Prendiamo Cassano
Se non ora, quando?

Se vi dico Antonio, voi a chi pensate? Se vi vengono alla mente Bassolino oppure il principe Totò siete fuori strada. Mi riferisco ad un Antonio per  alcuni talento per altri grande maleducato!
Nasce e cresce in un quartiere del Sud Italia, un quartiere vecchio di un  città levantina, dove San Nicola fa miracoli.
Il suo talento è fuori dubbio: famosi i suoi assist al millimetro per compagni  che devono solo spingere la palla nella rete, la sua velocità di esecuzione che  altri neanche immaginano. E chi ha talento conosce bene anche la fantasia, la  conosce nel senso che con i piedi guidati dalla testa sa trasformarla in azioni  magiche, fantastiche ma reali , che resti con la bocca aperta e ti chiedi “ma è  vero quello che ha fatto??”. Chi ha talento ti fa vedere e toccare con mano l’ impossibile.
Si si già sento urlare, le cassanate , anche quelle ti lasciano a bocca  aperta….! Ma io parlo del calciatore che risolve una partita e la fa vincere e  ti fa sognare.
In conclusione venendo a noi napolisti, voi che dite il Napoli ha bisogno di  fantasie che illuminano (tipo pallonetto del pocho al Milan di questo anno)  oppure vi accontentate di un retropassaggio di Gargano o di una punizione di  Sosa che va fuori di poco???
E allora lancio la mia proposta: Cassano al Napoli se non ora quando???
Salvatore Migliaccio

ilnapolista © riproduzione riservata