Bruno Satin: «Koulibaly non è più mio assistito, ha subito pressioni per cambiare procuratore»

«Io e Koulibaly siamo ancora in buoni rapporti, non è stata una sua scelta interrompere la nostra collaborazione. Confermo l’interesse del Barcellona».

Bruno Satin: «Koulibaly non è più mio assistito, ha subito pressioni per cambiare procuratore»

L’intervista di adio Crc

Bruno Satin racconta la sua verità a Radio Crc. L’agente francese non ha più la procura di Kalidou Koulibaly: «Può sembrare strano, ma non è una sua scelta. Ha subito delle pressioni per cambiare rappresentanti. Siamo ancora amici, mi ha invitato a cena dopo la partita di mercoledì».

Sul chiacchierato interesse del Barcellona: «Mercoledì sera tutti hanno visto quanto è forte Kalidou. Può giocare in qualsiasi squadra, che sia Barcellona, Real Madrid o Bayern Monaco. Ha rinnovato da poco il suo contratto, ma l’interesse dei catalani esiste. Ne ho parlato con Braida, ed ha confermato questa indiscrezione. Il valore di Koulubaly? È molto forte, ma anche veloce. Da quando è stato acquistato dal Genk, il Napoli ha rifiutato offerte importanti».

ilnapolista © riproduzione riservata