Il Corsera non sa contare: Milik sarebbe «Re dei gol inutili»

Secondo il quotidiano milanese, «solo due dei dieci gol di Milik hanno mosso la classifica». In realtà, senza le reti del polacco il Napoli perde 9 punti.

Il Corsera non sa contare: Milik sarebbe «Re dei gol inutili»

Una statistica sballata

Il Corriere della Sera scrive dei grandi attaccanti del campionato italiano, secondo un parametro particolare: l’impatto dei gol segnati sulla classifica. La statistica elegge Piatek come cannoniere più determinante, con 13 gol che sono valsi 10 punti al Genoa di Prandelli (e prima ancora di Ballardini e Juric). Dietro il polacco del Genoa, ci sono Zapata e Quagliarella. L’ultimo in questa particolare classifica è (sarebbe) Arek Milik. Secondo il Corsera, il centravanti del Napoli è «il re dei gol inutili». Leggiamo il piccolo testo scritto da Guido De Carolis: «Per segnare segna, ma quasi sempre reti che servono ad arrotondare il risultato: dei 10 gol fatti appena due hanno smosso la classifica».

C’è qualcosa che non torna, nella ricostruzione statistica del quotidiano milanese. Sotto, in un elenco numerato, tutti i gol realizzati da Milik in campionato. Accanto, il risultato finale della partita in questione.

  1. Lazio-Napoli (1-2)
  2. Napoli-Parma (3-0)
  3. Napoli-Parma (3-0)
  4. Napoli-Empoli 5-1
  5. Atalanta-Napoli 1-2
  6. Napoli-Frosinone (4-0)
  7. Napoli-Frosinone (4-0)
  8. Cagliari-Napoli 0-1
  9. Napoli-Bologna 3-2
  10. Napoli-Bologna 3-2

Ripetiamo: c’è qualcosa che non torna. Anche perché la stessa statistica è pensata e costruita in modo strano: un gol che vale il pareggio in una partita finita 2-1 (come quello realizzato contro la Lazio alla prima giornata) quanti punti vale? Detto questo, se togliamo tutti i gol di Milik da questa cronologia, il Napoli perde 9 punti. Tre contro il Bologna (da 3-2 a 1-2), due contro il Cagliari (da 0-1 a 0-0), due per due contro Lazio e Cagliari (da 1-2 a 1-1). «Appena due gol di Milik hanno smosso la classifica». Un conteggio venuto davvero male agli statistici del Corriere della Sera.

 

 

ilnapolista © riproduzione riservata