Rissa in casa Bayern: Lewandowski critica Coman e i due vengono alle mani

Rissa in casa Bayern: Lewandowski critica Coman e i due vengono alle mani

Una vera e propria rissa, con tanto di colpi proibiti,  quella di ieri tra eri Robert Lewandowski e Kingsley Coman.

“Un match di pugilato per tenere alta la tensione”

lo definisce la Gazzetta, spiegando che  “il Bayern non si fa mancare niente”. A raccontare il tutto ci ha pensato la Bild, nonostante l’allenamento fosse a porta chiuse, che spiega che  Sembra che sia stato il polacco a criticare il compagno e la discussione è sfociata nel corpo a corpo, con Süle e Boateng che tentavano di separarli. In casa Bayern da registrare anche le parole dell’infortunato Robben a Sky: «Ho dei dubbi di poter giocare ancora in questa stagione». In pratica, l’addio al Bayern se non al calcio. In Bundesliga stasera un anticipo: Norimberga-Schalke.

Dalle parole, pesanti, i due sono passati ai fatti, con tanto di scazzottata. Una situazione fuori controllo che i compagni hanno provato a sedare, non senza difficoltà. Sule e Boateng, due colossi, hanno tentato di separare il polacco e il francese che hanno continuato a suonarsele fino a quando non sono intervenuti altri giocatori.

La causa? Sempre secondo il giornale tedesco, sarebbero state le critiche di gioco di Lewandowski al compagno ad innescare la miccia

ilnapolista © riproduzione riservata