Ancelotti: «Il Napoli ha un gruppo di alto livello. Non ho un mio stile di gioco, mi adatto ai calciatori»

L’intervista di Carlo Ancelotti a France Football: «Il Napoli ha tanti giovani molto promettenti, e pratica un buon calcio».

Ancelotti: «Il Napoli ha un gruppo di alto livello. Non ho un mio stile di gioco, mi adatto ai calciatori»
Photo Carlo Hermann

L’intervista a France Football

Carlo Ancelotti parla a France Football, magazine di riferimento per il calcio francese. Domani uscirà il numero di questa settimana, in cui ci sarà l’intervista completa, ma sul sito internet della testata transalpina c’è già qualche estratto. Vi riportiamo, sotto, la traduzione:

«Il mio Napoli è diverso rispetto al passato. Non c’è un grande campione come Maradona, piuttosto abbiamo una squadra di alto livello, costituita da tanti giovani molto promettenti. Giochiamo molto bene, questa è la nostra qualità migliore. Cercherò di portare l’esperienza, la personalità e il coraggio che servono per superare quei momenti in cui non riusciamo a esprimere il meglio del nostro gioco».

Lo stile di gioco di Ancelotti: «Non esiste un chiaro modello di gioco che possa identificare il mio stile, io mi adatto alle caratteristiche dei miei calciatori. Alcuni allenatori iniziano il loro lavoro con una certa idea di gioco, e cercano di inserire i giocatori in quel sistema. Io ragiono diversamente».

Il Psg, prossimo avversaio degli azzurri: «È bello vedere quanto sia cresciuto il club nell’arco degli anni. Ora parliamo di una delle migliori società d’Europa, in corsa per vincere la Champions».

L’arrivo di Ronaldo in Serie A: «È un segnale importante per l’immagine del calcio italiano, lui è un grande professionista e rinverdisce un’era in cui i più grandi giocatori del mondo accettavano di venire a giocare in questo Paese. La sua unica colpa è di essere andato alla Juventus!». Inutile aggiungere che questa finale è una battuta, lo spiega anche France Football.

ilnapolista © riproduzione riservata