il Milan ha già eliminato l’Arsenal, speriamo di poterci riuscire anche noi». (corriere dello sport)

ilnapolista © riproduzione riservata