Il vivaio nascerà sull’area di una ex discarica

In passato era una discarica abusiva. Presto diventerà la casa che il Napoli vuole destinare ai giovani talenti di domani, sul modello Barcellona. L’area lambisce il canale dei Regi Lagni e si trova a 500 metri in linea d’aria dall’Holiday Inn, che ospita Walter Mazzarri e tutti i suoi giocatori: 14 ettari già sufficientemente ripuliti e ora da trasformare. Il Comune di Castel Volturno li ha destinati a De Laurentiis, che ha presentato una sua idea: otto campi di calcio regolamentari e due foresterie, rispettivamente da 1000 e 500 mq: la prima ospiterà i campioncini, la seconda sarà destinata a una scuola e a una clinica dello sport. «Aspettiamo il progetto esecutivo – racconta il sindaco Antonio Scalzone – poi daremo l’area in concessione previo parere positivo della Regione e degli Usi Civici di Napoli, visto che si tratta di un terreno demaniale. Sarà decisivo anche il via libera della Sovrintendenza dei beni paesaggistici di Caserta. Ma non ci saranno problemi…». Un mese e mezzo per vincere la partita con la burocrazia, poi si comincerà a fare sul serio. I lavori cominceranno in primavera. I tempi sono abbastanza ristretti: 6 o 7 mesi per la realizzazione. «Bisognerà spianare ed effettuare il drenaggio», continua Scalzone. De Laurentiis sarà affiancato dal consorzio “Rinascita”, il costo totale si aggira attorno al milione e mezzo di euro. «I contatti con il presidente – dice il sindaco – sono partiti a febbraio. Noi siamo stati felici di accontentarlo. Vogliamo riqualificare Castel Volturno, l’80% del nostro litorale ha ottenuto nuovamente la balneabilità e a marzo partirà la ristrutturazione del porto turistico da 1200 posti barca». L’obiettivo è tornare ad essere la spiaggia preferita dei napoletani, come accadeva negli anni ‘60. Il Napoli può fare da traino. De Laurentiis – che si è informato sulla possibilità di costruire lì anche degli studi cinematografici – potrebbe ristrutturare l’attuale stadio Massimo Petrella portandolo ad una capienza di 5 mila posti, da destinare alle amichevoli degli azzurri. «La nostra Coverciano sarà dotata anche di un nuovo campo da golf a 18 buche. In totale ne avremo quattro». Il sogno sarenne una stella del calibro di Tiger Woods. Con Lavezzi e Cavani formerebbe un bel trio. Dov’era l’eternit, adesso nascono progetti ambiziosi.
Pasquale Tina (Repubblica)

ilnapolista © riproduzione riservata