La crisi del Napoli vista da Enzo il pensionato e Ciro il fruttivendolo

Il mal di campionato comincia a diventare preoccupante. Il Napoli che brilla in Champions e in Coppa Italia si smarrisce contro le provinciali, e i tifosi non ci stanno. Il ko di Marassi, contro una squadra sonoramente battuta 6-1 il mese scorso, suscita profondi malumori: c’è chi ricorda la priorità sempre data dal presidente Aurelio de Laurentiis all’Europa, ed è dunque inevitabile attribuire almeno in parte i risultati poco convincenti in campionato alle strategie societarie- La questione tiene banco sul web, tra i forum e i social network, e non solo. Dopo mesi di euforia per la super squadra allenata da Mazzarri oggi è l’inquietudine a dominare nei capannelli di tifosi che commentano in strada la partita di ieri. Ciro, titolare di un negozio di ortofrutta nel rione Montesanto: «Il Genoa non è di certo superiore al Villarreal, al Bayern Monaco o al Manchester City. Capisco puntare all’Europa ma buttare via così il campionato mi sembra davvero inaccettabile». «È colpa di Mazzarri, come al solito non ha saputo leggere la partita», punta l’indice Enzo, pensionato. Altri ritengono invece che l’allenatore non avesse alternative al turn over, a causa dei moltissimi appuntamenti del Napoli concentrati in poco tempo. La speranza di tutti è che già mercoledì sera, nel turno infrasettimanale di campionato contro il Cesena, gli uomini di Mazzarri abbiano uno scatto di orgoglio: in caso contrario, un’ombra pesante si proietterebbe su una stagione partita sotto i migliori auspici e che ora vede il Napoli relegato a centroclassifica dopo il quinto ko. In questo clima di disorientamento non fa molta notizia l’ingaggio dal Carpi dell’attaccante marocchino Mehdi Kabine. L’unico viatico è la vittoria che i tifosi attendono già per dopodomani. Intanto già questa mattina la squadra ha ripreso la preparazione. Lavoro di scarico per chi ha giocato a Marassi, allenamento atletico e partitella a campo ridotto per gli altri uomini della rosa. Paolo Cannavaro si è sottoposto a radiografia e risonanza magnetica dopo l’infortunio di ieri. Le analisi hanno escluso lesioni ed hanno evidenziato una forte contusione alla caviglia. Le condizioni di Paolo saranno valutate domani ma quasi certamente il difensore mercoledì non sarà del match. (ANSA).

ilnapolista © riproduzione riservata