Ancelotti: «C’era molto timore. È un momento difficile per tutti, mi aspetto un grande pubblico»

«La riunione dei giocatori? Si riuniscono tutti i giorni. Milik ha numeri impressionanti, l’estate prossima non ci saranno le voci sul centravanti»

Ancelotti: «C’era molto timore. È un momento difficile per tutti, mi aspetto un grande pubblico»

«Vittoria che toglie un po’ di peso addosso. Nella partita c’è stata molta applicazione, ma anche molto timore. Il gol di Milik poi ha sbloccato un po’ tutto. C’è stata molta scioltezza. Ci serviva questa vittoria

«I giocatori si riuniscono tutti i giorni a Castel Volturno. Si soffre tutti in questi momenti, società, tifosi, giocatori, quando si passano questi momenti. È un gruppo molto sano che – speriamo – ha vissuto questo momento difficile. Mi aspetto che giovedì saremo tutti insieme, mi aspetto un grande aiuto dal nostro pubblico e ci proveremo con tutte le nostre energie.

«Scegliere è sempre difficile. Anche oggi volevo mettere una formazione affidabile da un punto di vista caratteriale, non volevo scompensi come contro l’Empoli quando ho cambiato tanto. Temevo un po’ di difficoltà nel recupero fisico, ma la squadra invece ha reagito bene. Sarà difficile scegliere ma credo che ce la farò

«A Londra nella fase iniziale siamo stati sorpresi dalla loro forte pressione. Abbiamo sbagliato a insistere nell’uscita da dietro e invece potevamo giocare più lungo. La seconda parte è andata meglio, abbiamo giocato molto in verticale e l’Arsenal è stato attendista come sarà a Napoli

«La scelta di non utilizzare Milik era legata a sfruttare di più la velocità, lui è meno veloce di Insigne e Mertens

«Il tridente è una possibilità per giovedì. Milik ha numeri impressionanti che lo inseriscono nei top attaccanti. Per il mercato estivo doremo stare tranquilli, non ci saranno le voce come nel mercato scorso.

ilnapolista © riproduzione riservata