È morto Luigi Agnolin, l’ex arbitro aveva 75 anni

Agnolin era malato da tempo, ha diretto una finale di Coppa del Campioni (1988) e partecipato a due edizioni della Coppe del Mondo.

È morto Luigi Agnolin, l’ex arbitro aveva 75 anni

Arbitro, poi dirigente

Il calcio italiano dà l’ultimo saluto a Luigi Agnolin, ex arbitro morto a 75 anni a causa di una terribile malattia che combatteva da tempo. Direttore di gara di punta negli anni Ottanta, probabilmente il migliore dell’epoca insieme a Casarin, Agnolin era figlio d’arte (155 partite dirette in Serie A per il padre Guido). Ha partecipato a due Mondiali e ha diretto una finale di Coppa dei Campioni (1988). Dopo il termine della carriera di arbitro, è stato dirigente di club (Roma, Venezia, Verona) e poi arbitrale. Nel 2006, guidò l’Aia durante la transizione commissariale di Guido Rossi, dopo lo scandalo Calciopoli. Fino all’agosto del 2007 è stato presidente del Settore giovanile e scolastico della Figc, dal 2011 al 2013 l’ultimo incarico in una società (direttore generale del Perugia).

Proprio oggi, Adriano Galliani ha ricordato un aneddoto risalente al suo primo periodo come dirigente del Monza, un’aggressione a un giovane Agnolin. Le parole dell’ex ad del Milan sono tratte dalla Gazzetta dello Sport: «Agnolin contro il Como ci fischiò un rigore
indecente. Lo assalii, Massaro tentò di calmarmi e squalificarono pure lui».

ilnapolista © riproduzione riservata