Wolves-Chelsea 2-1, le sconfitte di Sarri passano a due

I Blues cadono anche in casa dei Wolves che non vincevano dal 6 ottobre. Accenno di turn over per Sarri: in panchina finisce persino Jorginho

Wolves-Chelsea 2-1, le sconfitte di Sarri passano a due

Secondo stop in trasferta

Ci voleva il Chelsea di Sarri per riportare alla vittoria il Wolverhampton. La squadra “gestita” da Jorge Mendes (l’allenatore e molti giocatori dell’organico hanno un rapporto di lavoro con la GestiFute) non vinceva dal 6 ottobre giorno in cui vinse in trasferta 0-1 contro il Crystal Palace. Dopo cinque sconfitte e un pareggio, il Wolwherampton ha approfittato dei Blues per conquistare i tre punti. Si sono imposti in rimonta, dopo l’iniziale vantaggio dei Blues firmato da Loftus-Cheek (in realtà il suo è stato un tiro innocuo, ma deviato da Coady). Non è un caso che il gol della squadra di Sarri sia stato provocato da un calciatore non sempre titolare: in occasione di questo turno infrasettimanale, l’ex tecnico del Napoli ha varato il turn over. In campo dal primo minuto Christensen in difesa, Fabregas e appunto Loftus-Cheek a centrocampo, con Morata, Hazard e Willian in attacco.

La rimonta dei Wolves è stata firmata dal messicano Jimenez (in prestito dal Benfica) e dal portoghese (toh) Diogo Jota. Le dure reti dei padroni di casa sono arrivate nella ripresa, nell’arco di quattro minuti, tra il 59esimo e il 63esimo. Per il Chelsea si tratta della seconda sconfitta in Premier (in tre giornate), dopo quella a Wembley contro il Tottenham di Pochettino. La squadra di Sarri ha messo insieme appena quattro punti nelle ultime quattro partite, uno score che l’ha portata a dieci punti di distacco dal Manchester City capolista. Proprio la squadra di Guardiola sfiderà Sarri e i suoi uomini nel prossimo turno, a Stamford Bridge. In attesa degli altri risultati, Blues quarti in classifica, sorpassati dal Tottenham.

ilnapolista © riproduzione riservata