Verdi: «Ancelotti ha un altro passo. Voglio restare a Napoli, so di non aver onorato la 9»

Intervista a Radio Kiss Kiss Napoli: «A Roma la mia miglior partita, a Empoli approccio sbagliato. Siamo pronti per la sfida con l’Arsenal»

Verdi: «Ancelotti ha un altro passo. Voglio restare a Napoli, so di non aver onorato la 9»

Intervista di Simone Verdi a Radio Kiss Kiss Napoli. Affronta vari temi, innanzitutto il taglio dei capelli: «Mi ero stufato di portarli lunghi, troppa cura».

«A Roma ho giocato la mia miglior partita con il Napoli, anche se a volte prendevo qualche pausa. Non gioco mai, quindi la condizione fisica non è al top. A Roma ho alzato il livello delle mie prestazioni. ».

Empoli

«A differenza di Roma, abbiamo sbagliato l’approccio mentale. Non dovrebbe succedere. A livello mentale è sempre importante vincere, anche in vista della sfida con l’Arsenal. Le sconfitte a volte aiutano a capire. Sin dai primi minuti Ancelotti non era . contento».

L’Arsenal

«Sarà una sfida difficilissima. Giocano bene e sono abituati a giocare a questi livelli in Europa. Noi abbiamo capito cosa vuole il mister. A Londra giocheremo la nostra partita senza dimenticare che il ritorno si giocherà al San Paolo».

Ancelotti

«Ti arricchisce in tutti i sensi. È un allenatore di un altro passo, senza nulla togliere agli altri».

Il numero 9

«Quando giochi, non pensi al numero né a chi prima di te ha indossato quella maglia. A Bologna ho fatto con quel numero. Sono consapevole di non averlo fin qui onorato al meglio».

Rimanere a Napoli

«Ho un contratto per cinque anni e voglio rimanere qui per dimostrare il mio valore. Non voglio andare via nonostante quel che scrivono i giornali».

Meret e Fabian Ruiz

«Sono stato con lui in Nazionale. Si vedeva che aveva qualcosa di speciale. Qui ho capito che è nato per fare questo mestiere. Fabian è un giocatore incredibile».

ilnapolista © riproduzione riservata