Nicola: «Se abbiamo segnato alla Juventus, perché non possiamo farlo anche al Napoli?»

L’allenatore dell’Udinese Nicola in conferenza alla vigilia della partita contro il Napoli. «Vogliamo fare il nostro calcio mantenendo l’equilibrio»

Nicola: «Se abbiamo segnato alla Juventus, perché non possiamo farlo anche al Napoli?»

Davide Nicola, allenatore dell’Udinese, alla vigilia della sfida col Napoli è intervenuto in conferenza stampa:

«La Juventus ha dimostrato di non essere una squadra qualunque, anche in Champions. I primi tre gol subiti sono nati da situazioni di poca attenzione, è mancata la sintonia e l’aggressività, fermo restando che avevamo la Juve davanti e fermo restando la nostra voglia di fare una partita di livello. Adesso c’è il Napoli, un’altra partita con un avversario di qualità dove proveremo a dare il massimo»

Lasagna?

«Si è allenato molto bene in settimana, ha delle qualità importanti, mi auguro vada in campo come contro la Juventus»

Che cosa vorrebbe vedere domani?

«Voglio vedere la capacità di osare mantenendo l’equilibrio. La nostra Champions League è la salvezza, per arrivarci dobbiamo ragionare a lungo periodo. Domani vogliamo far vedere il nostro calcio mantenendo l’equilibrio. Dietro abbiamo qualche defezione in più, ma non cerchiamo scuse»

De Maio?


«Vedremo se riusciremo a recuperarlo, ma abbiamo lavorato anche per altre soluzioni . Sono curioso di vedere la mia difesa contro una grande squadra come il Napoli».

Nuovo modulo?

«Lo cambiamo spesso a partita in corso, magari non ve ne accorgete. Dobbiamo abituarci agli adattamenti a partita in corso. Mancando tre potenziali centrali titolari, dovremo avere accortezze contro una squadra che porta tre giocatori molto forti dietro la punta e due terzini offensivi»

Il Napoli è forte sulle corsie laterali, come fermarli?

«La chiave di volta è mantenere equilibrio ed osare. Sugli esterni sono molto propositivi, ma allo stesso tempo vogliono attaccare la linea con verticalizzazioni centrali e lo fanno bene. Ci siamo allenati per arginare le loro qualità e trovare spazi e giocate per dire la nostra. Se abbiamo segnato alla Juventus, perché non possiamo farlo anche al Napoli?»

Pussetto e Okaka come stanno?

«Okaka è rientrato venerdì, mentre Pussetto sta bene e ha fatto alcuni allenamenti differenziati»

Dieci giocatori in Nazionale, non il massimo per preparare la sfida al Genoa

«Lo sapevamo, è una situazione che conosciamo. Noi rimaniamo con 5-6 giocatori durante la sosta e concentreremo la nostra attenzione su questi»

Cosa è successo a Teodorczyk?

«Era rientrato per allenarsi dopo l’operazione ma ha ancora problemi col pube. E’ un giocatore con un carattere importante e faceva di tutto per essere a disposizione 15-20 minuti a partita, ma abbiamo preferito farlo fermare per un recupero più specifico»

ilnapolista © riproduzione riservata