Hysaj: «Ancelotti ha qualcosa di speciale, la concorrenza di Malcuit fa bene al mio lavoro»

Le parole di Hysaj a Radio Kiss Kiss Napoli: «Il mister è entrato subito in sintonia con noi, il suo modo di gestire la rosa ci spinge a voler migliorare».

Hysaj: «Ancelotti ha qualcosa di speciale, la concorrenza di Malcuit fa bene al mio lavoro»

L’intervista a Radio Kiss Kiss Napoli

Elseid Hysaj ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli a due giorni dal match contro l’Udinese. Ecco le sue dichiarazioni più significative: «Sarà una partita difficile, come tutti gli anni. L’Udinese viene da tre sconfitte consecutive, per questo saranno ancora più concentrati. Troveranno un Napoli pronto, vogliamo vincere».

Tra campionato e Champions: «La corsa scudetto non è ancora chiusa, se pensiamo che sei punti di svantaggio bastino a cancellare tutte le possibilità è inutile giocare. Ci sono ancora tante partite e tante emozioni da vivere. Contro il Liverpool eravamo tutti molto tesi, ma abbiamo dimostrato di poter giocare alla pari contro chiunque. Se abbiamo vinto contro il Liverpool, possiamo ripeterci a Parigi. Basta fare bene le cose che prepariamo, con serenità. Non bisogna pensare troppo al loro attacco. Anche loro si preoccuperanno del Napoli e del fatto che col Liverpool la difesa azzurra non abbia subito gol. Abbiamo una grande squadra, proprio come loro».

Lavorare con Ancelotti

Hysaj su Ancelotti: «Il mister ha vinto ovunque in Europa, ha qualcosa di speciale, lavorare con lui è fantastico. Inoltre è stato bravo ad entrare subito in sintonia con noi, speriamo possa continuare così. Un giocatore stimolato da un grande tecnico dà di più, anche in relazione alle nuove posizioni in campo. Il mister mi utilizza a sinistra? Ripeto, è sempre bello sperimentare qualcosa di diverso nella vita, le novità incoraggiano il miglioramento. Bisogna spingere, altrimenti il posto è in pericolo, bisogna adattarsi a tutto nella vita, ora per esempio il mio obiettivo è crescere per quanto riguarda la fase d’attacco. La concorrenza con Malcuit? Lui è un bravissimo ragazzo, e il fatto che insidi il mio posto fa bene al mio lavoro».

Hysaj e la sua carriera: «Sono venuto dal niente, i sacrifici portano dei risultati inattesi, io per esempio ho giocato la Champions League e con la nazionale. Per me è un orgoglio portare il mio nome dietro la maglietta».

ilnapolista © riproduzione riservata