FourFourTwo: il Napoli di Maradona tra le squadre cult di tutti i tempi

Il magazine inglese sceglie le squadre con il racconto più suggestivo: «Maradona, Careca, Giordano, Ferrara e i trionfi contro Milan e Juventus».

FourFourTwo: il Napoli di Maradona tra le squadre cult di tutti i tempi

Un album suggestivo

Il Napoli di Maradona insieme ai Cosmos di New York, al Wimbledon anni Ottanta, al Borussia Dortmund di Klopp e al Deportivo di Irureta. Tante squadre cult nell’album di FourFourTwo, che ha semplicemente scelto i «club preferiti dalla redazione». Per motivi di stile, vittorie, impatto sull’immaginario collettivo.

È una bella galleria, molto suggestiva. Il Napoli è stato scelto con questa motivazione: «Maradona, innanzitutto. Nel 1984, il Napoli ha evitato la retrocessione per un solo punto, e poi ha acquistato il giocatore più forte del mondo, polverizzando tutti i record per il capitale investito (7 milioni di sterline). Ma è stato anche il trasferimento più mediatico della storia del calcio, con 75mila persone allo stadio per accogliere il nuovo fuoriclasse».

«Due vittorie in campionato, una in double con la Coppa Italia, e la Coppa Uefa del 1989. Poi la Ma-Gi-Ca in avanti con Diego, Giordano e Careca, Ciro Ferrara in difesa, Nando De Napoli a centrocampo. Se Juventus, Inter e Milan davano la percezione di essere squadre noiose e pulite, il Napoli rappresentava la contender ribelle, l’armata delle cattive abitudini».

Per ogni squadra scelta dalla redazione di FourFourTwo c’è anche una parte finale tra l’ironico e l’illegale: «A Maradona piaceva concedersi un po’ di cose piccanti, e allora la società gli passava dell’urina pulita per i test antidoping nel postpartita. In altre parole: sì, quel Napoli era bellissimo e ci ha anche preso per il culo».

ilnapolista © riproduzione riservata