Koulibaly: «Rinnovare col Napoli per me è stato normalissimo»

Kalidou Koulibaly intervistato da Radio Kiss Kiss Napoli: «Ancelotti è un maestro, stiamo facendo il possibile per mettere in campo le sue idee».

Koulibaly: «Rinnovare col Napoli per me è stato normalissimo»

L’intervista a Radio Kiss Kiss Napoli

Kalidou Koulibaly intervistato da Radio Kiss Kiss Napoli. Si parte dal giudizio sulla partita di Belgrado: «Meritavamo qualcosina di più, abbiamo creato tanto ma non siamo riusciti a sbloccare la partita. Possiamo mettere tutto a posto nella prossima in casa contro il Liverpool, non dobbiamo avere paura di nessuno, anche se sappiamo che è un girone molto difficile e che affronteremo squadre molto forti. Saremo pronti, possiamo battere chiunque. Tanti giocatori importanti verranno al San Paolo, il Psg è una squadra importante, ha perso la prima partita ma punta a vincere la Champions League. Noi giochiamo questa competizione per vivere partite come questa».

Il lavoro con Ancelotti: «È un maestro, sa di cosa abbiamo bisogno. Si prende cura di ogni dettaglio, e noi lo ascoltiamo sempre. Il suo staff è di grande aiuto, e noi stiamo facendo di tutto per mettere in pratica le sue idee. Col tempo faremo ancora meglio, abbiamo sbagliato qualcosa nelle prime partite, subendo molti gol con pochi tiri concessi. Nelle ultime due gare la porta è stata inviolata e questo fa piacere ad un difensore. Stiamo cercando un equilibrio, pian piano lo troveremo e riusciremo anche a segnare. Ho fiducia nell’attacco, abbiamo sempre fatto tanti gol.

Il match contro il Torino: «Sarà una partita complessa, ma noi abbiamo fiducia. Zaza e Belotti sono due attaccanti forti, ma di attaccanti forti ne abbiamo anche noi. Il pericolo siamo più noi stessi che altro. Bisogna essere concentrati, attenti, non prendere gol e farne davanti. Sono sicuro che possiamo conquistare i tre punti».

Il Mondiale e il rinnovo

L’esperienza al Mondiale di Koulibaly: «Un sogno che ho fin da quando ero piccolo. Per me è stata un’avventura indimenticabile, il livello del Mondiale è altissimo, quindi ho accumulato esperienza. Spero di giocare ancora alla Coppa del Mondo».

Il rinnovo: «Per me era molto importante ripagare la fiducia che l’ambiente ripone in me, e ho avuto la possibilità dii rinnovare per cinque anni. È stata una cosa normalissima per me, ma devo ringraziare il presidente, lo staff, i giocatori. Sono contento di essere qui, sono fiducioso per il futuro, spero di restituire in campo tutta la stima che il Napoli ha espresso per me».

ilnapolista © riproduzione riservata