Su Twitter lo sfogo anti-Var di Pallotta in tutte lingue: «Sono stufo di questa m.»

«Schick è stato atterrato in area, il VAR lo dimostra, e non viene fatto niente. Sono stufo di questa merda». Non aggiornati gli account arabo, bosniaco, turco e francese

Su Twitter lo sfogo anti-Var di Pallotta in tutte lingue: «Sono stufo di questa m.»

Nottata intensa per i traduttori

Nottata intensa per i traduttori della Roma che hanno pubblicato su più account della Roma lo sfogo di James Pallotta al termine di Porto-Roma 3-1 che ha eliminato i giallorossi dalla Champions. Pallotta se l’è presa con l’arbitraggio reo di non aver consultato il Var per la spinta nel finale ai danni di Schick.

Lo scorso anno abbiamo richiesto il VAR in UCL perché ci avevano rovinato la semifinale e questa sera, nonostante ci fosse, siamo stati derubati. Schick è stato atterrato in area, il VAR lo dimostra, e non viene fatto niente. Sono stufo di questa merda. Non ho più parole!

Dichiarazioni tradotte in inglese, portoghese (per l’account brasiliano), e in spagnolo. Stranamente non sono invece stati aggiornati gli account in turco e in francese. Né in arabo né in bosniaco.

Equidistante il titolo scelto dal Corriere dello Sport: “Vergogna” a caratteri cubitali: “Porto ai quarti grazie a un rigore alla tv (che ignora un fuorigioco. La moviola nega il penalty della qualificazione ai giallorossi”.

Nel commento alla partita leggiamo: “Il torneo è una discoteca, in fondo, e ieri al buttafuori Çakir è mancato il coraggio che dovrebbe sempre accompagnare gli amministratori di giustizia. C’era il rigore su Schick e avrebbe potuto cambiare tutto.” E infine: “La Roma di ieri, risorta da un derby rottamato, abbandonata da un capitano feroce e logoro, traforata da troppi infortuni, sepolta da una tensione che la stordisce, era rimasta aggrappata al ciglio rifiutandosi di precipitare, hanno dovuto pestarle le dita per liberarsene. E questo no, non è giusto”.

ilnapolista © riproduzione riservata