Una giornata leggend…aria alla Sanità

La manifestazione è alla quinta edizione. Il tema di quest’anno è “Librinfilm. Prossimo appuntamento venerdì 17 maggio al Vomero

Una giornata leggend…aria alla Sanità

Grande successo per il debutto di “Una giornata leggend…aria, libri e lettori per le strade di Napoli” nel rione Sanità.

La manifestazione, giunta alla quinta edizione e che quest’anno ha come tema “Librinfilm”, dopo un’anteprima a febbraio su Basile e La Gatta Cenerentola, si è per l’occasione fatta in due. Lunedì con lo spettacolo al Nuovo teatro Sanità, organizzato dai docenti e dagli studenti della Scuola media “Volino Croce Arcoleo” e venerdì 17 maggio con l’appuntamento conclusivo che avrà ancora una volta come palcoscenico le strade del Vomero, a partire dalle ore 15,30 presso il foyer del teatro Diana.

Tutto esaurito in platea con studenti, genitori e docenti per lo spettacolo che si è tenuto nella suggestiva struttura del Nuovo teatro Sanità, di cui è direttore artistico Mario Gelardi, all’interno della settecentesca chiesa dell’Immacolata e San Vincenzo.

Un vero inno alla Sanità, alla sua storia, ai suoi personaggi, letterari e non, dal Principe Totò, portato in scena da Umberto Del Prete, al Sindaco Antonio Barracano creato dal grande Eduardo, di cui si è fatto interprete Francesco Di Leva, all’Imperatore, ovvero Pino, lo scrittore che con “Benvenuti in casa Esposito” ha raccontato uno spaccato divertente e allo stesso tempo crudele della realtà del quartiere.

Ma i veri protagonisti sono stati i ragazzi, bravi nel coordinare il racconto dello spettacolo, supportati dalla piccola orchestra della scuola diretta dai maestri Michele Montefusco, Giuseppe Saggiomo e Giorgio Durantino.

Grande successo ha riscosso l’esibizione del ballerino Antonio Corvo. Sul palco, dopo l’introduzione di Bernardina Moriconi, direttore artistico di Leggend…aria, sono intervenuti anche l’editore Eddy Colonnese, Elena Anticoli De Curtis, nipote del grande Totò, il parroco Don Antonio Loffredo, Carlo Geltrude, l’assessora della terza municipalità Carmela Sermino. Pasquale Vitiello, preside della “Volino Croce Arcoleo”, ha esaltato il lavoro di studenti e docenti. Grandi applausi, allora, da ragazzi e genitori per Carmen Illiano, Marida Ciccopieri, Antonio Iazzetta e Marcella Famà. Serata conclusa da un rinfresco a cura della pizzeria Concettina ai Tre Santi e della pasticceria Poppella.

Appuntamento adesso con l’evento di venerdì al Vomero che impegnerà studenti di quindici scuole cittadine tra medie e licei: Pansini, Sannazaro, Belvedere, Mazzini, Vittorini, Viale delle Acacie, Cortese-Scialoja, Foscolo, Pertini, Nevio, Serra, Fermi, Volta, Pirandello, D’Ovidio Nicolardi.

Ad affiancarli, come testimonial d’eccezione, ancora una volta scrittori e attori che si esibiranno anche nei brevi reading di apertura al teatro Diana e di chiusura a piazza Fuga: Rosi Selo, Francesca Rondinella, Paquito Catanzaro, Amedeo Colella, Serena Venditto, Roberto Bratti, Delia Morea, Annavera Viva, Nando Vitali, Lorenzo Sarcinelli, Antonio Menna, Ivan Fedele, Peppe Millanta, Viola Scotto di Santolo, Tony Cucciniello e il cantante Matteo Mauriello.

Non mancherà anche quest’anno la postazione della Scuola Italiana di Comix con i suoi disegnatori all’opera e una sfilata di moda a tema a cura della boutique di Fabio Geda.

La giuria, composta da Claudio Gubitosi, presidente del Giffoni Film Festival, lo scrittore e giornalista Andrea Di Consoli, il giornalista Stefano De Stefano, gli attori Rosaria De Cicco, Gigi e Ross, Sergio Savastano, premierà le performance migliori durante l’evento conclusivo condotto dalla giornalista Federica Flocco a piazza Fuga presso la libreria Iocisto da sempre partner della “Giornata Leggend…aria”.

La manifestazione si avvale della collaborazione della V Municipalità Vomero-Arenella, del Comune di Napoli, della Regione Campania, della Fondazione Polis, dell’Università Federico II, dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, della Scuola Italiana di Comix, del Giffoni Film Festival, del teatro Diana e di Video Metrò Napoli.

 

ilnapolista © riproduzione riservata