Ancelotti: Dopo il Liverpool, a Belgrado poteva andarci peggio

«Non abbiamo sbagliato l’approccio. Il Napoli continuerà a crescere, l’atteggiamento collettivo della squadra è in miglioramento»

Ancelotti: Dopo il Liverpool, a Belgrado poteva andarci peggio

La conferenza stampa di Carlo Ancelotti

«Non abbiamo sbagliato l’approccio, nel primo tempo abbiamo forzato troppo le giocate, siamo stati frenetici. Abbiamo giocato una partita molto buona, era una partita difficile, complicata. L’obiettivo era evitare che arrivassero palloni a Neymar e Di Maria tra le linee. È stata una partita diversa rispetto all’andata.

«Mertens ha un problema alla spalla, dobbiamo vedere.

«Sono molto contento, avevamo una doppia partita contro una delle squadre più forti in Europa, ci siamo presi un piccolo vantaggio che non è poco visto che il girone è molto equilibrato.

«Grande emozione per stadio pieno, abbiamo bisogno di entusiasmo, di passione. Mi auguro che si possano ripetere queste partite, questi momenti.

«In fase d’attacco abbiamo giocato in modo differente rispetto a Parigi, anche loro hanno giocato in maniera differente. Dovevamo avere più pazienza nel trovare lo spazio, l’obiettivo della fase difensiva era di limitare rifornimenti a Di Maria e Neymar. Fabian e Callejon hanno dovuto accentrarsi, stringere molto per aiutare Hamsik. Visto il risultato di oggi, poteva andar peggio a Belgrado.

«Questa squadra continuerà a crescere, la gestione della partita è abbastanza chiara. Tutti sappiamo quando c’è da soffrire, c’è da sacrificarsi, l’importante è che tutti lo facciamo insieme. C’è stato anche grande supporto dai difensori quando siamo in fase d’attacco. L’atteggiamento collettivo è molto molto positivo, e non vorrei sbagliarmi, è in miglioramento.

 

ilnapolista © riproduzione riservata