In casi del genere l’unica soluzione è la sconfitta a tavolino

È l’unico modo per preoccupare i facinorosi. Altrimenti ha ragione il giovane Holden: “Se poi la ragazza quando arriva è stupenda, chi se ne frega se è in ritardo? Nessuno”

In casi del genere l’unica soluzione è la sconfitta a tavolino

Il giovane Holden

Leggo e sento da più parti che l’Inter è stata punita dopo i fattacci di prima durante e dopo la partita col Napoli. E la punizione consisterebbe in due giornate di squalifica del campo e nella interdizione ai tifosi interisti a recarsi fuori casa.

Poi sfogliando le pagine di “repubblica” ne trovò una nella quale leggo una frase di Salinger nel Giovane Holden che dice: “Se poi la ragazza quando arriva è stupenda, chi se ne frega se è in ritardo? Nessuno”.

Ecco. È così che stanno le cose, come sostiene quel teorico dell’importante è vincere che risponde al nome di Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus.

Chi se ne frega di quello che è successo a Milano e se la società perderà qualche centinaio di migliaia di euro perché gli spettatori delle prossime due partite se ne dovranno stare a casa?. Nessuno. L’importante è aver preso i tre punti della partita col Napoli.

Sta tutto in questo chi se ne frega il problema e la sua soluzione. Soluzione che sta in quello che considero un doveroso riconoscimento della responsabilità oggettiva delle società di calcio che ben conoscono le tifoserie e i loro comportamenti. La soluzione, cioè, non sta nemmeno nella sospensione delle partite, ma nella punizione con la sconfitta a tavolino della squadra alla quale appartengono i facinorosi. È l’unico modo per “preoccuparli”.

D’altra parte come si fa a sospendere una partita cinque minuti prima della fine col rischio paventato dal presidente della Figc? Non si sospende, ma attenendosi al rapporto dell’arbitro si dà vinta alla squadra vittima dei facinorosi.

L’arbitro? Se poi l’arbitro di chiama Paolo Silvio Mazzolenì è ancora un altro discorso. Per rinfrescarsi la memoria basta leggerne il “curriculum” a pagina IV nell’edizione napoletana di “repubblica” del 28 dicembre (Con Mazzoleni solo veleni dalla beffa in supercoppa con la Juventus a Pechino all’ultimo scudetto perso).

ilnapolista © riproduzione riservata