Il Napoli non ha un problema di condizione atletica

È l’ultima leggenda metropolitana, smentita dai fatti come il secondo tempo contro l’Arsenal. Ha altri problemi, e non è detto che sia un bene 

Il Napoli non ha un problema di condizione atletica
Foto Calcio Napoli

Una delle mistificazioni più ricorrenti attorno al Napoli è quella che riguarda la condizione atletica della squadra. È anche comprensibile. Quando si vede la squadra in balia degli avversari, incapaci di fare un passo, di imbroccare due passaggi di fila, viene automatico pensare alla preparazione atletica. Perché si sottovaluta sempre o quasi sempre l’aspetto mentale.

È il cervello che condiziona i muscoli. È la tensione. E sono anche gli avversari, ovviamente. Una squadra in deficit atletico non si vede certo dai primi venti minuti di gioco. Persino una squadra in pessime condizioni, i primi venti minuti li giocherebbe.

È pero anche interessante, e da studiare, questo voler a tutti i costi trovare nel deficit di condizione atletica il tallone d’Achille di questo Napoli. È un po’ come l’aver trasformato un logico trasferimento direttamente a Verona da Londra in un ritiro anticipato e punitivo. È sempre questa sete di maniere rudi che pervade e affascina il lettore, e presumibilmente condiziona il giornalista che quindi gli fornisce il cibo che più gradisce.

Il Napoli ha terminato in ottime condizioni atletica la partita con l’Arsenal. Partita giocata com’è stata giocata, lo sappiamo, lo abbiamo ripetuto in ogni salsa. Non questo il punto. Alcuni giocatori dell’Arsenal hanno invece accusato i crampi nel finale, lo ha sottolineato ieri sera Ancelotti e Emery ha spiegato che è normale, vuol dire che i calciatori hanno dato tutto e lunedì sera contro il Watford ci sarà turn over.

Non sempre la preparazione atletica spiega le prestazioni. Come abbiamo scritto, quello del Napoli somiglia decisamente di più a un blocco, a una mancanza di consapevolezza, di fiducia nei propri mezzi. Oltre al fatto, anche qui ci ripetiamo, che il Napoli ha giocato contro una delle squadre europee che meglio si esprime di fronte al proprio pubblico.

Dire che la condizione atletica del Napoli è ottima, non vuol dire che tutto va bene madama la marchesa ma che semplicemente l’obiettivo è sbagliato. Il Napoli ha giocato il secondo tempo mentre è stato del tutto assente nei primi 45 minuti. Come del resto capita spesso alla squadra di Ancelotti. Persino nella brutta disputata contro il Genoa. L’eccezione è rappresentata dal match con l’Empoli: in quell’occasione il Napoli disputò un secondo tempo anonimo. Anche il primo fu insufficiente, ma leggermente meglio rispetto alla ripresa.

Il Napoli è una delle squadre che segna di più negli ultimi minuti. E anche ieri sera ha avuto l’occasione migliore al 70esimo. Insomma il Napoli corre, è in salute. Ha problemi di altra natura, e non è detto che sia un bene.

ilnapolista © riproduzione riservata