Tajani: «Salvini non deve dare alibi agli ultras, sul razzismo ha ragione Ancelotti»

Il presidente dell’Europarlamento a Rmc: «Salvini non faccia propaganda, gli incidenti di Milano potevano e dovevano essere evitati»

Tajani: «Salvini non deve dare alibi agli ultras, sul razzismo ha ragione Ancelotti»

Il presidente del Parlamento europeo

Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo, è intervenuto alla trasmissione Maracanà di Rmc Sport. Tajani, juventino, ha parlato di calcio, dei recenti episodi – soprattutto quelli di San Siro – e ha commentato le parole di ieri del ministro dell’Intero Matteo Salvini. Ecco alcune sue dichiarazioni riportate da tuttomercatoweb.

«Quel che è successo a Milano poteva essere evitato. Soprattutto l’incontro tra diverse fazioni di ultras che ha poi provocato gli scontri: è inaccettabile, così come è fuori luogo la proposta di convocare gli ultras al Viminale.

«Le regole vanno sempre rispettate. Salvini non deve dare alibi agli ultras dicendo di essere indagato tra gli indagati, deve essere il primo a fare educazione. È inutile lanciare slogan, bisogna evitare gli incidenti. Ci sono evidenti carenze politiche. Io sono con Ancelotti, a Milano andava dato un segnale: la partita doveva essere sospesa dopo i cori a Koulibaly. Le parole d’ordine devono essere educazione, prevenzione, controllo».

«No ai treni speciali, Salvini non faccia propaganda»

Tajani si è dichiarato contrario alla proposta di Salvini di ripristinare i treni speciali per i tifosi in trasferta. «Sono contrario, così devastiamo treni e stazioni. Negli anni passati abbiamo avuto non pochi problemi, non si possono trasformare le infrastrutture ferroviarie in campi di battaglia. Va mantenuto il divieto a partecipare alle trasferte, i treni speciali sono una sciocchezza: ricordo incidenti, spaccio di droga e addirittura incendi. Le regole vanno rispettate e fatte rispettare dalle forze dell’ordine. Ripeto, è ora di smetterla con la propaganda».

ilnapolista © riproduzione riservata