Quagliarella alla Juventus, venderlo è assurdo

La notizia giunge sull’autostrada che da Stoccolma mi porta a Boras. La Juve avrebbe chiesto Fabio Quagliarella al Napoli, piano B dopo aver ricevuto il rifiuto da parte di Di Natale. E si scatena la discussione. Persino il lavezziano d’Esposito non ci sta Per un attimo il viaggio che ci ha portato in Svezia passa in secondo piano. Ed io, dalle lande scandinave voglio urlare forte il mio no. Perché vendere il più forte giocatore dei Mondiali? Perché vendere l’unico attaccante vero di questa squadra? Perché vendere l’unico capace di fornire illusioni e colpi di classe? Beh, la società, qualora decidesse di cedere Fabio da Castellammare me lo dovrà spiegare. E’ un piacere a Mazzarri che sembra non lo sopporti più di tanto? Oppure c’è qualcos’altro sotto? No, non vendiamo Quagliarella, altrimenti quando vincerà lo scudetto con la Juventus saremo qui a strapparci i capelli e soprattutto daremo un segnale di una squadra che non vuole fare il salto di qualità e vende i suoi giocatori più forti. E se proprio dovesse essere così, la società mi smentisca e punti su Pazzini, l’unico che davvero accetterei a Napoli pur con la morte nel cuore.
Massimiliano Gallo

ilnapolista © riproduzione riservata