Aurelio: Lo scudetto?
Lo vuole Berlusconi

Aurelio De Laurentiis felice come una Pasqua a fine partita: “Il progetto si evolve con i tempi, ora c’è il fair-play finanziario e facciamo di tutto per adeguarci alla situazione.I l secondo posto non conta nulla adesso, tra qualche mese verso Marzo, se staremo ancora qui, ci penseremo. Io non permetto a nessuno di rompermi il giocattolo, io prendo giocatori a prezzi logici. Io sposo le regole, quelle di Platinì sono regole che si accettano o meno. Il campionato lo vincerà il Milan, farà di tutto Berlusconi per vincerlo. Il Pareggio con un gol in fuorigioco la dice lunga su è chi è in testa al campionato. È la quarta volta che battiamo la Juventus, ma stasera c’era un’atmosfera magica. Lo stadio era pieno, il pubblico è stato il dodicesimo uomo in campo. Scudetto? Dobbiamo pensare solo a crescere, a maturare, a far sì che i calciatori dicano all’allenatore, al presidente che non vogliono andare in vacanza, vogliono restare qui in ritiro, che il loro orgoglio si sposa con l’orgoglio partenopeo. È questo quello che chiedo per i prossimi 2-3 anni. Contro l’Inter questi ragazzi sembravano irriconoscibili”. Capitolo mercato: “Quello di gennaio si chiama mercato di riparazione, ma noi cosa dobbiamo riparare? Siamo a 36 punti, se ripetiamo questo exploit chiuderemo a 72, in piena zona Champions. Occorre guardare ai bilanci, al fair play finanziario ed economico. Se manca economicità di bilancio è finita. Inler? Acquisteremo un centrocampista a luglio, non oggi. Per il momento siamo alla ricerca di un difensore mancino, non di altro. Ho l’impressione che sia l’Udinese che cerchi di piazzare il giocatore per ricavarne qualche milione, Pozzo ha sempre fatto questo. La valutazione di 15 milioni per un calciatore di 27 anni mi sembra eccessiva. Criscito? Non so se sia da Napoli, se fossimo certi che sia da Napoli lo avremmo già preso”. Intanto anche i gioielli del Napoli sono appetiti da molti: “Non venderei Cavani neppure per 50 milioni di euro”. Intanto conferma sul fronte Cannavaro. Il capitano ha praticamente rinnovato il contratto per i prossimi 4 anni.

ilnapolista © riproduzione riservata