Genoa-Napoli 1-2: Fabian Ruiz è l’uomo della pioggia

Vantaggio del Genoa nel primo tempo, interruzione per pioggia, poi la rimonta: Fabian Ruiz e autogol di Biraschi.

Genoa-Napoli 1-2: Fabian Ruiz è l’uomo della pioggia

Genoa-Napoli 1-2, rimonta nella ripresa del Napoli. Kuoame nel primo tempo, Fabian Ruiz e autogol di Biraschi nella ripresa, dopo l’interruzione per pioggia.

Primo tempo

Partita ad altissima intensità, ogni azione è pericolosa, per colpa di un Napoli disordinato e con pessime distanze tra i reparti. In realtà la squadra di Ancelotti è quella che va più vicina al gol, palo di Insigne e poi tiro di Zielinski deviato da un difensore del Genoa. Poi il gol di Kuoame, un bel colpo di testa dopo che Hysaj si perde la marcatura dell’attaccante del Genoa. La rete arriva al termine di un’azione insistita, tre cross consecutivi dalla destra e poi la cattiva lettura del terzino albanese. Dopo lo svantaggio, il Napoli costruisce una grande occasione con Insigne, Callejon e Milik. Bravissimo Radu ad anticipare la parata e fortunato a deviarla fuori dalla porta. Il primo tempo finisce così.

La ripresa

Ancelotti boccia Zielinski e Milik, dentro Fabian Ruiz e Mertens. L’approccio del Napoli è positivo, solo è spento dalla pioggia. Dopo 13 minuti, l’arbitro sospende per pioggia. Al rientro in campo, dopo circa dieci minuti, non è più calcio. La palla si ferma in molte zone del campo, non c’è tattica, non c’è tecnica. C’è solo cuore. Il Napoli segna prima con Fabian Ruiz, con l’unica vera giocata tecnica delle rirpesa, scambio con Mertens e splendido sinistro a giro. Poi, calcio di punizione dalla sinistra e deviazione decisiva di Biraschi nella sua porta. Il Napoli è forte, forte davvero. Più forte anche della pioggia.

ilnapolista © riproduzione riservata