Torino-Napoli 1-3, Insigne e Verdi lanciano la squadra di Ancelotti

Vantaggio immediato, primo tempo dominato, poi la ripresa divisa tra il gol di Belotti euello di Insigne. Napoli in testa, in attesa della Juventus.

Torino-Napoli 1-3, Insigne e Verdi lanciano la squadra di Ancelotti
Foto Ssc Napoli

Torino-Napoli 1-3, gol di Insigne e Verdi nel primo tempo, poi Belotti su rigore e ancora Insigne nella ripresa. Azzurri in testa alla classifica, in attesa della Juventus. Sono 12 punti in 5 partite.

Il primo tempo

Un Napoli da subito convinto, aggressivo, dominante. Il gol di Insigne, dopo tre minuti, nasce da un cross dalla sinistra di Luperto ribattuto male dalla difesa del Toro. La palla balla in area, Insigne va di potenza e fulmina Sirigu. È un gol che viene legittimato nei minuti successivi, la squadra di Ancelotti schiaccia il Torino e trova il raddoppio al 20esimo, con una splendida combinazione tra Verdi e Mertens: palla in verticale dell’ex Bologna per Dries, che gliela restituisce e trova un perfetto sinistro in diagonale. In mezzo alle due reti, il Napoli ha almeno altre tre occasioni per trovare il gol. La prima è di Verdi, con un’azione identica a quella che poi porterà al gol, straordinaria chiusura di Izzo ad evitare la realizzazione; poi Koulibaly e Insigne, di testa e con un pallonetto. Il resto è controllo, anzi dominio del gioco. Il Torino crea pochissimo, Napoli in controllo fino all’intervallo.

La ripresa

Il racconto del secondo tempo si concretizza intorno ai due gol, Belotti riapre la partita e poi Insigne la richiude. Il Gallo trova la rete che dimezza le distanze dopo cinque minuti dall’inizio della ripresa, con un calcio di rigore: Luperto si fa anticipare da Berenguer e poi lo mette giù, ingenuo il giovane terzino del Napoli. Nove minuti e il Napoli è di nuovo avanti di due, grazie al più classico dei contropiedi: palla recuperata in zona avanzata, Zielinski trova Callejon che va a botta sicura, in diagonale. Palo, Insigne sulla ribattuta tocca il legno e poi trova la rete. Entrano Allan e Maksimovic, la squadra di Ancelotti spreca qualche ripartenza, ma non rischia assolutamente nulla. È primo posto, in attesa di Frosinone-Juventus. Soprattutto, sono 12 punti in 5 partite. Niente male, per una squadra che sta cambiando pelle.

ilnapolista © riproduzione riservata