ilNapolista

Blatter: “Sentii Platini dopo la cena all’Eliseo e mi disse che Sarkozy non lo aveva costretto”

L’ex presidente della Fifa Sepp Blatter ai microfoni de L’Equipe: i quattro voti portati da Michel – il suo e altri tre – hanno fatto pendere la bilancia e gli Stati Uniti sono stati sconfitti

Blatter: “Sentii Platini dopo la cena all’Eliseo e mi disse che Sarkozy non lo aveva costretto”

L’ex presidente della Fifa Sepp Blatter ai microfoni de L’Equipe ha parlato di Michel Platini e dell’inchiesta in ci è coinvolto per corruzione sull’assegnazione dei Mondiali del 2022 in Quatar.

Mentre il vicepresidente della Fifa è ancora in stato di fermo Blatter si è detto molto sorpreso dall’accaduto

“La giustizia francese vuole sentirmi? Sono a disposizione, così resto a disposizione dei giudici svizzeri, tedeschi e americani. Posso solo ripetere ciò che ho già detto e scritto. Platini mi ha chiamato dicendomi che aveva avuto un colloquio all’Eliseo con Nicolas Sarkozy il 23 novembre 2010, nove giorni prima del voto per l’assegnazione del Mondiale 2022, e che lui e i suoi amici avrebbero potuto votare per il Qatar a causa degli interessi economici nazionali. Gli ho chiesto se Sarkozy lo avesse costretto, mi ha risposto di no. È andata così: i quattro voti portati da Michel – il suo e altri tre – hanno fatto pendere la bilancia e gli Stati Uniti sono stati sconfitti”.

ilnapolista © riproduzione riservata