Napoli-Torino 0-0 primo tempo: il gol comincia a diventare un incubo

Si gioca a una porta. Milik si divora l’impossibile. Insigne ha due buone occasioni. Continua il sortilegio di Firenze. Nel finale, il Toro sfiora il gol

Napoli-Torino 0-0 primo tempo: il gol comincia a diventare un incubo

Napoli-Torino 0-0 primo tempo. Contro i granata, Ancelotti sfodera i titolarissimi. Stessa formazione di Zurigo tranne che per il portiere e per il terzino sinistro: Ospina per Meret e Hysaj al posto di Ghoulam. Mazzarri presenta il classico 3-5-2 con Berenguer vicino a Belotti. Il Torino comincia bene, soprattutto con Lukic, pressa alto al punto che il Napoli fatica a uscire dall’area di rigore quando deve ripartire da Ospina.

Poi, però, Il Napoli prende progressivamente campo. Si gioca a una porta. Ma ancora una volta la squadra di Ancelotti non riesce a concretizzare. Il remake di Firenze. Protagonista soprattutto Milik che ha tre occasioni, due enormi: al 16esimo non arriva per un pelo in scivolata nell’area piccola su un delizioso assist di Zielinski che aveva ben orchestrato con Hysaj. E tre minuti dopo, ancora su assist di Piotr, gira debolmente. E soprattutto al 33esimo si divora un gol solo davanti all’area porta, nell’area piccola, su passaggio teso di Fabian Ruiz dalla posizione Zielinski. Il gol, in campionato, sembra un incubo per il Napoli.

Anche Insigne ha due buone occasioni. Una al 21esimo, dopo palla recuperata Allan e Malcuit, il francese riparte e serve Insigne da solo davanti a Sirigu: tiro a botta sicura, ma il portiere devia in angolo. Al 26esimo un suo tiro viene rimpallato in area. E al 28esimo, altra ripartenza, Milik lo serve bene in area sulla destra, tiro che Sirigu respinge ancora una volta in angolo.

Bene gli azzurri sugli esterni, sia con Hysaj sia con Malcuit. Allan è il solito recuperatore di palloni. Col passare dei minuti cresce Fabian Ruiz. Si gioca a una porta sola, ma non basta. E nel finale di tempo il Torino sfiora anche il gol con Lukic. C’è tempo anche per ammonire Insigne (era diffidato) e Rincon.

ilnapolista © riproduzione riservata