Di Natale ne fa tre, che brutto Napoli

Come l’anno scorso 3-1, come l’anno scorso, tripletta di Di Natale. Il Napoli resta con la testa a Capodichino e gioca una delle più brutte partite dell’anno. Non inganni il gol di Hamsik, né il rigore sbagliato per il possibile 3-2, né le occasioni da gol capitate sulla testa del matador e sul piede dello slovacco. Gli azzurri giocano a sprazzi. Buon inizio, sembrano poter dominare, poi il freddo di Udine entra nella testa degli azzurri e il cervello si annebbia. Tre schiaffi, uno dietro l’altro. Un rigore, una conclusione di Di Natale su cui nessuno va a chiudere ed un calcio d’angolo ad inizio ripresa sul quale Hamsik (che copriva il primo palo) che fa un saltello giusto per farsi passare il pallone sotto le gambe e beffare De Sanctis. Ma che ci sta a fare un uomo sul primo palo se si sposta? Poi Il Napoli si sveglia, ma non dà mai l’impressione di poter salire di giri. Anzi, va a sprazzi e quando la partita potrebbe cambiare registro Hamsik sbaglia il rigore che mette la parola fine. Male tutti, a cominciare da Lavezzi che perde banalmente a centrocampo il pallone che permette all’Udinese di far partire il contropiede del rigore. Il Napoli che in trasferta sembrava una corazzata, subisce la quarta sconfitta stagionale. E giovedì si va ad Utrecht

Udinese: Handanovic, Benatia, Zapata, Domizzi, Isla, Inler, Asamoah, Armeno, Pinzi, Sanchez, Di Natale (25′ st Denis). A disp. Belardi, Angella, Badu, Coda, Floro Flores, Corradi. All. Guidolin
Napoli: De Sanctis, Santacroce (29′ st Dumitru), Cannavaro, Campagnaro, Maggio, Pazienza (21′ st Maiello), Gargano, Dossena (8′ st Vitale), Hamsik, Lavezzi, Cavani. A disp. Iezzo, Grava, Cribari, Zuniga. All. Mazzarri
Arbitro: Romeo di Verona
Marcatore: 16′ pt Di Natale rig. (U), 45′ pt Di Natale (U), 12′ st Di Natale (U), 13′ st Hamsik (N)
Note: ammoniti De Sanctis, Maggio, Cannavaro, Pinzi, Benatia, Domizzi. Al 20′ st Handanovic ha parato un rigore ad Hamsik.

ilnapolista © riproduzione riservata