Juric: «Il Napoli è più imprevedibile rispetto al passato»

Le parole di Juric in conferenza: «Sono tranquillo, per me il Genoa è in crescita. Non dobbiamo farci toccare dalla contestazione».

Juric: «Il Napoli è più imprevedibile rispetto al passato»

In conferenza stampa

Ivan Juric, tecnico del Genoa, presenta il match contro il Napoli in conferenza stampa: «Abbiamo lavorato bene, la squadra è in grande crescita. Se togliamo l’ultima partita, vedrete che le nostre prestazioni sono importanti. Per vincere, il Napoli deve fare una partita giusta, noi invece dobbiamo avere coraggio».

Il passaggio da Sarri ad Ancelotti: «Il livello delle squadre più forti in Italia si è alzato molto, e mi riferisco a Juve, Napoli e Inter. Il Napoli di quest’anno dà pochi punti di riferimento, è più imprevedibile rispetto agli anni scorsi, anche se Sarri rimane comunque un maestro».

Le scelte di formazione: «Veloso o Mazzitelli davanti alla difesa? È dura, si tratta di soluzioni diverse, devi scegliere di rinunciare a qualcosa. Vedremo. Piatek sta bene, è un ragazzi che lavora e che sa che ci sono momento i cui la butti dentro o no. In quel senso sono tranquillo. Domani partirò con due attaccanti perchè sono due attaccanti forti. Poi varieranno dietro, ma sarà una squadra simile a quella che abbiamo già schierato. Lisandro Lopez mi piace ogni giorno di più, ha grande qualità e ottime letture di gioco. In questo momento vado più su Romero, ma la certezza del fatto che Lopez sia un giocatore importante».

Juric sulla contestazione annunciata a Marassi dagli ultras: «Sono cose per cui non possiamo fare niente. Il nostro unico compito è lavorare bene in settimana, preparare e fare una grande partita. Io sono tranquillo, non mi sono mai isolato, sapevo delle difficoltà del calendario e nel frattempo siamo migliorati nel gioco, per l’intensità, per il coraggio».

ilnapolista © riproduzione riservata